Ruffino: una storia lunga 140 anni

Ruffino: una storia lunga 140 anni…

Ruffino ha una grande storia da raccontare. Una storia fatta di Chianti, di lunghi affinamenti e attese pazienti.
Una storia fatta di uomini visionari che hanno aperto strade nella tradizione, per rinnovarla.
Una storia fatta di idee che diventano vini e di vini che diventano icone.
Oggi questa storia ci riporta un protagonista:

il Chianti Riserva

vellutata all'aglio

i compleanni si devono festeggiare e come non festeggiare i 140 anni di Ruffino?

“Una storia fantastica. Ruffino è sempre stato pioniere del suo tempo e coerente con il suo passato, un ponte continuo fra i decenni vissuti e un futuro da disegnare”.

queste le parole di Sandro Sartor, amministratore delegato di Ruffino, uno dei “visionari” Ruffino.
celebriamo quindi questo traguardo per una Azienda importante, perno vitale dell’occupazione del paese di Pontassieve da 140 anni, con la riscoperta  di questo storico vino, il

CHIANTI RISERVA

vestito a nuovo che ho avuto l’onore di fotografare per loro.

Nella cornice magnifica di Poggio Casciano, tenuta di Impruneta, la cena per festeggiare,  con lo  Chef Edoardo Tilli che ci ha deliziato con incanti e delicatezze speciali.

che dire, sono una donna fortunata!

Edoardo Tilli   CHEF 

Francesca Benedettelli Pastry Chef

Francesco Sorelli

Continue Reading

Petto di piccione in riduzione di Vin Santo e 6 anni di blog!

Agnes Obel, The Course

(musica per lettura)

era esattamente il 6 settembre 2011 quando QUESTO  blog è andato online…..e io, tutti gli anni,   in questa data ho la tentazione di togliere quei primi post, terribili, con foto terribili e ricette terribili ma, tutte le volte resisto e mi dico che mi serve per capire da dove sono partita e per capire dove vorrei arrivare.
il tempo passa, misericordia se passa: vola!
sono partita quasi per sbaglio, eppure…. eppure questo piccolo spazio virtuale mi ha dato tanto.
è stato il mio diario, non solo culinario, qua sul blog ho scritto sentimenti, pensieri, dolori e contentezze.
ho imparato a cucinare, ho imparato ad innamorarmi del cucinare, ho imparato a rilassarmi con i lieviti, ho imparato a sorridere e a fare finta di niente, ho impato a fotografare, ho imparato che a volte i sogni si avverano. quante volte ho sognato di scrivere un libro, ecco:  il libro non l’ho scritto ma l’ho fotografato, LA TOSCANA DI RUFFINO ed è stata una magnifica avventura, è tutto scritto in quel post. nemmeno nei sogni più sfrenati avrei pensato di fare un libro pubblicato dal Cucchiao d’Argento, dalla Bibbia della cucina insieme a Pellegrino Artusi, nemmeno nei sogni di quelli che proprio esageri, di quelli che vai “oltre”….

ma soprattutto ho trovato tante PERSONE.

ho avuto la fortuna di trovare sul mio cammino tante amiche, tanti amici, tante persone insomma. e sono nati rapporti a distanza, rapporti vicini, sono nate collaborazioni, per dirne una mi viene in mente Panissimo, nata da una chat con Barbara, Bread & Companatico, che adesso sta “solamente” aprendo una panetteria in Svezia, Spiga Madre.  ho avuto il piacere di viaggiare per conoscere tante foodblogger, tante amiche, tante persone che anche se lontane mi sono state “vicine” quando ne ho avuto bisogno, tanta empatia, tanta amicizia, tanto affetto gratis.

ho conosciuto tanti chef, una delizia per il palato, ho assaggiato tante eccellenze italiane.

ho riso, ho pianto, ho condiviso tanto con voi.

a questo blog, a questo Sono io, Sandra, non posso che dire grazie e sentirmi orgogliosa di quello che ho saputo far spuntare dal niente.

grazie a tutti per esserci stati e spero ci sarete anche da qui all’infinito.

mi sembra quindi doveroso pubblicare una delle ricette più belle e più semplici del libro, LA TOSCANA DI RUFFINO, per festeggiare questo sesto compleanno.

Petto di piccione in riduzione di Vin Santo

Petto di piccione ai 3 pepi in riduzione di Vin Santo Serelle Ruffino

Continue Reading

insalate estive con radicchi di campo

DSC_2188 insalata di campo

Arcade Fire, Everythin now

 

 

 

 

– Lucifero!!! vuoi spegnere quell’altoforno per favore che fa un caldo infernale? mi immagino quei poveracci sulla terra, mica li vorrai fare arrosto prima del tempo!
– si mamma…. mi sono divertito un pochino a vedere che effetto faceva … d’altra parte anche loro però! il buco dell’ozono, tutte le emissioni delle auto, il carbone, i condizionatori…. che cosa pretendono da me! se  tengo l’altoforno africano acceso se lo meritano!!!
– non essere irriverente Lucifero: chiudi quel diavolo  di altoforno!

 

…….. ecco, qui fra le colline fiorentine siamo in un altoforno, 39 gradi, dicono con un tasso di umidità altino…. IO SONO UN ANIMALE DA INVERNO! voglio il fresco, il freddo, la pioggia… aiuto!

 

insalata di radicchi di campo

Continue Reading