Il pane in padella con l’esubero dei rinfreschi di li.co.li.

 

 

muschio villa casagrande DSC_2531

ci sono fine settimana che corrono come treni, che si distendono fra profumi, sapori, risate, abbracci.
questo fine settimana è stato così. il sabato che avrebbe dovuto avere almeno 36 ore per poter far tutto con calma e godersi le persone e la domenica più sonnacchiosa e pigra.

e siccome ogni promessa è un debito, Rossana, questo post è tutto per te!

pane in padella

con esubero di li.co.li.

 

PANE IN PADELLA DSC_1974

ingredienti:

220 g. di licoli rinfrescato
200 g. circa di farina integrale macinata a pietra
200 g. di farina tipo 0
200 g. di acqua
1 pizzico di sale
olio extra vergine di oliva

pane in padella DSC_1970

in una ciotola, o nella planetaria, sciogliere il li.co.li con l’acqua, aggiungere poi le farine setacciate e mischiate.
impastate, impastate come se non ci fosse un domani, impastate e ancora impastate, deve essere un impasto molto morbido, se serve aggiungere ancora acqua.
dividete in palline da circa 250 g. e lasciate lievitare per un paio di ore.

stendete ogni pallina con le mani, cercando di formare un cerchio della grandezza della padella scelta (d.28?) lasciando la pasta molto alta e formando degli avvallamente con le dita. ungete leggermente di olio la padella, fatela scaldare e poi cuocete le PIADONE.

fatele cuocere un paio di minuti per lato e poi lasciatele coperte per qualche altro minuto, attenti a non bruciare troppo il sopra.

sono piadone, pane, chiamatele come volete, con gli affettati e i formaggi molli sono … buonissime.

 

 

 

pane in padella DSC_1957

e logicamente….

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#44, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico, questo mese ospitata da me Sono io, Sandra

 

panissimo-2017-corretto

vi aspetto con i vostri contributi!

pane in padella DSC_1954

Print Friendly

ti potrebbe interessare anche

13 commenti

  1. Evviva quei weekend così intensi dal volerne desiderare ancor, ancora e ancora, per rubarne anche un solo attimo in più.
    Sono sicura che questo pane ha il loro stesso sapore. Deve essere buonissimo 🙂 Ero arrivata a portarti un altro lievitato, ma non trovo più la ranocchia 🙂 Sarà ancora preda del weekend 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *