Frittura di fiori di sambuco e di acacia e …..ma tu cosa fari da grande?

soundtrack  “until the and of the word”
w.wenders

Ma tu cosa farai da grande? questo è il ritornello che da qualche mese io ripeto al mio bambino che quest’anno “maturerà” in materie artistiche. e lui mi guarda e sospira. ormai si è rassegnato ad avere una mamma un po’ strana, un po’ fiorita.
poi, qualche settimana fa, alla domanda solita risponde

vorrei fare lettere e filosofia 

mi sono salite le lacrime agli occhi. allora è vero, allora tutto quello che abbiamo seminato in questi 19 anni, tutti i libri che riempiono gli scaffali e i mobili e i cassetti e le scale di casa e ogni anfratto libero sono serviti a qualcosa. e tutta la musica che è sempre stata presente nell’aria, e tutte le conversazioni con amici interessanti e un po’ diversi come noi, e tutti le mie filippiche… allora qualcosa ha attecchito e comincia a germogliare.
ho sempre pensato che bisogna  studiare  per cultura personale, per arricchire lo spirito, per aprire la mente e non solo per trovare un buon lavoro.
e lettere e filosofia è sempre stato uno dei miei sogni più grandi. lo so, i figli non possono esaudire i tuoi desideri mancati, ma scusate se è poco,  io sono contenta di questa dichiarazione di intenti.
e quando poi ha detto che vorrebbe provare ad entrare nella selezione della Normale di Pisa, numero chiusissimo, mi si sono allagati gli occhi.

dovrai studiare, dovrai impegnarti a fondo se vuoi provarci

macchè mamma!!!!  il test di ingresso è un quiz di intelligenza, quiz mnemoci ecc. ecc. ecc. ecc…..come quelli che fanno per misurare il quoziente di intelligenza …

ecco, ho pensato, io in quei test non ho mai dato il meglio di me e lui invece, lui sembra assolutamente tranquillo e sereno.

e… quindi?

quindi  appena mi dichiareranno maturo invierò la mia domanda per email….. ai 28 ammessi sulle 1500 domande circa sarà dato vitto e alloggio e uno sconto importante sulle tasse universitaria…. mi sembrerebbe una buona cosa e vorrei proprio provare ad entrare

non ho detto niente ma ho pensato che se non ci fossero inghippi lui avrebbe buone chance di farcela….ma qui siamo in Italia… dobbiamo pensare anche ai raccomandati? ditemi di no per favore, ditemi di no. 
dopo questa dichiarazione gli ho fatto il fritto. lui lo adora. 
fritto misto di  fiori

passeggiando,
in questi periodi,
in campagna,
e io ci abito in campagna,
non puoi non imbatterti in fiori. fiori di ogni tipo e genere, erbe selvatiche, doni e regali di ogni tipo….
ho raccolto in dieci minuti, sulla strada che passa nel bosco per arrivare a casa mia qualche fiore di sambuco e qualche grappolo di fiori i acacia, ancora bagnati dalla pioggia di questi giorni  autunnali  emmm, primaverili

fritto è buono anche una ciabatta, diceva mia nonna, e quanta verità in quelle parole.
zucchine a km zero con magnifici fiori da friggere….


vi serviranno, oltre alle verdure e i fiori da friggere, farina tipo 0, acqua deminaralizzata e ghiaccio.
ho semplicemente lavato i fiori e tagliato le zucchine. le ho passate nella farina e li ho bagnati nell’acqua e ghiaccio (l’acqua deve essere ghicciatissima per dare la croccantezza al fritto) e fritti in abbondante e sempre fresco olio di semi di girasole. un pizzico di sale e buon appetito. la natura ci nutre.
caratteristiche organolettiche: i fiori di acacia e di sambuco sono piuttosto dolciastri.
non ho voluto fare la pastella per non appesantire la frittura: questa ricetta fusion fra toscana e tempura giapponese da i suoi frutti….

con questa foto in bianco e nero partecipo al Mercoledì monokromo (Black and White Wednesday creato da Susan di The Well-Seasoned Cook
e  organizzato da Cindystar,  che per la Week #84 sarà ospitato da Simona di Briciole che ringrazio anticipatamente per la cortese ospitalità!!
vi lascio altre foto, il fritto era perfetto e croccante….

Con questa ricetta, partecipo al contest di IPasticcidiLuna sponsorizzato da Fotoregali, per la categoria  salati

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

41 commenti

  1. Molto interessanti le tue proposte, grazie mi hai aperto un mondo! 😀 in bocca al lupo per il mio contest e grazie ancora

  2. Sandra, da una mamma come te non poteva che uscir fuori un figlio speciale! Immagino come gongoli!!! 🙂
    Questo fritto? Ti dico la verità, avevo colto i fiori di acacia e di sambuco per provarli così, ma poi son stata pigra e li ho trasformati in sciroppo. Ora però a vedere i tuoi mi mangio le mani! Son così belli! Ti adoro! 🙂

  3. Un grosso in bocca al llupo a tuo figlio. Sembra un ragazzo molto ben determinato e puoi davvero esserne fiera e orgogliosa 🙂
    Mi hanno sempre incuriosita i fiori fritti. Devono essere davvero gustosi. Averci un posto sicuro dove poterli raccogliere 🙁 Un bacio, buona settimana

    1. ci vuole il bosco per i fiori di acacia così siamo sicuri che non hanno preso trattamenti o troppi tubi di scarico delle auto!!!
      baci

  4. grande! ma cavolo io sarei straorgogliosa se mai avessi un figlio..e sopratutto così!! Sandra..ma che dirti? con una madre così non ci son dubbi che il figlio non sia da meno! dico davvero!amoamoamo questa fritto misto di fiori! mitica:)bacione

  5. Ciao Sandra, ho letto tardi il tuo commento al post, e mi dispiace…purtroppo fra lavoro e musica riesco a star poco dietro al blog. Sappi però che alla fine leggo tutto! Ti metterò sicuramente fra i blog che seguo – quando riesco…-, se vuoi rimanere più in contatto ti lascio il mio facebook: https://www.facebook.com/nevesudilei

    Vienimi a trovare qualche volta, mi fa piacere!

    *neve*

  6. Di tutti i semini che spargiamo nella vita alcuni poi ci ritornano dando il meglio, complimenti per il senso della cultura che tuo figlio ha recepito, quanto sia importante nella vita anche se poi magari non sempre si collega a quello che si fa, di questi tempi! Ma c'è sempre la speranza che prima o poi qualcuno riesca anche a fare quello che più ama, ed è quello che auguro a tuo figlio! Vorrei tanto dirti di no….ma
    non è successo a mia figlia che ha raccolto l'amore per l'arte che abbiamo cercato di trasmetterle fin da piccola, è diventata restauratrice e per qualche anno ha anche lavorato nel settore, ma da parecchio tempo si trova costretta a fare ben altro, accettando lavori completamente diversi dalle sue competenze,poveri ragazzi!
    Mi consolo con uno dei tuoi magnifici fiori pastellati, a proposito controlla il titolo ti è scappato un D su fiori,
    buona domenica!

    1. lo so, ma perlomeno tua figlia ha fatto e sa fare qualcosa che le piace e la sua anima trabocca di immagini meravigliose antiche e di cultura… e ti pare poco? grazie, ho corretto tutti gli errori scappati nel titolo!
      buona settimana!!

  7. A parte i fiori di zucca non ho mai assaggiato nessun altro fiore fritto.
    Devono avere un gusto molto particolare se assomiglia al profumo intenso che emana la acacia!
    Molto originale!

  8. Allora, io devo essere sincera fino allo stremo, come tu lo sei con me (a proposito, non sei più arrabbiata vero? 😀 abbiamo fatto la pace? :D).

    Dunque, appena ho visto i fiori fritti ho detto: "Maledetta!!" in senso buono però. Perché anche io a casa dei miei ho il sambuco e l'acacia e domenica scorsa volevo farli….ero già coon la forbice in mano quando mio padre mi ferma e mi avvisa che in settimana era stato costretto a dare il diserbante per i pidocchi …dico, ma ti sembra giusto???? volevo piangere.
    Poi arrivo qui e vedo che tu ce l'hai fatta e sono coperta di sana invidia 😀 l'anno prossimo non me fregano però, eh! com'erano? squisiti vero? *__________*

    Per il figliolo…ti appoggio nei pensieri, anche se vedo la difficoltà di realizzarsi di tutti quelli che studiano le scienze umanistiche…in un Paese come il nostro si fa davvero fatica. Ma auguro a tuo figlio un grandissimo in bocca al lupo.

    Mi piaci Sandra. Te lo sai.

    Un bacio Susina mia.

    1. mi piaci anche tu e certo che non sono arrabbiata, mai stata arrabbiata con te, tutta una sciarada!!!
      io il sambuco l'ho raccolta nel bosco: niente diserbanti.
      ho già arruolato i miei figli per la raccolta della bacche, quest'anno DEVO fare la marmellata… alla fine è molto simile alla marmellata di more… una squisetezza…
      crepi il lupo, e crepi anche qualcos'altro in questa Italia martoriata dalle raccomandazioni.
      un abbraccio Michela susinata!

  9. In bocca al lupo a tuo figlio. La storia dei quiz mi ha fatto ripensare a quando ho dovuto fare il GRE qui negli USA per poter fare domanda al corso di dottorato. Nella parte logica sono andata molto bene e devo ringraziare anni di Settimana Enigmistica. Cosa non darei per provare dei fiori di sambuco! Mi consolo con quello che ho. Sto leggendo un libro di ricette coi fiori e tra un po' ne parlero' sul blog. E naturalmente attendo l'arrivo al mercato dei fiori di zucca. Grazie infinite per il tuo contributo a BWW!

    1. partecipare a BWW è un onore per me. e poi tu parli di fiori che hai fatto quel pane stupendo con la lavanda? io me lo vedo sempre davanti agli occhi….aspetto che fiorisca la mia per provare!
      baci

  10. Complimenti per tuo figlio, ha le idee chiare e questo nella vita è la cosa più importane. Gli faccio un grosso in bocca al lupo, se lo merita. E te le meriti anche tu!!!! E' normale che ogli genitore avesse delle aspettative sui propri figli e quando queste corrispondono con i desideri dei figli, è il massimo.Le fritturine sono deliziose, bravissima.

    1. non è sempre facile far collimare tutto… l'importante sarebbe che fossero felici… i figli. Crepi il lupo Giovanna, baci!

    1. Patty, come si suol dire: ogni scarrafune è bello a mamma suja… o no?
      grossi baci con lo schiocco!

  11. Mio figlio – la Pulce – ha solo sei anni e discorsi così impegnativi di scelte sono ancora lontani, però…. però è un appassionato "consumatore" di libri, come la sua mamma che – ai suoi bei dì – era più economico mantenere a fette di filetto che a libri (così dice mio padre).
    Il fiore di sambuco qui è diffusissimo; fritto non l'ho mai fatto (ci proverò): finisce dritto dritto nel pan meino, la prima torta che ho preparato in vita mia e che è stato il mio dolce d'esordio nell blog-cucina (e del resto il mio blog non è forse "Fiordisambuco"?)
    Claudette

    1. allora vado subito a curiosare nel tuo primo post…. cara Fiordisambuco…. e la pulce… ancora ha qualche anno per scegliere cosa farà da grande. ma tu comincia a seminare, mi raccomando!

  12. Caspita Sandra non sò da dove iniziare.
    Inanzitutto complimenti a voi genitori per avergli trasmesso il meglio ed in questo non intendo il fatto che lui voglia studiare, bensì la continua speranza di fare del suo meglio e raggiungere i suoi obbiettivi.
    Io ho 23 anni.. ho studiato molto, come tutti i liceali, però ad un certo punto ho capito che quella non era la mia strada.. avevo un'azienda da seguire!
    Poi ho capito di aver fatto una giusta scelta, sono ancora giovane e posso ricominciare in qualsiasi momento.. per ora mi dedico ai miei amati libri di giardinaggio e di erbe (i tuoi fiori sono una bontà!).
    Poi mi complimento per la persona che sei. Una mamma buona e una mamma italiana.. e non c'è niente da fare.. sono le mejo! ;D Valeria

    1. intanto grazie per aver detto che sono una mamma buona e italiana… e si, le mamme italiane hanno una marcia in più, su tutte….
      detto questo certo che hai fatto la cosa giusta Valeria…. giustissima direi, la terra, il giardino, la campagna, l'azienda… ritorno alle origini: bisogna ricominciare da lì secondo me.
      un abbraccio da mamma (potrei essere anche la tua) e un abbraccio e complimente anche alla tua di mamma… bel lavoro che ha fatto!!!

  13. ahahah..cuore di mamma 😛
    In bocca al lupo al "maturato" anche se dai presupposti non penso ce ne sarà assolutamente bisogno!
    Complimenti per tutto!
    Buon WE <3
    la zia Consu

  14. Sandra tu mi fai irrimediabilmente pensare a mia mamma…perchè con noi è sempre stata così…con gli occhi umidi e carica d'amore. Tu sei splendida che vai a cogliere fiori e poi li friggi anche, per il tuo "grande" bambino…io incrocio le dita per lui, credo che un'Italia senza raccomandazioni sia possibile.
    Ti abbraccio forte!

    1. … e qui, cara la mia Berry, ancora non ci eravamo guardate negli occhi. ora lo sai davvero che mi vengono i lucciconi dall'emozione!!!
      ciao topino!

  15. Oh Sandra che emozione leggerti!!!
    Che bella coincidenza vedere che anche tu hai fritto oggi! E, come me, con olio di girasole!

  16. In bocca al lupo per tuo figlio! Capisco il tuo orgoglio e la sua determinazione è fondamentale. Lo aspetta un percorso davvero arduo perchè oggi il settore dell'insegnamento richiede un dedizione fuori dal comune e tanto sacrificio (pure troppo onestamente, ma non continuo non è questo il momento di fare un pippone sui precari e sullo Stato…).
    Il frittino è delizioso!!!
    Bacioni

  17. hai di che essere orgogliosa tesoro mio!!!!
    qui siamo ancora al primo anno di materna e la strada è lunga ma voglio pensare anch'io che qualcosa di buono possiamo fare:-)
    in bocca al lupo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.