Insalata di uova di quaglia e una crema “miracolosa”

consiglio la visione di questo video
questa bellissima e gentilissima signora si chiama Agnieszka Rakowska.
ho incrociato per caso sul web il suo sito e mi sono innamorata dei suoi prodotti ma anche del suo modo di essere  e le ho chiesto se potevo provare  alcune delle sue  creme. le ho provate anche per voi.

la mia pelle è una pelle sensibile. spesso con le creme che acquisto in profumeria non riesco a entrare in sintonia: dopo qualche applicazione escono fuori punti rossi e foruncoli acneici neanche avessi 15 anni (magari!!!). sapete tutti che sono una donna curiosa e così mi sono messa a leggere il sito della sig.ra Agnieszka. Ho trovato  questo e sono diventata ancora più curiosa, allora sono andata a vedere e a leggere questo  e ho trovato il tutto molto stimolante. Mi sono messa in comunicazione con Agnieszka, una persona gentilissima che ha risposto personalmente alle mie mail con correttezza e attenzione.
da un paio di  settimane  stò provando i prodotti della linea Sensitive  di cui lei stessa dice:

Ho voluto fortemente questa linea realizzata con prodotti derivanti
da cultura biologica, senza conservanti, coloranti e profumi, proprio
pensando alle esigenze delle donne, che come me, hanno la pelle
particolarmente sensibile che presenta una naturale fragilità capillare,
con rossori che nel tempo possono evolvere in couperose.


Idratazione, emollienza abbinate ad un’azione lenitiva e disarossante
sono le funzioni cosmetiche, mirate a ricreare le normali difese
cutanee, realizzate dai preziosi attivi della

questi alucni degli ingredienti principali delle sue “creazioni”

ESTRATTIO di MORINGA – MIRTILLO NERO –
CAMOMILLA – BURRO DI KARITE’ – BISABOLOLO – OLIO di MANDORLE – OLIO di
ARGAN – OLIO di ROSA MOSCHETA – CARDIOSPERMUM HALICACABUM – ACIDO
BETA-GLICIRRETICO

da qualche giorno sto usando il  Sensitive Bio siero viso e devo dire che FUNZIONA! 
ora, non sono diventata bella come la sig.ra Agnieszka, madre natura non mi ha dotato di tanto ben di Dio, ma le mie rughe, i miei segni dell’età e il mio colorito stanno cominciando a “risorgere”. Diciamo che il mattino dopo la crema la mia pelle appare rilassata, compatta e le rughe attenuate di un bel po’: a quel punto io infierisco ancora con  Sensitive Bio Crema 24h   e arrivo alla sera che sembro una bambina….. a parte le battute, la crema è perfetta, fa il suo dovere come scritto nel bugiardino e NON HA effetti collaterali, cosa per me molto importante visto che l’ultima crema antirughe che ho acquistatato è diventata una crema per i talloni per non essere gettata direttamente nella pattumiera …. inoltre, tutti i prodotti della linea Sensitive non contengono conservanti e profumi  e non sono  testati su animali, con tanto di certificazione scritta. praticamente i processi attivi sono estratti solo dalle piante…..
sto’ anche provando un latte detergente della stessa serie,  leggero e delicato e per niente untuoso.

Sono sempre stata scettica riguardo a creme e cremine ma con l’arrivo degli anni bisogna pur darsi una mano: questo modo di aiutarmi mi sembra giusto per me…… mi sento bene con questi prodotti…..

dopo questa presentazione vi presento anche una insalata  primaverile,  fresca e colorata con le uova di quaglia in attesa delle belle giornate di sole e dei fiori di marzo

Insalata di radicchi, uova di quaglia, gamberetti e salmome

ingredienti per 2 persone

8 uova di quaglia a testa
300 gr. di gamberetti sgusciati a persona
100 gr. di salmone affumicato a fette
un pezzettino di daikon
radicchi misti 
un cucchiaio di brandy
1 limone 
1 cipolla rossa
olio extra vergine di oliva
gomasio 
cominciate con il lessare le uova di quaglia in acqua bollente: due minuti di bollitura sono più che sufficienti.
cuocete i gamberetti, io li ho cotti in una pirofila con il succo di 1 limone, un filo di olio evo, un pizzico di sale e un cucchiaiono di brandy. 3 minuti programma misto microonde+grill. ricordatevi di chiudere la pirofila con della pellicola trasparente prima di metterli in forno. tagliate a fettine il salmome affumicato e pulite i radicchi. potete usare qualsiasi tipo di insalata, io avevo del radicchio di Chioggia e della scarola. tagliatela a pezzi piuttosto grossolani, affettate la cipolla ad anelli e qualche fettina fine di daikon: condite il tutto con un filo di olio extra vergine di oliva e qualche cucchiaio del sugo di cottura dei gamberetti.  unite le uova di quagli sgusciate e tagliate a metà, del gomasio e mischiate il tutto.
ottima con delle fettine di pane abbrustolito e un buon bicchiere di chianti rosso.

