L’ho fatto…. il burro….

E che cosa sarà mai, direte voi, ma per me, per me che il burro è una delle cose più meravigliosamente deliziose del mondo, per me che fin da bambina lo mangiavo a cucchiaini con mia mamma che mi rincorreva con il mestolo in mano, il burro….. una vera libidine!

Il burro, ohhh, ragazzi, il burro…. e non è poi così difficile, anzi, direi che è una grande “bischerata”.
Basta un po’ di panna, un mixer e un po’ di pazienza….
Ma ve  lo voglio raccontare, mi dispiace ma ve lo dovete proprio sorbire.
Ieri sera sono stata da una mia vecchia amica che non vedevo da tantoooo tempo: ci siamo concesse una lunga chiaccherata passeggiando sul lungo Arno sotto un sole finalmente primaverile dopo tutto il freddo che è stato fino ad ora! E’ stato un tuffo nel passato, ci siamo buttate nei  ricordi  e ci siamo aggiornate sui bambini….
Lei era la  tata  del mio bambino ormai maggiorenne (per lui lei era la NENA)  da quando aveva 10 mesi fino a quasi 2 anni, persona di fiducia e di sani principi oltre a essere un “generale” come la chiamavamo noi per la ferrea disciplina. Fra le nostre passioni in comune c’è il cibo, c’è sempre stato il buon cibo. L’accordo è sempre stato quello: quando lei trovava qualcosa di particolarmente fresco o buono lo comprava e io lo cucinavo per poi mangiarcelo tutti insieme. E ieri sera ci siamo messe a parlare anche di cibo oltre che dei nostri “bambini”.
“Ma che cosa cucini ora? In quale periodo sei?”
“Si, come Picasso, lui aveva il periodo blu e io ho il periodo “grasso”….
 E parlando parlando le ho raccontato delle mie ultime fatiche culinarie. E poi, le ho detto: ora devo fare il burro, ho la panna in frigo da qualche giorno ma non mi accingo… ho paura che non mi monti!
Io e la panna non abbiamo avuto mai un rapporto particolarmente felice, almeno in passato, adesso va un po’ meglio ma avevo comunque paura della delusione se il burro non fosse apparso magicamente dal mixer!
E poi, non avendo la planetaria ma un semplice mixer, mi sono detta: non è che tenendolo acceso per 10 minuti di fila mi si fonde tutto? Ho anche pensato di farlo a mano, nel barattolo, come suggeriscono sul web ma ripensandoci non avevo voglia di perdere l’uso delle braccia. Nooooo, sono arrivata a  casa e ho preso il coraggio a due mani: ho tirato fuori il mixer e gli ho fatto un discorso serio. Gli ho intimato di non rompersi, per nessun motivo: mi ha dato retto, bravo ragazzo.
Ho parlato anche alla panna, gli ho chiesto, per favore se aveva intenzione di diventare burro….. è stata brava anche lei…. e ho fatto partire l’aggeggio. E via via che il mixer montava io controllavo dal foro del coperchio, e piano piano montava, e piano piano diventava giallo, e piano piano il latticello si separava, e piano piano si formava la palla di burro fino a che il mixer non ce la faceva più a sbattere!! Che soddisfazione, che so-ddi-sfa-zione!! le cose belle della vita non sono forse le più semplici? CHE SODDISFAZIONE! Si, fatemelo dire, CHE SODDISFAZIONE!!!!

A quel punto ho aperto il mixer, ho svuotato in un barattolo il latticello, pensando di farci dei panini per sabato sera, e ho tolto il burro per metterlo nella papera…..come che papera? Questa papera……

Consigliavano di lavarlo ma io non me la sono sentita, l’ho scolato ogni tanto dall’acqua che si formava e ho cominciato a fotografare: che una soddisfazione così non la vuoi mettere in mostra? Sia mai, mai, mai….
Il passaggio dopo è stato l’assaggio. Io e l’adolescente lo abbiamo assaggiato con il cucchiaino, così, puro e nudo e ci siamo guardate negli occhi. Mi ha detto: “mamma, la differenza con quello che si compra è come mangiare e stare a guardare”.  L’ho fatto assaggiare anche ai ragazzi di casa che hanno strabuzzato gli occhi, effettivamente la differenza è notevole!

Ahh, che soddisfazione!

Per festeggiare il burro a cena riso e tortelli di patate semplicemente a burro e formaggio……. che cosa si può volere di più?    Beh, ci sarebbero tante cose,  chiederò in separata sede….

Buono!!!!!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

17 commenti

  1. Lo vedo adesso il post sul burro e…wowww!!! Sarà anche una grande bischerata ma io ancora non ho avuto il coraggio! Se mi venisse come il tuo farei i salti di gioia 🙂

  2. E non avevo dubbi che avresti messo il nome alle galline! Io vorrei anche una capretta… solo per il latte e per fargli fare da decespugliatore ecologico!

  3. Lo devo provare a fare anche io il burro con la panna, tantopiù che io ho qualcosa che assomiglia alla planetaria :-p
    Simpatica la storia con la tua amica.

    Ciao,
    Sara

    1. Che meravigliaaaaa, bravissimaaa, anch'io lo faccio, però all'antica, come faceva mia nonna; alla sera metto il latte (comperato dalla contadina che ha 2 bellissime mucche) in una terrina e lo copro con una salvietta pulita. Alla mattina, con un cucchiaio prelevo quella meravigliosa panna e la metto nel fiasco, lo chiudo e poi e daiii scuoti, scuoti, scuotiiiii sino a quando si è formato il burro. E' una squisitezza…ma…che fatica!
      ciaoo e buona serata
      bacione

    2. Bruna, senza volere ci hai dato la ricetta antica del burrro, che meraviglia! Certo, che fatto come dici tu con il latte VERO deve essere uno spettacolo, io mi devo accontentare di quello del super… lo sai quante volte ho pensato di metter su una mucca tutta mia? Ma poi morirebbe di vecchiaia, sono sicura che diventerebbe una di famiglia! Ciao tesoro e grazie ancora!!!^_^

    3. Ahhhhahhhhhhh, ma come hai ragione, ma sai che noi abbiamo le galline, i galli ecc.ecc.. e noi usiamo solo le loro uova e poi naturalmente…a parte che, non mi prendere in giro, ma ogni una ha il suo nome…e poi naturamente, mi vergogno a dirlo, ma muoiono tutte di vecchiaia!
      Ciaoooo e grazie a te!
      bacioneee

  4. la prima volta che l'ho fatto mi son ritrovata incredula e con una crescente emozione che andavano di pari passo mentre lo vedevo formarsi, è stata una bella esperienza ^_____^ complimenti anche a te, ciauzzzzzz

  5. Certo che con la panna di montagna…..
    il mio mixer è un po' "antico" e ha un aggeggio strano per montare, ma, devo dire che funziona egregiamente. Le fruste vanno + che bene a meno che tu non voglia usare la forza bruta e mettere la panna in un barattolo di vetro e checherare di brutto!

  6. Cavolo devo provarci!!! Ci sarebbe da andare a prendere la panna buona in montagna… ma hai usato ilm ixer quello normale con le due fruste giusto? Il mio è piuttosto piccino… speriamo non fonda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.