Marmella di fichi avanzati e noci ….senza zucchero però!

Si, di fichi avanzati e noci.
Avanzati perchè durante la raccolta dal mio fico personale del giardino mio personale personalissimo  io credo di averne mangiati più di quelli che ho portato a casa per fare la marmellata!
Oooooooooooh, ne ho mangiati un po’. Mentre raccoglievo nel cestino ne ho trovato uno un po’ aperto, uno troppo maturo, uno troppo indietro ma ormai lo avevo raccolto, uno un po’ bucherellato, uno…… uno non lo so come ma me ne sono mangiati tanti! Avete mai provato la differenza fra mangiare la frutta appena colta dall’albero e mangiarla  anche solo un’ora dopo? per non parlare dei banchi del supermercato…
Ieri i miei fichi erano calduccini del tiepido sole settembrino, mordibi e succosi, dolci come il miele e belli come non mai.
La marmellata di fichi per me è un gradito ritorno. Mio suocero ne è ghiotto e tutti gli anni a settembre mi chiede.

“Ma la marmellatina di fichi quest’anno non la fai?”

E’ il mio modo di ripagare  tutte le zucchine, i pomodorini, le insalate che lui mi regala del suo orto,  con un paio di barattoli di marmellata di fichi e noci me la cavo!  Ma senza cannella, lui dice. E io rispondo di si, senza cannella, ma un cucchiaino mi ci scappa sempre! E quest’anno con la variante del senza zucchero.

gli ingredienti per 4 barattolini di marmellata

1 kg abbondante di fichi neri maturi 
2 cucchiaio abbondanti di malto di mais
la scorza di un limone
una decina di noci 
4 o 5 mandorle pelate
cannella in polvere 
Sterilizzate  i barattoli di vetro in lavastoviglie. Una volta asciutti passateci dentro con un po’ di grappa o di alcol puro per annientare tutti gli eventuali intrusi e metteteli a testa in giù in attesa di essere riempiti.
Tagliate a pezzettini i fichi e metteteli in una casseruola con il fuoco moderato. Aggiungete, di nascosto quando non vi vede nessuno, un bel cucchiaio di cannella. Lasciateli bollire e disfare lentamente. Dopo una ventina di minuti potete passare la marmellata o semplicemente frullarla con il frullatore ad immersione. Io preferisco l’immersione  perché così lascio anche dei pezzi interi di frutta. A questo punto aggiungete il malto e la scorza del limone tagliata a listarelle piccole piccole. Bollite fino a che la consistenza non è quella che voi preferite – di solito altri venti minuti. Spengete e aggiungete i gherigli di noce e le mandorle tritati grossolanamente. Mettete la marmellata ancora caldissima nei vasetti, chiudete bene il tappo e metteteli ancora a testa in giù per fare il sottovuoto. Quando la marmellata sarà fredda potrete girare i barattoli ed etichettarli. Dice che lo zucchero è quello che conserva le marmellate: a parte il fatto che questi due barattolini forse arriveranno a fine ottobre, forse, ma le marmellate si conservano benissimo anche senza tutto quello “zucchero” raffinato che di solito usiamo con tanta facilità non sapendo quando male ci puo’ fare.
Se qualche volta possiamo farne a meno dovremmo provarci.
 

Noi l’abbiamo assaggiata a colazione stamani, con il pane abbrustolito e una bella tazza di latte e caffè ….. il primo barattolo è già a metà e non si sente la mancanza dello zucchero, anzi, sembra di mangiare un fico appena colto!

Questa marmellata la invio a Barbara di  Un giorno senza fretta per il suo contest uva e fichi….

e anche da  Dauly di Cucchiaio e pentolone

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

40 commenti

  1. Ciao Sandra, pensa che non mi è mai capitato di mangiare la frutta appena colta dall'albero, a parte l'uva, ma non appena colta, qualche giorno dopo. Comunque già quella era meravigliosa rispetto al mercato, per non parlare del supermercato….
    Ci credo che questa marmellata evapora 😉 Baciotti

  2. Sandra, ma lo sai che mi hai incuriosito moltissimo con questa marmellata senza zucchero e con il malto ?…in effetti mi domandavo quanto si mantiene, hai provato a conservarla un pò più a lungo di due mesi??

    Non so com'è l'acquario con cui vivi, magari non saremo compagni di vita ideali, ma un pò particolari lo saremo sicuramente.
    Salutami l'acquario e buona serata a te
    ciao loredana

    1. Non siete particolari e basta, siete particolarissimi! Mica facile vivere con voi, di sicuro non ci si annoia!!!!
      Ma d'altra parte non ho mai rimpianto la mia scelta, sono una persona in continuo movimento anch'io….
      La marmellata se si mantiene più di due mesi?
      Di solito la mia non ci arriva mai a due mesi, ce la facciamo fuori sempre prima ma Camiria di Una V nel piatto dice che si mantiene benissimo con il fruttosio contenuto nella frutta stessa…. io mi fido di lei….
      Ciao Loredana, grazie!

  3. eccomi, la ricetta va benissimo per la mia raccolta, anzi, mi sa che questa marmellata la faccio subito, adoro i fichi!!
    grazie per avere partecipato!

  4. Miseria Sandra non potevi postarla prima sta ricetta?
    Ormai i fichi delle piante di mio suocero sono passati là!
    l'ho fatta solo una volta la marmellata di fichi,
    mi era fermentata e da allora non ho più voluto saperne!

    1. Mai fermentata Silvia e io la faccio tutti gli hanni più che altro per mio suocero che ne è ghiotto.
      Dai, trovane qualcuno da qualche parte, i fichi sono dappertutto e prova! Due barattolini ini ini e mi ringrazierai!

  5. tu sei una donna sana, saggia e bella. E ora capisco perchè il fato ci ha diviso con tanti km….io e te insieme davanti ad una pianta di fichi…..vincevamo noi!

    1. Si, sono tutte quelle cose che dici e si, il fato ci ha diviso perché insieme potremmo essere state chiamate "le sterminatrici di fichi"…. ho avuto un mal di pancia…… ma erano così buoni! Vincevamo noi di sicuro!

  6. ciao..piacere di conoscerti!!!
    che bella ricettina che mi hai lasciato…ti ho già inserito nel contest!
    ti seguo con piacere xchè il tuo blog mi piace un sacco!
    a presto

  7. Non c'è niente che mi dia più soddisfazione che girare per la mia campagna e mangiucchiare qui e là i frutti dagli alberi, i pomodori dall'orto…

  8. vabbè questa è vietata con o senza zucchero, però ieri ho fatto quadratini di polenta abbrustolita con la mozzarella fusa sopra, la salsiccia ed i fagioli all'uccelletto: un successone 🙂

    1. Ma sei allergica a tutto ciò che è buono?
      Io vi ammiro, voi allergici, io morirei di consunzione per non poter mangiare…. certo se uno rischia di soffocare….
      La prossima ricetta è tutta per te, senza frutta secca o alimenti vietati…. perché non mi hai invitato a mangiare da te ieri sera? Il menu' mi sembrava superbuono!!! ciao Amanduccia cara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.