Hummus

hummus

che cosa sarà mai l’hummus, una semplice e scontata crema di ceci, perchè  hummus in arabo infatti significa ceci.
no, semplice si, facile da fare, ma scontata no.
perchè per un buon hummus bisogna trovare la giusta alchimia fra limone-tahine-cumino.

sono sempre stata una appassionata di hummus  e dei ceci, mi piace anche la farina di ceci.

ultimamente sono stata in ferie e ne ho mangiato spesso, mi sono ricordata di quanto fosse buono e di quanto mi piacesse e una volta a casa l’ho fatto, subito.

 

 

HUMMUS

hummus

aggiungete nel bicchiere del mixer  250 g. di ceci lessati e ben cotti, 6 cucchiai di salsa tahine, 1 limone spremuto, 2 spicchi d’aglio, 4 cucchiai di olio di oliva, 1 cucchiaino di cumino in polvere, sale  e frullate il tutto aggiungendo acqua fredda  all’occorrenza.

considerate che deve essere una crema, deve essere frullata molto in modo da incorporare aria ed amalgamarsi bene.
disponela in un contenitore e decoratela con prezzemolo, sommacco, olio di oliva.

sul pane abbrustolito e caldo è meraviglioso, con l’insalata è perfetto. con le patate o con la carne o con il pesce un julebbe

 

Jhonny Cash – Hurt

 

solstizio d’estate.
oggi è il solstizio d’estate. non un giorno come un altro, il solstizio d’estate.
e la vita non perde occasione per ricordarmi quanto sia pracaria. un soffio. basta un soffio e tutto ciò che era non sarà più.
un sussurro, un fiato, un attimo e tutto cambia, sparisce.
e allora mi viene da pensare che vorrei non arrabbiarmi per le cose che si possono risolvere perchè ci sono anche cosa che succedono e non si possono risolvere, sono definitive.
cercherò di essere meno cattiva con me stessa, di essere più serena e fiduciosa in me stessa, di essere più indulgente con me.
cercherò di ricordarmi quanto siamo di passaggio in questa vita e che quindi è meglio sorridere di più che meno, è meglio odiare meno e stare sereni di più.
e non è facile, certo che non è facile, lo so.
ma ci provo. giuro che ci provo, perchè ho il dovere di rispettare la vita.
che la terra ti sia lieve.

 

HUMMUS

testi consultati

Jerusalem – Yotaman Ottolenghi

Pop Palestine – Fidaa I Abuhamdiya, Silvia Chiarantine

 

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

8 commenti

  1. Quanto hai ragione … ma siamo umani, non siamo automi e ci sta che ogni tanto ce lo dimentichiamo. L’importante è ricordarcelo subito dopo! Non ho mai fatto l’hummus, nonostante mi piacciano i ceci. Il problema è che i ceci li faccio e me li mangio da sola, magari li divido e li metto in freezer, già cotti ma l’hummus? Non posso farlo e mangiarmelo tutto da sola …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.