Che nome?

Buongiorno creature, tutto bene?

Ho bisogno di una mano: stasera io e la mia adolescente andiamo al canile di Cavriglia e ci portiamo a casa una cucciola di circa 2 mesi……… Domani vi posto le prime foto. Da quando Alcione e la Yuma ci hanno lasciato ci manca qualcosa. Abbiamo i nostri gatti, è vero, abbiamo ancora Pimpo che cresce a vista d’occhio e ci tiene compagnia, poi abbiamo la Piera, la nostra gatta nobile e bellissima e tutti gli altri….. ma un canetto che ti guarda con occhi sognanti ci manca proprio.
Dopo 14 anni di cani siamo in astinenza, tutti quanti anche se lo ammettiamo solo io e la ragazza.
Allora? Allora  stasera andiamo a prenderla e ce la portiamo a casa…… ma non abbiamo ancora deciso il nome, non è che mi date una mano?
E’ aperto il toto-nome: come la chiamiamo?
Grazie ragazzi, grazie…….

Probabilmente sarà lei….. che ve ne pare? 
per dare un’occhiata ai piccoletti ….

Buona vita a tutti!

Continue Reading

La Farinata con i “bozzoli”

I “bozzoli” a Firenze  sono i bernoccoli o qualcosa che sporge da una superficie liscia… quindi

“ti fo’ un bozzolo in capo”    vuol dire ti faccio un bernoccolo, oppure 

“ho un bozzolo nella scarpa” vuol dire che ho qualcosa che sporge nella suola della scarpa e mi da fastidio…

non so se mi sono spiegata ma a Firenze si dice così e mia nonna diceva così quando mi faceva la sua famosa farinata con i bozzoli, piatto. Piatto non della cucina povera ma bensì della cucina      poverissima    dato che gli ingredienti sono acqua, farina, pane raffermo e olio. Se poi c’era un po’ di formaggio…….
Piatto del dopoguerra quando il cibo non si trovava nei supermercati come oggi e i soldi erano pochi per non dire PUNTI (tradotto= nessuno).

Prendete una ciotola in cui scioglierete con un po’ di acqua due o tre cucchiai di farina tipo 0 e un po’ di sale. Sciogliete bene in modo che non ci siano grumi. Nel frattempo avrete messo a bollire  1ltr. e 1/2 di acqua leggermente salata e quando bollirà aggiungerete la farina precedentemente sciolta nell’acqua. Il tutto deve essere continuamente mescolato per evitare che si formino grumi e che il fondo si attacchi. Ci vorrà una decina di minuti di cottura.
Per i “bozzoli” dovete tagliare le fette di pane in quadratini e friggerli in olio di oliva extra vergine di oliva.
Servite caldissima, con i bozzoli dentro, una bella grattugiata di formaggio parmigiano e un C d’olio buono.
La minestra dei contadini fiorentini è servita!

 
 scriverò questo piatto al contest di Pan di Ramerino, la Toscana in tavola……. solo per il gusto di farlo, non mi aspetto vittorie ma mi basterebbe un pensiero….

Link contest  pan di ramerino

Saluti e buona vita a tutti!!

Continue Reading

“Parmigiana” di zucca gialla

Chi lo dice che le ricette semplici non sono buone? Questa, cari ragazzi è una ricetta semplice ed efficace…
Chi di noi non ha mai assaggiato la melanzana alla parmigiana?
Ecco, io ho fatto la zucca gialla alla parmigiana…..
Come sempre, rilassatevi e godetevela mentre cucinate..
gli ingredienti

  • zucca gialla a fettine sottili
  • farina
  • pomodori pelati
  • cipolla 
  • parmigiano reggiano
  • 1 mozzarella
  • origano 

Tagliate a fettine sottili la zucca, infarinate e friggetela in abbondante olio. Appoggiatela su una carta assorbente per scolare l’olio in eccesso. Mentre friggete la zucca potete fare e tenere sotto controllo la salsa con un soffrittone di cipolla e i pomodori pelati passati, lasciate bollire piano piano e aggiungete un po’ di acqua se si restringe troppo – deve essere abbastanza fluida. Aggiustate di sale e pepe.
A questo punto possiamo procedere a “fare” la parmigiana.
Solito procedimento: pomodoro, fettine di zucca, parmigiano grattugiato, mozzarella, origano e si ripete per 3 o 4 piani. Siate generosi con l’origano e il formaggio. Ultimo strato: aggiungete un gheriglio di burro e un po’ di pan grattato e tutto in forno per una decina di minuti o fino a che non hanno fatto la crosticina sopra…..
Consiglio: ci vuole un bel pane fresco…….. il  piatto si presta alla scarpetta!
Buon appetito e come sempre, buona vita!

 Con questa ricetta partecipo al contest di Su le maniche, 

Fuori di zucca

 

                                                             

Continue Reading