Pane al miele, farina di castagne e noci

Pane-al-miele-farina-di-castagne-e-noci

Maneskin, Torna a casa

Penelope

la prima volta che ti ho visto la stanza era in penombra, c’era una grande vetrata che si affacciava sulla notte illuminata dalle luci della città. c’era un silenzio surreale e te. e quando mi hai guardato i tuoi occhi appannati sono entrati dentro i miei, per sempre. li ricordo bene i tuoi occhi, grandi nella pelle quasi grigia, grandi enormi, come fossero disegnati con una matita, le sopracciglia scolpite sopra, le ciglia già lunghissime. i tuoi occhi mi sono rimasti dentro, come fossero un grido muto, un aggancio nel mondo freddo e ostile in cui arrivavi in quel preciso momento. e mi hai trovato subito, hai trovato subito il mio amore e non lo hai lasciato mai, solo qualche piccola incertezza ma poi hai capito che era il faro per stare su questa terra. sei nata in una fredda notte di Gennaio e dal quel momento sei stata la vita, la mia debolezza, la mia regina. torna a casa presto, Penelope, io ti aspetto.

Pane al miele con farina di castagne e noci

questo è un pane perfetto per la colazione ma anche per tutte le altre pietanze.
la particolarità del

pane al miele, farina di castagne e noci

è nel profumo e nel sapore. vi potrebbe stupire!

Pane al miele, farina di castagne e noci

Print Recipe
Pane al miele, farina di castagne e noci
Tempo di preparazione 1 ORA
Tempo di cottura 45 MINUTI
Tempo Passivo 8/10 ORE
Porzioni
PERSONE
Tempo di preparazione 1 ORA
Tempo di cottura 45 MINUTI
Tempo Passivo 8/10 ORE
Porzioni
PERSONE
Istruzioni
  1. PRIMA LIEVITAZIONE: setacciate le farine e unitele in una ciotola insieme al licoli e a metà dell'acqua. impastate brevemente e aggiungete i cucchiaini di miele e un pizzico di sale continuando ad aggiungere l'acqua fino a che non otterrete un impasto morbido e appiccicoso: non vi preoccupate, in fase di lievitazione tutto andrà al suo posto. lasciate riposare per 30 minuti coperto con un canovaccio.
  2. dopo trenta minuti circa fate il primo giro di pieghe: dall'esterno pizzicate l'impasto portandolo al centro, ripetete le pieghe per diverse volte e lasciate riposare di nuovo. noterete che via via che fate le pieghe l'impasto si compatta, prende consistenza e sofficità perdendo la consisenta appiccicosa iniziale. questa operazione, le pieghe, deve essere ripetuta per almeno 3/4 volte sempre a distanza di trenta minuti circa. all'ultimo giro di pieghe lasciate coperto e mettete l'impasto a lievitare nel forno SPENTO con la LUCE ACCESA oppure in una ciotola chiusa e in forno per 24h.
  3. l'impasto dovrà lievitare fino al raddoppio, ci possono volere dalle 6 alle 8 ore, dipende dal vostro microclima. una volta raggiunto il raddoppio depositate l'impasto su una spianatoia infarinata e formate il vostro pane della forma preferita cercando di non sgonfiarlo troppo. lasciatelo sulla placca del forno infarinata per un paio di ore, sempre coperto bene per raggiungere la lievitazione.
  4. raggiunto il punto di lievitazione infornate nel forno già caldo a 250°C avendo cura di mettere una teglia vuota sul fondo in fase di riscaldamente del forno e una volta infornato il pane aggiungere qualche cubetto di ghiaccio che farà un bel vapore che formerà la vostra crosta croccante. cuocete per 15 minuti a 250°C e per altri 30/35 minuti a 180°C, gli ultimi cinque minuti con lo sportello del forno fessurato.
  5. togliete il pane dal forno e lasciatelo raffreddare su una griglia in modo che sia aerato anche il sotto.
Pane con farina di castagne miele e noci
questa ricetta la trovate nell’elenco delle RICETTE ITINERANTI, orfane di Panissimo
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

7 commenti

  1. Questo pane è meraviglioso anche se non so se riuscirei mai a farlo (ovviamente) e, no, non ci ho ancora provato: è il perfetto coronamento di un post dolcissimo e di una colona sonora che apprezzo. Mi tengo da parte la ricetta, il licoli non ce l’ho, ma posso provare ugualmente (prima o poi, si intende 🙂 ).
    Un bacio!

  2. Vedo dolcezza in questo pane, sento il miele che scioglie e fluidifica i pensieri e i nodi… la dolcezza che ri-prende spazio, anche dentro, insieme alla tenerezza e alla voglia di impastare il futuro scegliendo gli ingredienti più adatti, in modo libero…
    Ti auguro buone feste e soprattutto di continuare la tua strada, con la tenacia che hai e che riconosco, perchè mi è affine… andremo sempre alla conquista di nuove farine e mete, è nella nostra indole rialzarci più forti di prima 🙂

  3. Questo è il pane perfetto per la vigilia di Natale… ho gli occhi a cuore. Sandrina cara, passo per lasciarti i miei auguri… ci tenevo a farteli qui, nella tua casetta virtuale. Proprio qui dove ti ho conosciuta. Auguri amica cara, ti auguro un sereno Natale. Goditi gli ultimi giorni del 2018 e poi via, a capofitto nel 2019! <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.