per i QUANTI: lasagne di panissa con broccoli e pecorino romano di Nanocucina

 Questo 6 novembre per  quanti modi di fare e rifare siamo da Nanocucina, una nana che cucina, come scrive lei. Conosco Nanocucina da quando ho aperto il blog e lo seguo molto attentamente, mi piace il suo stile, la nana che cucina ci sa fare. 
Quando ho scoperto che per i quandi a novembre si cucinavano “ceci” mi sono emozionata: la mia passione per questo piccolo legume è immensa, qualcuno di voi se lo ricorda. Io i ceci li mangerei anche a colazione….. 
La ricetta è perfetta così com’è, io per tigneria (le blogghese tutte DEVONO metterci sempre del suo in ogni ricetta, si sa, deformazione “professionale”) ho variato pochissimi e trascurabili particolari.

gli ingredienti per 4 porzioni

per la panissa
(non conoscevo la panissa e sono stra-felice di averla trovata)

150 gr. di farina di ceci
500 ml di acqua
sale
olio extra vergine di oliva – poco 

In un tegame (io ho usato quelli con il rivestimento di ceramica che mi ha consentito di chiudere con il coperchio e lasciar cuocere senza temere che la panissa si bruciasse) stemperate la farina, l’olio e il sale nell’acqua tiepida: non fate formare grumi. Cuocete per 30 minuti. Stendete la panissa su una placca del forno rettangolare in modo che rimanga sottile. Lasciatela freddare.

 queste sotto sono le lasagne “nude”, ancora da cuocere.

per il condimento:

1 broccolo 
olio extra vergine di oliva
due filetti di acciuga sott’olio
due spicchi d’aglio
peperoncino q.b.

Scottate i broccoli – io ho usato il micronde, 4 minuti a tutta bordiera -, saltatelo poi nell’olio in cui avrete sciolto i filetti di acciuga e soffritto l’aglio e il peperoncino. Sminuzzatelo grossolanamente e togliete l’aglio.

la besciamelle:

400 ml. di latte intero  – io scremato
1 cucchiaio e mezzo di farina tipo 0
sale 
un pizzico di zucchero
noce moscata
pangrattato 
burro 
20 gr. pecorino romano grattugiato
20 gr. parmigiano reggiano grattugiano 
Come si fa la besciamelle non ve lo dico, lo sapete da soli.
Adesso rimane solo da assemblare: tagliate la panissa a fette e cominciate a fare le lasagne: besciamelle, panissa, broccoli, un po’ di formaggio e poi ancora panissa, besciamelle broccoli e formaggio. Finite con una spolverata di pangrattato e alcuni fiocchetti di burro, informate a 200° per 15 minuti circa o almeno fino a che non si sarà formata la crosticina sopra. 
Ora potete assaggiare, lasciatela freddare un attimino: io nella bramosia dell’assaggio mi sono scottata il palato!!! Mannaggiaammme!

Uuuuuuuuuhhhhh, come mi piace questo gioco!!!!
 

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

35 commenti

  1. E allora non ci rimane che dire che la panissa è stata una grande scoperta e dobbiamo ringraziare la nostra nana che cucina…… w nanocucina!!!!!
    Buona giornata bambine laboriose
    :O)

  2. ciao Sandra,
    lasagne bellissime, un pizzico di zucchero nella besciamelle per farla più gentile
    e poi ci hai tirato su di morale…pensavamo di essere le solite apine ignoranti che
    non conoscevano la panissa!!
    Grazie Sandra e buonissima serata.
    Un bacio dalle 4 apine

  3. Ecco , per me è tutto nuovo..uso i ceci in minestra..per il resto tutto da sperimentare!
    Le tue lasagne sono uno spettacolo, ci credo che ti sei scottata! 😀
    Buon mercoledì, Sandrina!

  4. Ciao Sandrina, sto sorridendo alla parola tigneria.. sei unica ..altrochè! le tue lasagne hanno un aspetto goloso, sì goloso con quella besciamella cremosa…un bacio grande! elena

  5. Uuuuuuuuuhhhhh, come piace anche a me questo gioco!!!! E con questa panissa ho scoperto un sacco di modi di fare la besciamella! gentilissima la tua e fantastiche queste lasagne!
    francesca

  6. Come tante pure io non conoscevo questo piatto..eppure di farina di ceci ci viviamo.Quale mancanza! Per fortuna ci sono queste belle iniziative..permettono pure di "incontrare" nuovi blog!
    Un saluto e ciao, piacere! Jè

  7. non ho mai fatto la panissa e adesso mi hai messo una curiosità da paura!!!!voglio provare subito a farla….complimenti per il blog…se ti va passa a trovarmi…

  8. anche io non conoscevo l'uso di aggiungere un pizzico di zucchero nella besciamella, la prossima volta proverò il consiglio di tua nonna, un bacione

  9. Un pizzico di zucchero nella besciamelle, come mai??
    Che curiosa che sono, vero? ;))))
    Io la preferisco con della cipolla grattugiata unita dopo aver fatto tostare la farina nel burro, ma la questione dello zucchero mi attrae ;)))
    Bellissima versione anche la tua.
    Grazie della tua graditissima partecipazione alla nostra iniziativa 😀

    1. Ciao Anna, è colpa della mia nonna che diceva che un pizzico di zucchero la "ingentiliva"…..che vuoi fare, casa che vai usanza che trovi!
      Baci

  10. Mi sa che non sei la sola ad esserti scottata per la fretta di assaggiarla! E' davvero molto buona e la tua versione è golosissima!
    Grazie cara Sandra, a presto 🙂

  11. Ciao Sandra, sto vedendo tutte le versioni, tutte gustose… e la tua mi piace tanto! 🙂 Per assaggiarla mi sarei scottata anche io ahahahahaha (e non sai quante volte mi capita, non posso aspettare mai! :D) 🙂 Complimenti, un bacione e buona giornata!

    1. Siamo state tutte bravissime, dobbiamo farci i complimenti! E soprattutto a lei, alla Barbara di Nanocucina che ci ha regalato questa ricetta favolosa!!!!

  12. Una ricetta strepitosa! vero? ho adorato da subito, semplicemente leggendo gli ingredienti e l'ho amata al primo boccone! la lasagna di panissa è una favola!

  13. io ho cambiato il ripieno ma vedendo la tua panissa cosi' morbida e cremosa mi vien voglia di rifarla subito con il ripieno di broccoli! anche io i ceci li mangerei anche a colazione e infatti mi sono comprata un piccolo mulino casalingo soprattutto per ottenere farina dai ceci secchi. la panissa fa un uso geniale dei ceci non trovi? bacionissimi

    1. Sono sei mesi che "canto" ai miei figli e al mio compagno che io, per il mio compleanno che è il 9 dicembre, gradirei un mulino casalingo anche a mano….. e poi mi butto via!!!!! Avranno capito? Speriamo…
      Io la panissa non la conoscevo, è stata folgorante come scoperta! Baci, grossi grossi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.