piatto primaverile, con insaltine che anticipano la stagione calda. non so voi, ma io quando arriva il caldo ho bisogno di piatti freschi. le insalate sono una delle mie fissazioni: non mi accontento mai di una semplice insalata di lattuga, le mie insalata devono essere composte, nuove e colorate e la primavera è davvero la stagione che richiama il colore.
con questa insalata partecipo al contest di Beatitudini in cucina, La primavera nel piatto

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

23 commenti

  1. ma queste creme mi incuriosiscono davvero un sacco..anche perchè ho una pelle molto delicata…ma quanto è bella sta Agneska?comunque la tua insalata è super invitante,così esotica con il daikon !bravissima

    1. lei è bella, bella e molto gentile, ha risposto a tutte le mie domande con una gentilezza squisita…..
      baci!

  2. interessanti le creme….e non ho mai mangiato uova di quaglia….i miei sono cosi` golosi di uova che l'idea di mangiarne 8 a testa li farebbe felici tutti….speso litigano per dividersi quello dispari nell'insalata!
    fra

    1. Sono piccole, morbide e soprattutto non contengono il famoso colesterolo cattivo. C'è una scuola di pensiero che dice che le uova di quaglia si devono bere a digiuno tutte le mattine: sarebbero un toccasana e un riequilibrante meraviglioso per il nostro corpo! mi piacerebbe provare!!!
      baci

  3. Dimenticavo, si può partecipare con una ricetta per categoria, quindi se ti va puoi postare anche un dolce 🙂

  4. Anche io ho la pelle molto sensibile quindi sono molto scettica nell'uso di prodotti, dovrei prima provarli. Ti ringrazio per la segnalazione sicuramente approfondirò l'argomento. Mi piace la tua insalata e ti faccio un in bocca al lupo per il contest. Ciao.

  5. peccato che qui non ho più l'abitudine di mangiare le uova di quaglia,nel mio paese ne mangiavo in quantità industriali,ogni primavera facevo la cura delle uova di quaglia,bevevo la mattina a stomaco vuoto le uova crude,qualcuno potrebbe storcere il naso ma erano veramente buone e facevano tanto bene….li vedo spesso da Auchan ma non ho il coraggio,non so se sono fresche…vediamo se il mio uomo si decide di allevare 2-3 nella nostra campagnia cosi ricomincio anch'io a consumarli….mi piace troppo l'insalata con le uova molli come li chiamo io,un tocca sana…complimenti anche per la collaborazione,ho avuto il piacere di provare anch'io questi meravigliosi prodotti…baciottoni e scusa per il "romanzo"..:D

    1. purtroppo io non ho altra alternativa all'acquisto al supermercato, ma vedo che la scadenza è molto lontana e di solito quando arrivano sugli scaffali sono deposte da pochi giorni…. mi piacciono i tuoi romanzi!!!
      baci

  6. Ma che forte st'insalatina!!! Non conosco le creme della signora, ma visto che ne parli tanto bene, perchè non provare?
    In bocca al lupo per il contest di Bea! Un bascio!

  7. Sandrinaaaaa! Che insalata fantastica!! Hai messo insieme tante cose che adoro! Complimenti!! <3 E questi prodotti devono essere buoni, ti dirò.. li proverei.. soprattutto perchè non testati su animali (è la prima cosa che conta per me!!) Grazie! Un abbraccio e felice pomeriggio 🙂

  8. Interessante questa tua collaborazione! Anche io ho una pelle molto sensibile e tendente agli arrossamenti, quindi grazie per i consigli!
    Inoltre se a forza di usarle si diventa fighe come lei? Non sarebbe male!!!
    :-DDD
    Comunque a parte gli scherzi io non sono mai stata una fissata delle creme ma come dici tu un pò bisogna aiutarsi e sinceramente certe mattine è la mia pelle da sola a richiedere aiuto, vuoi in inverno per il troppo freddo o in estate per il troppo caldo….
    Ottima insalatina.
    alice

    1. Alice, io li ho provati prima per me, se non danno fastidio a me te li do' per certi al 99%… io sono quello che mia mamma ha sempre definito "un frignolo per queste cose"….. povera me, mi tocca incremarmi tutta con l'età!
      baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.