Pan brioche filante con visciole sciroppate e mandorle

 

pan brioche filante con visciole sciroppate e mandorle

 

“Il passato è un ottimo inseguitore, un branco di lupi che non molla la presa”
D. Winslow

The National – About today

pan brioche filante con visciole sciroppate e mandorle:

quasi un grande lievitato, quasi,  il pan brioche filant(e).

di ricetta francese si parla, di morbidezza oltre ogni limite, di profumo intenso, di buono e confortevole.

io l’ho elaborata secondo le mie esigenze ….

di colazioni domenicali, di calma, di tazze fumanti di te, di musica di sottofondo, di respiri profondi e di consapevolezze, di ora e di qui, di sole che fa capolino fra le nuvole scure di questi ultimi giorni, di tranquilli pensieri, di sapori avvolgenti.

 

panbrioche filante con visciole sciroppate c

 

pan brioche filante con visciole sciroppate e mandorle

ingredienti:

    • 350 g. farina Manitoba
    • 250 ml di latte intero
    • 15 g. lievito di birra
    • 50 g. di zucchero semolato
    • 20 g. zucchero di canna
    • 2 tuorli medi
    • 50 g. di burro morbido
    • in pizzico di sale
    • 20 g. di mandorle
    • visciole sciroppate Corte Luceoli

 

panbrioche filante con visciole sciroppate P

 

preparazione:

      • tagliare il burro a cubetti e lasciarlo a temperatura ambiente in modo che diventi morbido
      • intiepidite il latte e versatene metà nella planetaria insieme allo zucchero semolato e quello di canna e il lievito di birra mescolando fino a che il composto diventa schiumoso
      • cominciate ad impastare aggiundendo il resto del latte e la farina setacciata poco per volta in modo da far incorporare bene
      • sempre mescolando introducete un tuorlo per volta stando sempre ben attenti a far incorparare bene prima di inserirne l’altro
      • lavorate bene l’impasto fino a che non si staccherà dalle pareti della ciotola e sarà diventato liscio
      • inserite adesso il burro, poco per volta, sempre stando attenti a far incorporare bene prima di aggiungere altro burro
      • aggiungete un pizzico di sale e incorporate
      • TUTTA questa operazione, quella di INCORDATURA dell’impasto, puo’ richiedere anche 20 minuti di lavorazione. se sentite l’impasto che si scalda fermatevi e fatelo raffreddare. l’impasto finale deve essere morbido e soffice e ben incordato – PAZIENZA, con pazienza e spostando le velocità di impasto a secondo della necessità.
      • ribaltate l’impasto sulla spianatoia su una spolverata di farina e pizzicare la pasta dall’esterno portandola all’interno in modo da formare una palla che poi “pirlerete” come fosse un panettone
      • sistemate l’impasto in una ciotola la lievitazione: coprite la ciotola con un canovaccio e mettetela nel forno SPENTO ma con la LUCE ACCESA – ci vorranno 2 o 3 ore
      • una volta che l’impasto è raddoppiato distendetelo delicatamente sulla spianatoia e formate un rettangolo con il lato lungo come la forma del plumcake che adopererete
      • IO ho foderato di carta forno lo stampo e ho fatto una specie di fisarmonica: ho adagiato sul fondo la pasta, ci ho messo sopra le visciole sciroppate (quante e come lo deciderete in base ai vostri gusti personali, io ho abbondato) e un pochino di sciroppo, ho ripiegato la pasta ancora sulle visciole, ho di nuovo inserito le visciole e ho coperto con l’ultimo lembo di pasta. una fisarmonica praticamente
      • adesso lasciate lievitare di nuovo, nel forno spento con la luce accesa, per almeno un’oretta o fino a che la pasta non sarà bella soffice

 

panbrioche filante con visciole sciroppate N

 

cottura:

  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di panna
  • zucchelo a velo per guarnire

 

  • riscaldare il forno a 180°C ed inserire il pan brioche
  • spennellare la superficie con il tuolo e la panna sbattuti insieme
  • cuocere per 35 minuti coprendo con un foglio di alluminio dopo 15 minuti per evetare che si bruci la crosta
  • togliere dal forno e dallo stampo e lasciar freddare il panbrioche su una griglia in modo che sia arieggiato anche nella parte inferiore
  • spolverare con zucchero a velo

 

 

panbrioche filante con visciole sciroppate b

oggi è il primo giorno di Primavera, in realtà il solstizio è stato ieri, sapete tutte quelle storie sulla precessione degli equinozi  ecc ecc, comunque oggi è il canonico primo giorno di Primavera.
la stagione della rinascita, delle fioriture, del sole e del cielo un attimo sgombro e l’attimo dopo pieno di nuvole.
dopo questo lungo inverno, si perchè quest’anno è stato lungo lungo lungo, credo che tutti noi stiamo aspettando un po’ di sole.
io ne sento la necessità. del sole, del cielo azzurro, dei fiori, dell’erba verde nei prati, delle rondini che volteggiano, dei passerotti che chiaccherano da ramo a ramo del mio moro.
aspetto trepidante la rinascita, anche la mia, quella interiore. aspetto.

 

panbrioche filante con visciole sciroppate_

trovate questo post insieme a tutte le altre RICETTE ITINERANTI di PANISSIMO,

QUA

 

post consultati per la ricetta:

Scatti golosi, La brioche francese di Felder

Io cucina così, brioche filante

Ho voglia di dolce, panbrioche al latte morbidissimo

 

panbrioche filante con visciole sciroppate OTazza e piattino

facebook  Luigi Fantechi

Instragram Luigi Fantechi

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

14 commenti

  1. Filante, come le stelle colorate di carta, a Carnevale, che srotolo soffiando. Filante, come il formaggio fuso, corposo e caldo, buonissimo. Filante, come un gomitolo con cui giocherei, da gatto, saltando per prenderlo. Filante, come a volte sono i pensieri, tutti legati, tutti con un Senso. Filante che fa rima con rassicurante, come il pan brioche sa sempre essere. E come sono le colazioni che amo. E le donne che le preparano.

  2. Ohhhhhhhhhhhhh… è sparito il mio commento che avevo lasciato nel primo pomeriggio subito dopo Elisabetta!!! :-(((
    E niente, ti dicevo che questa brioche mi ha letteralmente rapita, per la sofficità e la presenza delle visciole che letteralmente adoro!! :-DDDD
    Voglio provarla quanto prima! 😉

    Buona serata, Sandra!
    E buona primavera! Che sia una rinascita per tutti i cuori del mondo! <3

    1. e la primavera arriva!!!! arriva arriva arriva, oggi c’è il sole, il cielo azzurro, i fiori sugli alberi…… e un vento freddo che scassa i maroni… ha ha ha! un bacio

  3. Appena l’ho visto mi sono fiondata qua!! Quando ho letto francese ho pensato ok qua c’è un botto di burro, e invece no…sono piacevolmente sorpresa perchè sembra sofficissimo ma senza neanche troppo grassi.
    Tesoro ci devi spiegare come fai a fare delle foto così. Ultimamente sono una cosa pazzesca, da applausi

    1. è soffice e filante, davvero filante, deliziosa e come dici tu senza troppi grassi! grazie per i complimenti Elena…. nei periodi un po’ bui io rendo meglio con le foto :O)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.