tapas fiorentine con caciucco di cavoli per Italian Tapas


sono stata invitata a partecipare a un concorso fra blogger per Italian tapas  Risto-Bar, locale aperto da Marco e Matteo in “OLTRARNO”, storico quartiere fiorentino, a due passi da Piazza Santo Spirito, nel cuore di Firenze.

Risto-bar perchè il locale rispecchia la tradizionale tapa spagnola ma traspordandola nella nostra città,  con la nostra cultura culinaria, le nostre abitudini, i nostri “vizi” alimentari.

“Italian Tapas è il nostro modo di vivere la tavola in libertà ed allegria.
Italian Tapas è cucina italiana con servizio spagnolo.
Italian Tapas è un rifugio per sorseggiare un drink, assaporare un bicchiere di vino o una birra, oppure gustare qualche ricetta.
Italian Tapas è dove si può trovare ciò che si desidera, dalla cucina tradizionale a quella innovativa, vegetariana e vegana, dai vini particolari alle birre gustose, dai cocktail classici a quelli speciali.
Italia Tapas è la giusta dimensione e convivialità.
Nasce da un’ idea dei fratelli Laporta, è un connubio tra la formula easy della tapas spagnole, un servizio curato e dinamico e l’ eccellenza della cucina italiana.”

questa la descrizione del locale secondo la visione di Marco e Matteo.

e tapas siano, ma alla toscana, vegetariane ma buone!

 

 

tapas con caciucco di cavoli

 

ingredienti

4 uova intere
un goccio di latte
1 cucchiaio di mascarpone
2 cipolle rosse medie
1 broccolo di cavolo
5 foglie di cavolo verza
10 grumolini di cavolo nero
2 carote
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino di curry
pepe, sale e olio extra vergine di oliva

 

 

preparazione:

  • lavare i cavoli e ridurre in cimette il broccolo e in striscioline la verza
  • pelare e tagliare la carota julienne
  • preparare le frittate: affettate sottilmente le cipolle e fatele cuocere a fuoco lentissimo in una padella con un filo di olio evo, aggiungere acqua per terminare la cottura, un pizzico di sale e uno di pepe nero
  • dividere in quattro le cipolle e con ogni parte preparare una frittatina sottile con le uova sbattute con un goccio di latte intero, sale e pepe.
  • cuocere le cime di broccoli, il cavolo verza e i grumolini di cavolo nero insieme a uno spicchio d’aglio in camicia in una padella antiaderente: aggiungere il curry e aggiustare di sale. portare a cottura aggiungendo acqua. la verdura dovrà essere comunque croccante.
  • cospargere ogni frittatina con un cucchiaino di marcarpone, aggiungere i cavoli e ripiegare in quattro
  • guarnire con cavoli e carote e servire

PARTECIPANO CON ME A QUESTA AVVENTURA A ITALIAN TAPAS:

Alice del Re di Panelibrienuvole.com
Chiara Brandi di Forchettinagiramondo.com
Cristina Galliti di Poverimabelliebuoni.blogspot.it
Elisabetta Cuturello di Cakesandco.ifood.it
Judy Witts Francini di Divinacucina.com
Letizia Cicalese di Ilrisottoperfetto.ifood.it
Fabio Campetti di Kamp Secret Kitchen

Continue Reading

3-2-1 via!!! l’olio extra vergine toscano e le olive in salamoia

 

olive salamoia DSC_1634

MUSICA PER NOI

Moby – natural blues

da buona toscana non posso certo non santificare Ottobre e novembre come i mesi delle olive.
mi ricordo quando mia nonna in questi periodi cominciava a “smaniare” perchè si cominciava a sentire profumo di olio novo, quello verde, quello che ti fa pizzicare il palato con il suo amarognolo, quello bono insomma. si poteva fare a meno di tutto ma in cucina l’olio bono non poteva mancare e non si parlava certo di olio di oliva, si parlava di EXTRA VERGINE DI OLIVA, la prima spremitura a freddo con le olive della zona fatta dal frantoio di fiducia.
e non c’era verso, bisognava andare a comprare l’olio, non si sentivano ragioni, bisognava e basta.
e per assaggiarlo? l’esame era quello della bruschetta: fetta di pane raffermo arrostita sul fuoco, stropicciata con uno spicchio d’aglio, sale grosso e …. olio. e lì partivano le mirabolanti comparazioni.
anno scorso era più buono
no, è meglio quest’anno
ma che dici, anno scorso ERA PIU’ BUONO!!!!
e giù, una serata a discutere quale fosse l’olio migliore.
fatto sta che di solito il primo litro finiva o quasi fra assaggi e discussioni!
e dopo l’olio c’era il rituale delle olive in salamoia e secche.
cestini di olive sopra i temosifoni o vicino al caminetto acceso, enormi barattoli con le olive in bagno per la salamoia, alchimie e conti per non sbagliare le proporzioni. mi piaceva veder discutere mia mamma e mia nonna come se quella fosse la cosa più “necessaria” del mondo.

Venerdì scorso sono stata invitata alla spremitura in anteprima delle olive della stagione 2016 dal Consorzio Olio Extravergine di oliva Toscano IGP, nel giardino delle Serre Torregiani di Firenze.
capirete il mio entusiasmo e la mia beatitudine,  essere nello stesso tempo in uno dei più bei giardini di Firenze ed assaggiare in anteprima l’olio nuovo!

Continue Reading

aperitivi d’estate con Bellussi

bellussi DSC_0259

                                                                                                                                                                                               Bellussi Cuvèe Prestige

 

siii, un caldo terrificante, come sempre d’estate.

e lo so sono io anomala che quando arriva il caldo smetto di cucinare, smetto di mangiare (ma quando mai???), smetto ….

e allora un aperivo, informale, all’aria fresca della sera, senza troppa cucina ma con cose semplici, valorizzato da un  Bellussi Cuvèe Prestige, un vino bianco spumante ottenuto da una attenta selezione di Pinot nero,  in atomosfera da relax con qualche amico, cosi, per aspettare le ferie d’agosto….

Continue Reading