Baccalà con patate alla fiorentina

Con questa ricetta, come vedete sotto, ho partecipato a suo tempo alla E di Empoli dell’Abbecedario d’Italia, adesso la ripropongo per Danita   e la sua Geografia in tavola

un contest che raccoglie tutte le ricette delle nostre regioni: cosa meglio del baccalà alla fiorentina?
Per oggi rinfrescatevi le idee….e partecipate al contest di Danita che scade il 31.05.2012, veloci!!!!

Per poter partecipare all’Abbecedario d’Italia ho fatto tardi ma, in via del tutto imprevedibile ed eccezionale  Cindystar, la grande Cindystar , ha espresso una supplica per me…… che bello!!!!!!
Eccola Cindystar, eccola, tutta per voi!!! 
Tenete presente che è la mia prima volta …….

E come Empoli…… 
e io dico B come baccalà alla fiorentina!!!

Venerdì pesce?
No, stasera pesce perché in frigo c’è il baccalà e se è lunedì va bene uguale!!!
Se è sottosale ricordate di metterlo in acqua per almeno 48 ore o
rischierete di bere per tutta la notte… mi raccomando.Mia nonna, la mia
dolce nonnona, diceva sempre:”baccalà, fegato e uova più che bolle e più
che assoda” e io, ricordandomi di questo,  cuocio SEMPRE  poco poco il
baccalà il fegato e le uova.  Togliete il baccalà  dall’acqua e asciugatelo con la carta, poi tagliatelo a
pezzettini a vostro piacimento e lasciatelo sempre fra due pezzi di
carta assorbente. Intanto dovete tagliare le patate a fette piuttosto
spesse, lavarle, scolarle e friggerle in abbondante olio di semi. 
Queste qui sotto vedete le  patatine fritte.

Un consiglio, se avete
affamati per casa come me attenti alle ruberie!
 Adesso dovete  infarinare con amore i pezzetti di baccalà e
friggerli.Una volta fritto tutto passiamo alla salsa:ci vuole un bel
soffritto con aglio e prezzemolo e poi dei pomodori pelati passati. Un
accorgimento, attenti al sale perché il nostro pesciolino di solito
rimane ancora
piuttosto salato e quindi meglio aspettare all’ultimo minuto per
aggiungerne ancora. Una volta che il pomodoro sarà pronto aggiungere le
patatine fritte e il baccalà fritto e lasciar amalgamare per qualche
minuto. Spolverare con un po’ di prezzemolo crudo e servire con
abbondante pane.

Grazie a tutti!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

28 commenti

  1. Il baccalà lo adoro in tutti i modi…se fossi campanilista direi che alla vicentina è il migliore ( che poi è stoccafisso ma noi lo chiamiamo baccalà)ma sono sincera e dico che fritto è una goduria !!
    E poi in casa mia è un piatto particolare, mia mamma ( mezza toscana ) lo cucina per dispetto così quando è un po' arrabbiata con mio padre che essendo veneto verace lo contempla solo lesso con olio e prezzemolo.

  2. Ecco, queste sono le ricette che amo (anche se il baccalà non mi fa impazzire :-)) ma è una bella ricetta classica 😉
    Ma certo che puoi partecipare!!! Basta che la riposti in data di oggi o successiva, con il banner nel post e ai lati del tuo blog ;-). Puoi partecipare anche con altre ricette ;-).
    Appena riposti mi inserisci il link 😉
    Grazie tante!!!

  3. venrdì, sabato, lunedì..non importa che giorno sia, ogni giorno è buono per il baccalà. Io lo adoro. E cucinato così dev'essere davvero buonissimo. Facciamo che io porto il pane per la scarpetta? Un bacio, buona giornata

  4. Accidenti … il baccalà a me piace molto ma non sono mai riuscita a farlo bene, o troppo duro o troppo salato …. il tuo ha l'aria di essere appetitosissimo!!
    Claudia

  5. E come E abbiamo fatto bene ad aspettarti! 🙂
    Ricetta supergustosa che chiude superdegnamente questa bella raccolta toscana iniziata appunto con un'altra ricetta di baccalà 🙂
    Solo una piccola precisazione: aggiungi per favore i links giusti x l'Abbecedario e la Toscana ospitante (trovi la frase fatta sulla pagina di Empoli se vuoi).
    E poi io non sono CyndyStar, e nemmeno la grande CyndiStar :-))) … sposta la y alla fine così, semplicemente (nè grande nè piccola 🙂 Cindystar :-)))
    Ed ancora: dove trovo la tua mail? perchè volevo raggiungerti in fretta ma non sapevo dove scriverti 🙁
    Basta, giuro che non rompo più! … anzi no, mi spetta un piatto di baccalà, quando vengo a cena?

    1. Mi perdoni e mi scusi… tanto tanto ma ho fatto tutto di corsissima: Mi sento un po' in colpa… ora faccio la cena e poi sistemo tutto, nomi e limk. Una cosa: non lo tolgo grande, no, proprio non lo tolgo perché il tuo blog mi piace da morire!
      la mia mail? Sono un po' "pallosa" con la privacy ma se hai bisogno mi trovi qui: scuasazza@gmail.com
      perdono…… a cena? Quando vuoi tu, un onore!!!! Ha, porta qualche amico, più siamo meglio è!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *