Pavlova con crema chantilly, fragole e mela Grammy Smit… un mito

pavlova blog-6815

Musica per l’ascolto

The bluest blus, Alvin Lee

metti un sabato con un’amica, metti un sabato di quelli passati all’aria aperta, a fare foto e chiaccherare, a ridere e scherzare, a prendersi in giro, a esaminarsi l’anima, metti la gola profonda delle due, metti un vecchio desiderio, metti il momento giusto…
– ho voglia di fare un dolce, ma non so quale
– una torta di mele?
– noooo, spara grosso, una roba fotonica deve essere, mi devo impegnare
mi ha risposto con una sola parola:

– PAVLOVA

e pavlova fu. iniziata alle 17.00 ora locale del distretto di Terenzano e messa sotto i denti alla 22.30: mai tanta attesa fu ben spesa

ho sempre voluto fare lapavlova ma non so per quale oscura ragione non ho mai provato, ho sempre avuto timore di sbagliare, di fare un flop incredibile. così ho passato ore a guardare le foto e le ricette degli altri, a illanguidirmi sulla forma e il colore della meringa, sulla morbidezza dell’interno, sulla golosità della crema chantilly, sulle guarnizioni di frutta.

la ricetta è quella di Elisa, Fior di Cappero, con una variante non prevista ma comunque riuscita perfettamente bene.
quindi, se si sorvola sul forno a 150°C per 75 minuti, se si sorvola sopra l’altro tasso di zuccheri e grassi(la quasi totalità), se si sorvola sul fatto che il giorno dopo DEVI evitare come la peste la bilancia diciamo che mi sono tolta uno SFIZIO che mi tenevo da tempo.

 

 

pavlova blog-6838

Continue Reading

biscottini alla farina di nocciole SENZA GLUTINE

ghiaccio DSC_4496
capita a volte di non vedere
di non riuscire proprio a vedere avanti, questo è il mio momento. è come essere in riva di un fiume e non riuscire a vedere l’altra sponda.
non riesco a vedere oltre. ce la farò? non riesco più a fidarmi del mio indistruttibile ottimismo, della mia vocina di sottofondo che dice che tutto andrà bene, che tutto filerà liscio, che succederà qualcosa di bellissimo, che tutti i giorni sono buoni per migliorare, che c’è ancora speranza insomma.
lei mi urla nelle orecchie ma io non ce la faccio ad ascoltarla, troppe volte mi ha tradito, troppe volte.
e allora mi siedo, sulla sponda del fiume, e aspetto

 

 

biscotti farina n. DSC_6105

 

Frollini con farina di nocciole e….. acqua

Continue Reading

Regalarsi emozioni sensoriali e frollini con esubero di pasta madre

 

charme-1-dsc_8586

MUSICA per L’ASCOLTO

 

sono restia ad accettare regali. come se non li meritassi, come se non ne fossi degna. così mi dicono. ma loro  continuano a farmeli, loro due, splendide creature, fino a che imparerò che si, me li merito, me li posso godere.  lasciamo fare la parentela, siamo cugini io e lui e lei è diventata cugina di conseguenza avendolo sposato, devo imparare ad accettare le coccole, le carezze, i pensieri positivi, l’amore. e loro ci provano con tutte le loro forze. il vero regalo sono loro in realtà non solo le loro coccole.

ieri sera, dopo insistenti richiami e minacce  mi sono fatta regalare un po’ di tempo tutto dedicato a me per un massaggio terapeutico. mi sono fatta regalare un’esperienza. perchè la Chiara, nel suo centro estetico, ti fa ritrovare un pezzo di te.
Lei non fa  SOLO un massaggio,  lei fa viaggiare attraverso l’infito del tuo essere, con la  pulizia del viso con oli essenziali e argille, campane tibetane, gong, vibrazioni, massaggi ed essenze.

come si fa a raccontare un’emozione? potete solo regalarvela e regalarla a chi volete bene.

 

charme-dsc_0334

 

e siccome ho un foodblog, passando dal sacro al profano, sia mai che non si possa abbinare una ricetta a un’esperienza, una coccola per il palato insomma.

 

frollini pasta madre DSC_2293

frollini al burro danese con esubero di pasta madre

Continue Reading