Petto di piccione in riduzione di Vin Santo e 6 anni di blog!

DSC_6743 fiori

 

Agnes Obel, The Course

(musica per lettura)

 

 

 

era esattamente il 6 settembre 2011 quando QUESTO  blog è andato online…..e io, tutti gli anni,   in questa data ho la tentazione di togliere quei primi post, terribili, con foto terribili e ricette terribili ma, tutte le volte resisto e mi dico che mi serve per capire da dove sono partita e per capire dove vorrei arrivare.
il tempo passa, misericordia se passa: vola!
sono partita quasi per sbaglio, eppure…. eppure questo piccolo spazio virtuale mi ha dato tanto.
è stato il mio diario, non solo culinario, qua sul blog ho scritto sentimenti, pensieri, dolori e contentezze.
ho imparato a cucinare, ho imparato ad innamorarmi del cucinare, ho imparato a rilassarmi con i lieviti, ho imparato a sorridere e a fare finta di niente, ho impato a fotografare, ho imparato che a volte i sogni si avverano. quante volte ho sognato di scrivere un libro, ecco:  il libro non l’ho scritto ma l’ho fotografato, LA TOSCANA DI RUFFINO ed è stata una magnifica avventura, è tutto scritto in quel post. nemmeno nei sogni più sfrenati avrei pensato di fare un libro pubblicato dal Cucchiao d’Argento, dalla Bibbia della cucina insieme a Pellegrino Artusi, nemmeno nei sogni di quelli che proprio esageri, di quelli che vai “oltre”….

ma soprattutto ho trovato tante PERSONE.

ho avuto la fortuna di trovare sul mio cammino tante amiche, tanti amici, tante persone insomma. e sono nati rapporti a distanza, rapporti vicini, sono nate collaborazioni, per dirne una mi viene in mente Panissimo, nata da una chat con Barbara, Bread & Companatico, che adesso sta “solamente” aprendo una panetteria in Svezia, Spiga Madre.  ho avuto il piacere di viaggiare per conoscere tante foodblogger, tante amiche, tante persone che anche se lontane mi sono state “vicine” quando ne ho avuto bisogno, tanta empatia, tanta amicizia, tanto affetto gratis.

ho conosciuto tanti chef, una delizia per il palato, ho assaggiato tante eccellenze italiane.

ho riso, ho pianto, ho condiviso tanto con voi.

a questo blog, a questo Sono io, Sandra, non posso che dire grazie e sentirmi orgogliosa di quello che ho saputo far spuntare dal niente.

grazie a tutti per esserci stati e spero ci sarete anche da qui all’infinito.

mi sembra quindi doveroso pubblicare una delle ricette più belle e più semplici del libro, LA TOSCANA DI RUFFINO, per festeggiare questo sesto compleanno.

 

DSC_6211 - petto piccione - pagina intera

 

Petto di piccione ai 3 pepi in riduzione di Vin Santo Serelle Ruffino

DSC_6208 - petto di piccione

 

tempo di cacciagione, stiamo entrando nell’Autunno, la mia stagione, dopo una lunga, lunghissima ed estenuante Estate: la ricetta è semplicissima, veloce ma “goduriosa”, fidatevi!

 

Ingredienti:

    • 2 petti di piccione
    • 1 cucchiaio di pepe nero, rosa e verde
    • 1 bicchiere di vin santo
    • 2 cucchiai di miele di acacia
    • 10 g. di burro
    • Sale marino integrale

 

DSC_6200 - petto di piccione

 

preparazione:

  • Disossare i  petti di piccione e dividerli in due cercando di lasciarli più integri possibile.
  • In un padellino sciogliere il burro e cuocere a fuoco veloce i petti interi  insieme ai chicchi di pepe nero, verde e rosa.
  • Cuocere tre minuti per lato in modo da “serrare” la carne ma da non bruciarla.
  • In un pentolino versare il vin santo insieme al miele e lasciar ridurre a fuoco lentissimo (o a bagnomaria) il composto che si ridurrà fino a diventare cremoso.
  • Affettare i petti di piccione in fette da 1 centimetro circa, salarli legermente e condirli con la riduzione di Vin Santo ancora calda.

 

 

DSC_6175 - petto piccione - ingredienti

 

grazie a tutti per essere stati con me in questi anni e per esserci ancora, GRAZIE!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

9 commenti

  1. Me lo ero perso questo post…ultimamente riesco a tenermi a stento la testa sulle spalle, quindi figurati…sì Sandra, è vero. Il tuo post e il mio si somigliano. Ci sono tanti punti di contatto, soprattutto sul lato emotivo. Ma già lo sappiamo che tra di noi c’è affinità…affinità che abbiamo sentito anche a fior di pelle quando abbiamo avuto modo di stare insieme e guardarci negli occhi. Siamo compagne d’avventura…un’avventura che dura da 6 anni e che ci ha portato cose belle. E speriamo che ce ne porti ancora tante e ancora più belle! Siamo cresciute, in tutti i sensi, ma siamo rimaste fedeli a noi stesse e già questa, è una cosa bellissima! Ti abbraccio amica mia e buon blog compleanno, anche se in ritardo…ma con il cuore <3 Ti voglio bene!

  2. Tanti auguri per il tuo blog. No non togliere nulla. anche il vecchio deve rimanere il mio farà nove anni e da come sono partita almeno due anni i primi dovrei togliere scritto e presentati male ma così mi rimangono ad esempio. Buono il piatto ma io con i volatili sono incompatibile preferisco la carne anche selvaggina ma comunque ne mangio poca. Buona giornata cara un abbraccio e avanti così. 😚😚😚

  3. Sandrina bella io ti faccio gli auguri di buon compleanno ma il piccione, sarà pure col vin santo e dieci pepi, te lo magni tu, chè a me tra topi e piccioni non so quale mi schifa di più😂

      1. Neanche una parolina per le personcine raccattate in rete e che fanno da mangiare senza fotografare, che rompono le palle da mane a sera, che si attaccano come le zecche, neanche una

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *