Shortbraed: frollini al burro scozzesi

raggio-di-luce

Shortbread : frollini al burro scozzesi

 Phosphorescent – Song for Zula

 

 

 

I frollini, quella delizia, quella meraviglia della pasticceria.

Piccoli, soffici e croccanti insieme, profumati di burro e arricchiti con frutta secca, cioccolato o quant’altro vi verrà in mente.  Questi sono fra i miei preferiti: burro, solo il profumo del burro!

Ognuno come piccoli gioielli, piccoli regali, pensieri di gentilezza.

Con un buon tè alle cinque del pomeriggio, nei pomeriggi invernali piovosi e bui, piccole gemme di luce a rischiarare la giornata.

 

shortbread-biscotti-al-burro-tazza

Continue Reading

castagnaccio: tempo di castagne

castagnaccio

 

 

castagnaccio -pezzi-rosmarino-pinoli

la mia nonna lo faceva sempre. anche la mia mamma ne era giotta. io ne sono ghiotta. tutto ciò che gira intorno alle castagne è la mia croce: sono irrimediabilmente golosa! il

castagnaccio

è un tipico dolce della cucina povera toscana, fiorentina. mia nonna lo chiamava MIGLIACCIO,  il dolce, poco dolce per dire la verità, delle sere d’Autunno, con il caminetto acceso, il fuoco che crepita e una cena familiare.

ci sono varie versioni, io lo faccio come mi hanno insegnato, con l’uvetta, i pinoli, le noci e l’immancabile olio profumato al rosmarino.

ricetta facile, facilissima ma molto “intima”, familiare, un comfortfood, una coccola familiare, una carezza golosa per l’anima.

senza glutine, senza proteine animali (vegano con gusto).

 

castagnaccio-pezzi-orizzontale_

Continue Reading

HOMEMADE BREAD TUTORIAL: Turorial a prova di ***** per fare il pane in casa

homemade bread tutorial

 

musica per l’ascolto: Eddie Vedder, Guarantee

homemade bread tutorial

quando ho aperto il blog non avevo ancora una grande  passione per i lieviti e per il pane fatto in casa, mi è venuta dopo, con il tempo, curiosando fra i miei contatti e scoprendo le magnifiche creazioni che si trovano online.

all’inizio mi sono sentita un po’ imbranata, inutile negare, imbranata lo ero proprio!

come si fa a fare il pane in casa? quale arcani e polveri magiche ci vogliono per fare un buon pane?
in realtà è molto facile ma, come in tutte le cose, ci vuole passione. e pazienza. e amore. e attenzione.
attenzione ai particolari, alle sfumature, alle piccole cose.

la prima regola per fare un buon pane è usare buoni ingredienti: certo, mi direte, hai scoperto l’America!
non ho scoperto l’America ma, a forza di sbagliare, ho capito che se usi una farina scadente hai un pane scadente, se usi una farina di qualità avrai un pane di qualità. stessa cosa per il lievito, pur  non disprezzando il lievito di birra,  ma volete mettere il lievito madre? o il li.co.li? tutta un’altra cosa, come mangiare o stare a veder mangiare!
comunque, adesso comincio con l’elenco delle cose “necessarie” per fare il pane in casa, e ripeto,  non vi allarmate, non è poi così difficile!

cominciamo da quello che serve:

1 – la farina

la farina deve essere di buona qualità, MAI, E DICO MAI la farina 00 per fare il pane, troppo raffinata, solo amidi che non rendono nè in bellezza nè in sapore per il pane. quindi, SI alle farine integrali, quelle tipo 1, 2  o 0, quelle macinate a pietra, quelle biologiche, quelle antiche. SI alle semole, sempre possibilmente biologiche e macinate a pietra. grani pregiati, come il SENATORE CAPPELLI, per esempio, o il VERNA o qualsiasi altro grano sia presente nelle vostre regioni e sia autoctono. ideale avere un mulino vicino casa e prendere le farine ancora “vive”. Va da se che una farina tipo 0 lievita più velocemente di una integrale e quindi vedi il punto 3, la PAZIENZA, dovete avere pazienza.

2 – il lievito

una pasta madre o il li.co.li – in fondo al blog  potete trovare uno spacciatore vicino a casa vostra, ce ne sono tanti sparsi per l’Italia. altrimenti chiedete a me e ve lo trovo io in un modo o nell’altro.

anche il lievito di birra, e sia, in piccole dosi e non in massicce quantità. ASSOLUTAMENTE NO ai lieviti chimici, capito? altra cosa sul lievito, se non avete fretta potete provare a farlo nascere….. che ne dite? qua il post con le istruzioni pratiche

3 – la pazienza

Continue Reading