Peperoncini piccanti in agrodolce

Nell’orto sono rimasti solo i peperoncini piccanti a campanella – ma di quelli piccanti – che stanno continuando a maturare. Ieri sera mentre gironzolavo li ho visti, sono così carini da vedere che mi è venuto voglia di raccoglierli e di cucinarli. Sono stata indecisa fino all’ultimo, poi ho avuto un’illuminazione. AGRODOLCE.

I peperoni, dal produttore al consumatore!

Ho fatto la prova con una piccola quantità, stasera vado con il resto. Sono molto semplici da fare, direi semplicissimi. Al solito, ci vuole un po’ di sottofondo, ieri sera avevo la televisione…. Lavate accuratamente i peperoni, magari teneteli anche un po’ nell’acqua in modo che perdano tutta la terra che si infiltra fra i petali. Asciugateli un po’ e lasciateli distesi. Nel frattempo prendete la “ragazza”, la pentola a pressione, e metteteci dentro un po’ di olio extra vergine di oliva, uno spicchio di aglio e una foglia di alloro. Quando è caldo buttate i peperoncini e fateli sfrigolare a tutta velocità, si devono soffriggere velocemente e non ammosciare. Sale, un cucchiaio raso di zucchero e due cucchiai di aceto di mele. 30 secondi e chiudete il coperchio della ragazza a pressione. Dal fischio 3 minutini e spegnere tutto. Sono ottimi sia caldi che freddi. Hanno un unico difetto: ci vuole il pane per poter ammortizzare il piccante…. e, non sono proprio dietetici .
Vi lascio con un po’ di foto che ha fatto la 14enne arrabbiata…….

Con questa ricetta partecipo al contest di per un pugno di capperi

che scade il 31.01.2012

Ragazzi buon appetito e buona vita!
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.