Crostoni con panbrioche di farina di castagne, petto d'anatra e filetti di peperone caramellati

per “Il giorno della farina” a Castagno d’Andrea, San Godenzo

capita che essendo “foodblogger” ti interpellino spesso per delle ricette, per consigli vari, per essere invitati a cena (si, spesso i miei amici si autoinvitano a cena 😎).

questa volta l’invito arriva direttamente dal Comune di San Godenzo per un pranzo a base di castagne e farina di castagne, prodotto principe del territorio.

l’evento sarà per il giorno 7 e 8 Dicembre 2019 e troverete me e Elisabetta, Cakes and Co, la mattina della Domenica, assaggerete le nostre proposte nell’aperitivo e potrete gustare un pranzo intero a tema “castagne” cucinato per voi dallo chef Stefano Frassineti della Locanda Toscani da Sempre di Pontassieve.

io, logicamente, da appassionata di pane potevo non fare un pane con la farina di castagne secondo voi? no, non era cosa! e quindi vi propongo, e a chi vorrà partecipe alla giornata della farina a San Godenzo anche l’assaggio, il mio panbrioche di farina di castagne con petto d’anatra e filetti di peperoni caramellati.

Crostoni con  panbrioche di farina di castagne,  petto d'anatra e filetti di peperone caramellati
Continue Reading

Tagliatelle di farina di castagne, porcini e crema alla nipitella

Palermo, Chiesa Santa Maria dello Spasimo

Keane, Is it any wonder?

sfamare il mondo

perchè quando mi perdo io cucino. nutro il mondo. e la fame atavica sparisce.

perchè quando cucino tutti gli equilibri ritrovano la strada, le voci si spengono, il dolore si attenua e quasi sparisce, il buco si richiude miracolosamente e non manca più niente.

e mi metto il grembiule, lo annodo con calma, giro il filo intorno alla vita e faccio il fiocco, lo liscio sulle coscie, lo sistemo. e comincio.

affetto con calma, con dedizione. la musica nelle orecchie, il bicchiere del vino, una sigaretta: questa è casa, l’unico modo in cui, in questo periodo, io trovo “casa” dentro di me, cucinando, sfamando il mondo.

l’olio che sfrigola insieme alle verdure, il tegame di alluminio, gli ingredienti aggiunti uno per uno, al momento giusto, per creare quell’alchimia che è il cibo, quella perfezione di sapori e odori che scalda l’anima e il cuore. quella magia leggera e senza peso, quella eterea sensazione di pace interiore, di appagamento, di soddisfazione che mi da il cucinare. con affetto, con amore, con passione. per chiudere quel maledetto buco che non si riempie mai. manca sempre qualcosa. quando cucino NO, non manca niente.

come faccio a farvi sentire quello che provo? quella passione viscerale, quella soddisfazione, quella necessità, come posso fare? le parole non bastano, non bastano nemmeno le foto: vi inviterò tutti a pranzo da me!

farneticare ho farneticato, adesso possiamo passare alla ricetta.

i porcini me li hanno regalati, piccoli e sodi, spettacolari e saporitissimi.

per esaltare il profumo ho preferito lasciarli cuocere semplicemente in un olio extra vergine di oliva.

Tagliatelle di farina di castagne, porcini e crema alla nipitella
Continue Reading

Tartare di chianina e uovo fritto all’olio extra vergine di oliva IGP Toscano

Tartare di chianina all'olio extra vergine di oliva IGP Toscano

Mumford & sons, The Cave

Ancora una ricetta senza cottura che con questa Estate calduccina bisogna aiutarsi .

La tartare è semplice, semplicissima ci vuole solo la carne: DEVE ESSERE BUONA, anzi, DEVE ESSERE SPECIALE, DI RAZZA NOBILE. perchè la tartare è la carne e quindi……

va poi da se che la fantasia aiuta e si puo’ arricchire e accompagnare in vari modi, io ho scelto le zucchine, un carpaccio di zucchine, e un uovo fritto (no, non alla Cracco! O:)) )

Tartare di chianina e uovo fritto
Continue Reading