Gelatina di pere, limoni e pepe nero per il compleanno di un’amica

c’è un unico modo per fregare il tempo: metterci dentro tutta la vita che puoi 
(Cecilia Seppia)

un altro anno è passato.
io non amo i compleanni, non amo le ricorrenze, non amo gli anniversari ma devo ammettere che, se tu non ti ricordassi di farmi gli auguri per il mio (compleanno) un po’ ci rimarrei male. 
quindi, cara Amanda,
AUGURI!

e siamo a tre.
tre anni di scambi epistolari, chat, msm, telefonate.
ma finalmente….. finalmente quest’anno ti faccio gli auguri per post ma poi la torta la mangiamo insieme!!!
e ti prometto che ti ci metto le mandorle, le noci, la frutta secca e tutto ciò a cui sei allergica.
e ti ci metto tutto così ti uccido e non ci penso più…….HA HA HA!
e ti prometto che ciondoleremo insieme,  sedute  in giardino sotto il moro, e ti canteremo in coro (siamo tutti stonatissimi ma apprezzerai il buon cuore) tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri Amanda, tanti auguri  a te!
e la commozione sarà obbligatoria, visto che ci sarà anche la Holly che uggiolerà di sottofondo, e finalmente, finalmente, potremmo sederci, e chiaccherare, e ridere, e vivere qualche giorno insieme, ridere insieme.
quindi, cara la mia Amanda, la mia dottora preferita sono qui che scalpito aspettandoti e ti allego i nostri più calorosi e paciosi auguri di buon compleanno in attesa di poterti abbracciare sul serio.

questa gelatina di pere limoni e grani del paradiso è tutta per te…..

tu te la devi immaginare su una fetta di pane (il mio naturalmente) abbrustolito con un velo di burro.
seduta al tavolo sotto il moro, con il sole che splende (cosa rara di questi tempi), caffè e latte sul tavolo, io e te   e chiacchere a non finire….

 1 kg di pere lavate*
2 limoni biologici
1 scorza di limone
500 g. di zucchero semolato
pepe melegueta –  grani del paradiso 
colino in acciaio  a maglia fitta
pazienza, quanta ne avete
non togliete la buccia delle pere e nemmeno i
semi interni: contengono pectina e vi aiuteranno 
nella conservazione.
tagliate le pere a piccoli pezzi, 
mettetele in un tegamo (preferibilmente di rame)
o comunque a fondo pesante
insieme allo zucchero e al succo dei due limoni.
utilizzate la scorza di uno dei due limoni
per tagliare tante listarelle da inserire alla fine nella gelatina.
fate bollire la frutta e lo zucchero per almeno 
30 minuti dopodichè passatela con un passatutto 
a maglie larghe.
la purea ottenuta va ancora filtrata con il colino 
a maglia fitta fino ad ottenere una gelatina
liquida e omogenea. 
rimettere a bollire per altri dieci minuti:
aggiungere una bella macinata di pepe melegueta,
a vostro piacere, e le zest del limone tagliate.
invasate in vasetti sterilizzati 
(io adopero il lavaggio a 90°C del lavastoviglie)
chiudete bene e capovolgete in modo da fare il 
sottovuoto.
lasciatela freddare a testa in giù e poi voltate il barattolo.
si conserva tranquillamente per 3/4 mesi 
ma di solito non arriva mai a tanto invecchiamento!
* io ho adoperato le pere del mio piccolo pero che anche quest’anno ci ha regalato tantissimi frutti, bruttini, bitorzoluti ma assolutamente biologici, solo lavati dalla pioggia e dal sole 
questo tipo di gelatina è ottima anche per crostate o pastafrolla.

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

36 commenti

  1. Davvero una bellissima dedica e bellissima festa per la tua amica Amanda, sei veramente speciale! Già la tua gelatina di pere mi affascina, ma poi l'idea di gustarla in giardino sotto il moro con delle fette di pane fatte da te, mi affascina ancora di più! Che invidiaaaa (scherzo..)
    Ti abbraccio e ti auguro un buon ferragosto 🙂
    ciaooo

  2. Ciao Sandra,
    riemergo dopo una lunga assenza dal blog e leggo questa bellissima dedica alla tua amica Amanda! Tantissimi auguri a lei e compimenti a te: con le parole e in cucina sei bravissima!
    Ci potrebbe essere gelatina di pere, limoni e pepe nero anche per me al mio prossimo compleanno? Troppo tardi …da quest'anno ho deciso di non festeggiarlo più!
    Un abbraccio!

