frollini senza… ma anche con!

frollini, sempre i soliti frollini!
così si dice a casa mia quando mi vedono impastare 
frollini e accendere il forno
procedendo con calma al taglio del biscotto.
frollini, sempre i soliti frollini  che,
se sfornati alle 7 di sera, 
non arrivano mai  alla colazione del giorno dopo, 
MAI.
frollini, sempre i soliti frollini.
e invece no, sempre diversi, 
sempre inventati, 
sempre pensati con quello che si ha in casa
sul momento ma sempre così buoni!!!

questa volta fatti con frutta secca,
datteri, noci, farina di mandorle e fichi secchi,
cristalli di zucchero, burro e curcuma
impastati veloci, tagliati veloci e messi in forno
e dopo cinque minuti il profumo invade tutta la cucina e 
non vedi l’ora di tirarli fuori
per assaggiarli:
bisognerà pure sentire se sono buoni ….

ma anche SENZA:
senza zucchero ma con la stevia
senza frutta secca ma con la curcuma
senza mandorle e senza noci ma con scaglie di cocco disidratato 
e un pizzico di cannella
oltre all’olio di oliva

troppo buoni i frollini per poter resistere!
frollini con datteri e fichi secchi
100 g. di farina tipo 0
100 g. di farina di mandorle 
50 g. di zucchero semolato 
cristalli di zucchero per guarnire
1/2 cucchiaio di curcuma
noce moscata 
50 g. di burro
4 datteri secchi 
10 gherigli di noce 
mischiare le farine con lo zucchero, la curcuma e 
una spolverata di noce moscata.
unire il burro fino ad ottenere un composto
omogeneo, se serve potete aggiungere un goccio di latte.
unite la frutta secca e distendete la pasta
il frollino deve essere qualcosa meno di 1 cm.
spolverate con i cristalli di zucchero la superficie
una volta tagliati e appoggiati i biscotti 
sulla teglia del forno
cuocete a 180°C per 10 minuti o forse anche meno, 
voi seguite la cottura
frollini SENZA zucchero 
150 g. di farina tipo 0
stevia – a vostro piacere
(o 50 g. di zucchero, o 4 cucchiaio di malto di riso)
1 uovo
50 g. di cocco disidratato  in scaglie
cannella
curcuma 
olio extra vergine di oliva circa  – 5 cucchiai
unite la farina con le scagliette di cocco e con la stevia 
se in polvere. aggiungete la cannella – a piacere – e l’uovo insieme 
ad alcuni cucchiai di olio.
cominciate ad impastare e aggiungete olio solo se necessario,
dipende sempre dalla qualità delle vostre farine.
potete aggiungere altre spezie se volete.
distendete la pasta alta 1/2 cm. e 
fate i cuoricini, o i fiorellini o qualsiasi altra forma vi 
piaccia.
infornate a 180°C per 7/8 minuti, 
controllate sempre, cuociono sempre molto veloci.

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

19 commenti

  1. Ciao Sandra che bello risentirti…in questi giorni stavo proprio pensando che non ho quasi più tempo di passare a salutare….! Certo tutti possiamo diventare ballerine e perchè no anche a 50anni perchè ballare fa bene alla salute. Complimenti sempre per quello che fai e che scrivi, ogni volta rimango sempre stupita dalla tua bravura. Complimenti anche per la bellissima casa, hai proprio una bella fortuna a vivere in un posto così anche a me piacerebbe cambiare vita e tuffarmi in mezzo alla natura scappando dallo stress quotidiano. Un abbraccio caloroso, Carmen

  2. Che bello trovare la curcuma (oggi) anche da te e con un dolce! Io l'ho scoperta da poco e la metto in tutti i piatti salati, primi e di verdure, è buonissima e ha un sacco di proprietà! Non ero ancora arrivata ai dolci. Buono a sapersi. Sei sempre una fonte di informazioni e di belle scoperte!

  3. se non ci fossero 30 gradi fuori scatterebbe l'ora del tè ed allora sai quanti di questi frollini inzupperei nella mia tazza? uno per tipo perché sembrano tutti buonissimi…

    baci Sandra!

  4. Hai ragione, sempre diversi e sempre + golosi! Adoro questo mix di ingredienti..ma dalle tue manine d'oro non mi aspettavo niente di diverso!
    Ti adoro <3

  5. Ma che bel vasetto vedo sullo sfondo…. ce l'ho anch'io uguale uguale! Dopo le amarene adesso ospita margherite.
    Invece ai biscotti io mi dedico quasi solo a Natale, chissà perchè. Per colazioni e merende mi vengono più spontanee le torte.
    A presto,
    Claudette

    1. a me lo ha regalato la mia vicina di casa anno scorso pieno della sua marmellata di mele cotogne.
      ma comè è bello? ha un che di retrò, di antico, di buono!!!
      un abbraccio Claudette!

  6. Buonissimi, questi sono davvero particolari. Anch'io li faccio regolarmente, pensando di preparare la colazione, ma chissà perché vengono sostituiti al dessert dopo cena…e non arrivano a destinazione.
    Complimenti, proprio particolari e invitanti

    1. il problema è quello: non arrivano mai alla colazione…. e chi lo sa come sarebbero inzuppati nel latte? ah ah aha!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.