Panbrioche salato con Petra 6390 per lievitare in armonia

PETRA PANBIOCHE DSC_4179

 

Madonna, Jump

che io sia appassionata di farine, pani, lieviti è noto.
quando il Molino Quaglia  ha dato l’opportunità alle blogger di IFOOD di provare la sua 6390.… che dite, avrò sottoposto la mia candidatura?

in tempo di feste ho preparato questo

panbrioche salato

leggero in realtà, senza uova, senza burro, quasi, e sottolineo QUASI, dietetico….

 

 

PETRA PANBRIOCHE DSC_4155

ingredienti

g. 375 farina 6390 Petra
g. 170 di latte intero t.a.
g. 3 lievito di birra
acqua secondo necessità
un pizzico di sale

6 cipolline bianche dolci
aceto balsamico
1 cucchiaio di zucchero di canna
100 g. di formaggio a pasta molle

 

 

PETRA PANBRIOCHE DSC_4170

 

 

procedimento

sciogliere il lievito in una tazza di latte. nella ciotola della planetaria versare la farina, il lievito sciolto nel latte e cominciare ad impastare con il gancio a vel. 1.
cominciare ad aggiungere piano piano il latte ed aumentare la velocità a 2. a completo assorbimento del latte aggiungere un pizzico di sale e l’acqua secondo la necessità dell’impasto, io ne ho usata veramente poca. impastare per circa 15 minuti alternando le velocità.

rovesciare l’impasto sulla spianatoia e fare delle pieghe a libro lasciando riposare pochi minuti.
dividere l’impasto in tre parti e formare con ogni parte dei cilindri lunghi circa 30 cm. intrecciare i cilindri e formare una treccia. depositare la treccia nello stampo da plumcake foderato di carta forno.
lasciar lievitare fino al raddoppio nel forno spento ma con la luce accesa, un paio di ore circa.

 

 

PETRA PANBIOCHE DSC_4175

 

incidere la parte centrale con una lama affilata facendo un taglio netto verticale.
cominciare a cuocere nel forno ventilato a 180°C per 15 minuti circa spennellando prima la parte superiore con un uovo sbattuto con un goccio d’acqua.

dopo 15 minuti farcire il taglio centrale del pan brioche con le cipolle caramellate e i quadretti di formaggio: in una padella cuocere le cipolle con acqua e zucchero, a fine cottura aggiungere un paio di gocce di aceto balsamico e tagliare grossolanamente.

continuare a cuocere per circa altri 10 minuti.

ottimo come pane da antipasto o semplicemente per accompagnamento a un bel secondo di carne.

 

 

PETRA BANBRIOCHE DSC_4178

 

questa ricetta partecipa a Panissimo #47,

la raccolta di lieviti dolci e salati mia e di Barbara, Bread and companatico,

questo mese ospitata da Elisabetta, Cakes and Co.

tutti dall’Elisabetta ad inserire ricette quindi!!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

10 commenti

  1. Ma sai che con questa farina ho fatto stasera la pizza ed i pangoccioli x la colazione??? Mi ha dato grandi soddisfazioni 🙂
    Il tuo panbrioche deve essere uno sballo 😛
    Buon we Sandrina e a presto <3

  2. Che ti devo dire? Leggevo il procedimento e mi è aumentata la salivazione. Che dici, mi piace? Da morire! Ottimo modo di utilizzare questa farina, che in realtà non conosco. Ora vado a sbirciare che tipo di farina è. Baci baci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.