  3. Ehh ma io sono gelosa!! Come una vecchia innamorata, come vorrei che succedesse anche a me e te un giorno, trovarci sotto il vecchio moro, a mangiucchiarci qualcosa fatto da noi … e ridere, e piangere dalla gioia di trovarci finalmente! Tanti auguri a Amanda e sappi che sono proprio gelosa della mia amora Sandra! La gelatina? E che te lo dico a fare? Me la immagino spalmata sul nostro pane, appena passato con un velo di burro.

    1. Terry non avertene a male il nostro è stato uno scambio di regali, Sandra ha avuto il suo post da me per il suo compleanno 🙂
      Grazie per gli auguri!

  4. Che bellissima dedica…mi hai fatta ridere e commuovere, 6 eccezionale Sandrina e non smetterò mai di ripetertelo 😀
    Questa gelatina è invitante..tanto quanto la location e l'abbinamento suggerito ^_*
    Buon we cara <3

    1. figurati se non vengo a mettere il naso da te, curiosa come sono!!!
      grazie per i compliementi!!!!
      un abbraccio

  5. Il cibo è sempre un dono meraviglioso e se fatto da te risplende proprio, ma la notizia più bella, il fatto strepitoso da non stare nella pelle è che vi troverete a ciacolare sotto a quel moro…….
    Auguri anche qui Amanda! Un abbraccio a te e Sandra <3

  6. Davvero una dedica meravigliosa, se io fossi Amanda ti stritolerei da quanto ti abbraccerei…e così ti uccide anche lei ahahah.
    L'amicizia è un dono meraviglioso, ed è ancora più bello condividere anche queste delizie che prepari per lei. Grande Sandra!

  7. Davvero una dedica meravigliosa, se io fossi Amanda ti stritolerei da quanto ti abbraccerei…e così ti uccide anche lei ahahah.
    L'amicizia è un dono meraviglioso, ed è ancora più bello condividere anche queste delizie che prepari per lei. Grande Sandra!

    1. le mie perette erano asprine e sode, una delizia insomma… potresti cogliere l'occasione e provarci anche tu!
      baci baci!

  8. SEI TROPPO POETICA QUANDO SCRIVI, NON FINIREI MAI DI LEGGERE I TUOI POST….SONO DAVVERO CONTENTA DI AVERTI CONOSCIUTO!!!IO COMUNQUE NE SPALMEREI UN PO' SUL MIO PANE PER ASSAGGIARLA!!!UN BACIONE SPECIALE SABRY

    1. Sabry, credo di aver cancellato e riscritto questo post almeno una decina di volte e poi sono tornata alla versione originale…
      a volte le parole possono sembrare false, troppo intrise di buonismo o di smancerie. sono contenta invece che tu le abbia capite per come le ho scritte, grazie.
      se passi da me un vasetto te la regalo!

  9. Quanto sei dolce, dolcissima, Sandrina…! Che regalo di cuore e di bene fai alla tua amica, al quale auguro ogni felicità e ogni gioia nella vita! Una gelatina originale, con un tocco davvero speciale.. la stessa cosa che rappresenti tu nella vita di chi ti ama: la rendi originale e assolutamente speciale!! TVB

    1. ma tu Ely, se non ci fossi bisognerebbe inventarti!
      te l'ho detto che sono stra-stra-strafelice di riserntirti?
      ok, per non sbagliare te lo ridico: una gioia riaverti!

    2. Lo è più per me, tesoro mio <3 <3 Credimi… ti voglio tanto bene e augurissimi di cuore ancora a te, Amanda! Tante cose belle! 🙂 <3

  10. Ah, piccola grande omicida, ci stecchisci tutti con questa ottima gelatina!
    però se vuoi fare un lavoro mirato con me, ti pregherei di prepararmi una torta all'ananas, hai tempo, il mio compleanno sarà a gennaio…
    un abbraccio, mo' stacco veramente, ultimo giorno…
    bacioni Su

    1. ok, allora pinoli e frutta secca per l'Amanda e per te ananas in tutte le salse…… a me i serial killer mi fanno un baffo!
      un abbraccio Cincia!

  11. Splendida gelatina…
    amo le conserve di ogni genere…quel pensiero che ne è alla base, di conservare in un vasetto la bontà di prodotti preziosi che mancheranno tra qualche mese…
    e poi, quando scrivi di abbinarla con pane (tuo) e unvelo di burro…beh, non posso resistere ed ho subito l'acquolina in bocca.
    questo è stato un bell'augurio ad Amanda! 🙂
    a cui a mia volta replico gli auguri!

    ciao Sandra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.