La torta alla Nutella

Ieri, mentre io e padre stavamo finendo di mettere nella serra le nostre amate piante grasse, senza dire niente a nessuno l’adolescente ha provveduto di suo iniziativa a fare una torta alla NUTELLA.

La cosa comincia così: sono andata a prenderla al rientro da scuola alla stazione (cosa che di solito non succede perché sono al lavoro a quell’ora)  e ci siamo fermate alle 14.00 a fare un po’ di provviste per il pranzo al supermercato. Ci siamo divertite, ci basta poco, un fuoriprogramma e noi ci si diverte. Ci piace stare insieme a bisticciare, discutere e ridere insieme, siamo fatte così: moooooolto simili io e la mia ragazza. Tornate a casa ci siamo buttate sulla pizza appena comprata e poi abbiamo fatto un caffè. Niente dolce, a pranzo, perlomeno a pranzo niente dolce! Poi esco e con il 1/2 pompelmo do inizio alle 7 fatiche di Ercole per mettere a riposo nella serra le piantine grasse. Sono diventate enormi, le agavi,  E N O R M I! Per spostarle ci vuole un possente omaccione, io non ce la faccio proprio. Finito di sistemare tutte le piante siamo rientrati a casa, non prima di aver fatto un giretto per vedere se Alcione fosse nei paraggi……..Non è tornato……
Appena messo piede in casa ci assale un profumo di Nutella micidiale…… e, eccolo, il dolce della 14enne adolescente! Bello e buono, vi assicuro. Che dire, buon sangue non mente!!!

La ricetta della pupa:
si usa il contenitore della yogurt come unità di misura

  • Uno yogurt intero da 125 gr. 
  • 3 bicchierini y. di farina
  • 1 cucchiaio di farina di maizena 
  • 3 bicchierini y. zucchero
  • 1 bicchierino y. di olio di semi 
  • 3 uova 
  • scorza di arancio 
  • 2 cucchiai di Nutella 
  • un pizzico di sale 
  • 1 bustina di lievito per dolci

Montare a neve gli albumi dell’uovo e lasciarli da una parte. Montare bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina, la maizena, l’olio di semi, lo yogurt e il pizzico di sale e la scorza grattugiata di arancia. Continuare ad amalgamare con dolcezza. Quando il tutto è amalgamato aggiungere i 2 cucchiai di Nutella passati nel microonde e mischiare ancora in modo che il composto acquisti un colore omogeneo marroncino.
Per ultimo il lievito e poi le chiare con il mestolo di legno per non smontarle.Tortiera da 26 foderata di carta forno, 40′ di forno ventilato a 190° gradi, controllate…. Per vedere se il dolce è pronto usare uno stuzzicadenti: se infilandolo nel dolce esce asciutto  è cotto. Spolverata di zucchero a velo e via, il nostro è arrivato appena alla cena!!! Si potrebbe usare un po’ di panna per guarnire……..si, si potrebbe.

Buona vita a tutti zuccherini!

Continue Reading

Alcione se n’è andato

Salve ragazzi,
sono ormai 10 giorni che Alcione di Semifonte, il mio vecchio e adorato zuccone di cane è scappato.
Vecchio vizio del vecchio cane, ogni tanto partiva per un viaggio ma o tornava o, siccome lo conoscevano tutti, ci telefonavano per andare a recuperarlo. Venerdì scorso il vecchio ha deciso di andarsene per l’ennesima volta.
La veterinaria dice che ha sentito la solitudine per la morte della piccola Yuma… chissà….

lui con pimpo sulla schiena, erano amici…..

Il 29 ottobre il vecchio avrebbe compiuto 14 anni, era già oltre il limite della sua razza di un paio di anni.
Il problema è che lui era “dopato”, si prendeva 3 integratori alimentari per mattina che gli consentivano di alzarsi e muoversi abbastanza normalmente. Logicamente non aveva una grossa autonomia e, quindi, questa volta se n’è andato per boschi come il solito ma probabilmente non è arrivato da nessuna parte e non ce l’ha fatta a ripartire…
Abbiamo organizzato battute di ricerca con tutti i vicini, siamo andati a cercalo nel bosco vicino, al mulino sull’Arno, in giro per strade e stradine ma niente…. Abbiamo attaccato cartelli con foto e numeri di telefono dappertutto, per ora niente……..
Stiamo accettando l’idea che non sia più con noi….. Con dolore lo saluto.

Ciao vecchia testa di cane, canone puzzoso, occhi dolci, amico di sempre…….
Continue Reading

Il canto delle balene

Buongiorno a tutti, 
Dovete sapere, se vi interessa, che nel giardino sotto casa abbiamo una piccola piscina ( un gommone fuori terra di 3 mtr. x 7 profondo c.ca 1.50 mtr.)che non è molto adatta al  nuoto ma  e ottima per  rinfrescarsi negli afosi pomeriggi estivi. Abbiamo deciso di comprarla una decina di estati fa, anziché andare in vacanza ci siamo presi il vascone pagandolo a rate. I bambini, all’epoca, erano contenti ed era un buon divertimento oltre che un’occasione di invitare amici e amiche . …..Con un po’ di sacrificio ma ha dato buoni frutti.  Adesso che i ragazzi adolescono la piscina è rimasta a noi e di conseguenza anche quasi tutto l’uso insieme a  tutta la manutenzione …….va beh!  
Tutto ciò per dire che, d’estate, quando il caldo è insopportabile spesso e volentieri mi piazzo lì dentro e mi rilasso. E questa estate ci sono stata parecchie volte anche da sola. Pensate, nel silenzio del pomeriggio, in campagna, si sentono i grilli, le cicale cantare, il sole che brucia la pelle, il meriggio assolatio….. e io dentro a galleggiare proprio come una megattera (con la stazza sto cercando di competere).

Ricordate la sensazione del galleggiamento nell’acqua, con gli orecchi sommersi: come un   fluttuare leggero, isolata dal resto del mondo, in un luogo dove niente e nessuno può farti del male. Sarà come tornare nell’utero…. Io adoro starmene lì da sola, immersa a pensare e a guardare la nuvole sopra di me. Entrare in un mondo di rumori ovattati……… riposare il cervello, mettere a tacere  il mio io cosciente e quello inconscio per lasciare emergere solo quello divino che riesce a collegarsi con la natura e l’universo per regalarti quella meraviglia di …… pace?
Mi sento in sintonia con l’universo nell’acqua, sono quelle cose che ti regalano una scorta di serenità e ti dici: ecchè cavolo, ma chi se ne frega di tutte le noie che ho intorno, ma chi se ne frega, non esistono….
Adesso l’estate è finita e la piscina è chiusa fino alla prossima estate…..
Pensando a questa cosa mi sono messa a cercare sul web un po’ di cose e mi sono imbattuta in questi meravigliosi giganti che cantano per i compagni lontani con una dolcezza che un uomo non riesce a esprimere….. Mi si allarga il cuore ……..  Ascoltate, per favore, questo è     il canto della megattera 
 
sua MAESTA’ la balena
15 mtr e 30.000 kg di  leggiadria
Non è incredibilmente bello e romantico?  Io sono affascinata dal mare, un sogno nel cassetto mio e del mio compagno sarebbe quello di potersi comprare 2 stanzine in riva al mare e ritirarsi a vita privata una volta in pensione…. sempre se a noi ce la daranno la pensione! 
Cercheremo di fare il possibile, io ci credo!
Siate felici per oggi balenotteri!

Continue Reading