la schiacciata all’olio ma con la farina di castagne

la schiacciata all’olio con farina di castagne

la schiacciata all'olio con farina di castagne

 

sta arrivando l’autunno
con i suoi colori morbidi, con le sue sfumature dolci
le colline toscane si colorano di arancioni, di gialli, di marroni
il primo freddo punge la mattina ma poi
arriva il sole che allontana le nebbie
e si respira il profumo della terra,
delle foglie cadute, dei frutti di ottobre,
castagne, corbezzoli, melagrane
la nostra vita quotidiana è scandita
da piccoli gesti abitudinali che mutano con il mutare delle stagioni
che scandiscono le nostre giornate
si indossano ciabatte morbide e calde, si riscoprono
maglioni di lana, si ha voglia
di tè e tisane, castagne arrostite,
ci si scalda davanti al caminetto acceso
cercando conforto nelle fiamme ammalianti
la schiacciata all'olio con farina di castagne
e così è arrivato il primo freddo, quello che ti izzica le ossa e ti fa brillare la punta del naso.
io comincio a stare bene con queste temperature, lo so, sono controcorrente ma io sto bene con il fresco, il caldo mi debilità.
e con il primo freddo ho riacceso la stufa enonomica, quella a legna, la stufa azzurra che fa profumare tutto di buono.
la prima ricetta in assoluto, che ho rischiato di bruciare perchè ancora non ho capito bene come funziona il forno, ma che per fortuna non ho bruciato.
farina di castagne, macinata a pietra, farina integrale grossa sempre macinata a pietra, farina di grano verna, lievito madre, olio sale e rosmarino per una magnifica schiacciata toscana dal sapore un po’ diverso.

la schiacciata all’olio con farina di castagne

dedicata alla mia amica Daniela 
ringraziandola per le meraviglie che ci regala quotidianamente  
la schiacciata all'olio con  farina di castagne
al posto del lievito in coltura liquida potete usare
10 g. di lievito di birra, il procedimento non cambia.

le regole sono le stesse, voi conoscete il vostro lievito e il vostro microclima,

voi conoscete il vostro forno e le vostre farine.
l’assorbimento dell’acqua varia da farina a farina e quindi dovrete
fidarvi delle vostre sensazioni
dovrete impastare fino ad ottenere un morbido e plastico
composto, io di solito faccio lo s&f, cioè l’incordatura a mano
perchè come dico sempre impastare rilassa
QUA un’ottimo video della mia amica Menta & Rosmarino
che vi spiega come incordare a mano e vi da un’idea dell’idratazione
che deve avere il vostro impasto.
questa ricetta partecipa a Panissimo #22 ,
raccolta di lieviti dolci e salati mia e della Barbara, Bread & companatico 
che questo mese è ospitato da
Maria Teresa, Degustibus Itinera 
e anche dalla nostra gemellata polacca
che trovate per questo mese QUA
la schiacciata all'olio con  farina di castagne
la schiacciata all'olio con  farina di castagne

 

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

35 commenti

  1. Ciao Sandra non ci conosciamo ancora, o meglio io comincio ora a conoscere te, le tue ricette e i tuoi pensieri. E mi sembri proprio una bella persona. Poi l introduzione di questa ricetta mi trova completamente in sintonia con te!!! Adoro i colori dell autunno e i primi freddi, le giornate che si accorciano e tutti i prodotti di questa stagione. .
    comprese le castagne! Purtroppo qua in Liguria stamattina ancora 18 gradi! E cielo bigio. …mi devo consolare con questa tua ricetta. Ti aggiornerò sul risultato. Un bel ciao autunnale……

  2. Mai usata la farina di castagne in questo modo, scontato dire che mi sono innamorata della ricetta, perchè per me nuova e particolare! L'autunno ci sta regalando tante idee belle, spesso nei blog oltre a leggere vorrei addentare in diretta i cibi che vedo in foto, come in questo caso… 🙂

  3. E' proprio vero che si ha voglia di accendere il camino, nonostante le temperature siano ancora buone e in realtà non ce ne sarebbe bisogno! Devo proprio provarla questa focaccia, mi fa tantissima voglia!

    1. DARIA CHE PIACERE!!! a me è piaciuta tanto e per dirla tutta anche ai miei perchè è stata fulminata in un balletto. grazie tesoro!!!!

  4. Ti leggo sempre con grande piacere. E oggi, un po' infreddolita, mi lascio avvolgere dalle parole, dal profumo di questa schiacciata, dai colori delle tue foto, come da una calda coperta. Mi piace l'autunno di questo post.

  5. Ogni volta che entro qui a casa tua mi emoziono, mi sento letteralmente immersa da energie positive e pura bellezza!
    Ogni tua parola, ogni tuo scatto, ogni tua delizia culinaria esperime passione, sei davvero unica.
    Ti ringrazio per aver impreziosito la raccolta panissimo22
    Un abbraccio forte
    Maria Teresa

  6. Complimenti Sandra, il fascino di questo post mi arriva dritto al cuore…come sempre quando passo a trovarti!!!!! Questo post fa così Comfort food!!! Un abraccio grande!

  7. Non ho mai provato la farina di castagne, devo rimediare il prima possibile, perché la tua schiacciata è troppo invitante!!!!!
    Bravissima!!!!!

  8. Questa focaccia è un vero spettacolo O_O
    Complimenti Sandrina, speriamo che il suo profumo sia di buon auspicio x un periodo migliore e positivo ^_^

  9. Che meraviglia!! Ma sai che la voglio provare?? MI piace tanto la farina di castagne e questa schiacciata mi sembra una favola!!! Anche io faccio incordare spesso a mano, non so, la planetaria ancora per gli impasti la devo capire, non riesco a entrarci in sintonia!! Buona giornata!

  10. Comincio a respirare e la mente ricomincia a funzionare correttamente: il fresco, il freddo è essenziale per me, visto che non amo quel caldo soffocante e quelle giornate luuuunghe e che non finiscono più.
    E visto che è tornata la mia stagione preferita, inforno come non ci fosse un domani…. e mangio anche!!!
    Mi piace tutto con la farina di castagne, la infilo dove posso, così per creare un sapore nuovo e gustoso. Mi piace la schiacciata, bella unta, eh?!!
    Ciao Isabel

  11. mi viene l'acquolina…in eccesso! Mi piacciono un sacco i bucotti fatti con le dita, sanno di buono e di fatto con amore.
    dopo mi guardo il video sull'impastare, devo dire che più guardo queste meraviglie e sotto sotto mi vien voglia di impastar… ma non è ancora tempo per me.
    bacioni Su

    1. Cincia: nei buchini ci rimane l'emulsione di acqua e olio e mentre fuori tutto è croccante il buchino rimane morbido, un contrasto di consistente incredibilmente buono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.