pain fendu: farina di semola Senatore Cappelli a lenta, lentissima lievitazione

musica per l’ascolto

e porca miseria che roba questa semola Senatore Cappelli!
puoi trattarla male, malissimo. puoi fare finta di non volerle bene (impossibile), puoi dimenticartela.
fiorisce, fiorisce come un magnifico fiore.
un’esperienza mistica.
ho avuto una settimana con poco tempo per panificare ma ne avevo voglia con questa farina in casa.
poi ho tempo solo fino al 26 per preparare qualche altra ricetta per Mangiare Matera, quindi comunque dovevo panificare.
per ottimizzare i miei tempi ho pensato a una lunghissima lievitazione in frigorifero pur non sapendo che effetto poteva avere sulla semola.
ottimo effetto!!

ho usato:

150 g. di farina di semola di grano Senatore Cappelli
 150 g.  farina tipo 0 
150 g. di licoli attivo
140 g. di latticello
1 cucchiaino di sale marino integrale

in una ciotola grande ho mischiato il latticello tiepido con il licoli.
in una più piccola ho miscelato tutti gli ingredienti secchi, le due farine e il sale.
ho aggiunto le farine al licoli è ho amalgamato. senza lavorare troppo ho formato una palla e ho ripulito bene le pareti della ciotola grande. con la ciotola più piccola ho coperto la pasta e l’ho lasciata riposare per 10 minuti.  l’impasto era già più morbido. ho preso a pizzicotto una parte esterna della pasta e l’ho portata all’interno e ho fatto il giro dell’impasto. ho ripetuto l’operazione per otto volte. ho coperto ancora con la ciotola e fatto riposare per 10 minuti. ho ancora rifatto le pieghe per otto volte e di nuovo coperto con la ciotola. ho lasciato riposare per 10 minuti e ho ripetuto ancora le pieghe. 
ho coperto con la ciotola e fatto lievitare per 1 ora. 
ho spostato la pasta su un piano di lavoro infarinato e rifatto per otto volte il giro completo di pieghe.
(lavorazione del pane bianco come indicato nel libro “Come si fa il pane” di E. Hadjaiandreou)
ho formato una palla e con il mattarello ho eseguito la formatura del pain fendu come indicato nel link.

ho messo in frigo alle cinque del pomeriggio, formata e in una teglia di ceramica  con i bordi alti, con la carta forno infarinata sotto. coperto con la pellicola lasciando spazio per la lievitazione.
il giorno dopo alle quattro del pomeriggio la pasta era lievitata ma molto poco rispetto a quello che succede di solito. ho tenuto coperta la forma a temperatura ambiente per due ore e mezza e….. il miracolo è avvenuto: la lievitazione.
infornato nella stessa teglia per 40 minuti con il forno a 180°C ventilato e una grande teglia con acqua sul piano del forno.
ho spento il forno e ho lasciato  la forma in piedi a finire di asciugare con lo sportello aperto.

il risultato è questo.
pane profumato, delizioso, con crosta croccante e friabile allo stesso tempo e una mollica soffice e alveolata.
non vi dico che cosa non era ancora calduccino  con la vecchia Nutella sopra…..
pensavo di riuscire a tenermene qualche fetta per il pranzo del giorno dopo, pensavo… non è andata così.

questo pane è stato fatto per partecipare al concorso Mangiare Matera  ospitato da Teresa di Scatti Golosi 

magari non vinco, ma come dici tu Teresa ci ho  guadagnato  il colore del grano!

mando il pain fendu sul nostro gruppo facebook  Panissimo per la raccolta mensile  dei pani formati

ma anche da Menta e Rosmarino, da Michela per la raccolta mensile di Panissimo mia e di Barbara, Bread & Companatico, per il mese di Novembre

e poi dalla nostra gemella  polacca,   Zapach chleba

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

31 commenti

  1. Musica messa……pane spettacolo….ciotola di rame…chettelodicoaffà!!!! Mi piace tutto…..e smettila di dire che non vinci, cavoli, altrimenti mi incavolo veramente! <3

    1. Nessun segreto tesoro, figurati sono fatte dopo cena con il flash… solo che il salotto di casa mia ha luci soffuse e tutte lampade da tavolo e non luci del soffitto… – praticamente non si vede un tubo! – presumo che il trucco sia questo…. comunque GRAZZZZZZZIE!!!
      BACI

  2. Questo pane ha un'aspetto meraviglioso, cara Sandra; mi ha davvero conquistata!!!
    Nutella? No carissime bloggherine io lo mangio con una fetta sottilissima di pancetta arrotolata al pepe e magari con un ciuffetto di stracchino: perdonatemi ma merita molto di più questa meraviglia!!!

  3. Cavolo…una fetta di questo pane con la Nutella…potevi fare un fischio che venivo a farti compagnia! Devo assolutamente provare questa semola anche se non sono ancora una panificatrice seriale come te!!!
    Bacioni
    Silvia

  4. Adoro la farina senatore Cappelli, ho avuto anche il piacere di usarne di fresca integrale appena macinata… ha un profumo assolutamente particolare, ottimo! Bello il tuo fendu!

  5. Sandraaaaaaa……mi piace da matti il tuo fendu!!! Brava brava!!!
    Mi piacerebbe un sacco provare una farina senatore cappelli, di cui sento molto parlare.

    Bellissima anche la ciotola di rame :')

    Un bacione Susina mia :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.