Polpettine di ceci and … the show must go on!

in crescendo, per le orecchie
alzate il volume

Ieri sono arrivata a casa. Ore 15.00 circa. Apro la porta e trovo il dopo pranzo. I miei figli ieri erano tutti e due a casa da scuola, lui perché mezzo raffreddato e dolorante lei perché in assemblea.
Sul tavolo c’erano le macerie del pranzo. Piatti, pane, bottiglie. Il lavello era invaso dalle stoviglie e pentole sporche. Stracci e strofinacci dappertutto. Mi affaccio sul salotto e li vedo seduti sul divano a sghignazzare davanti al televisore.
Conto, fino a 10. Non basta,  conto ancora fino a 20 ed entro.

Buongiorno, la donna delle pulizie non viene oggi, che vogliamo fare?

Sono stata assalita.
Credo che mi aspettassero al varco. Due contro uno.
Dice che ultimamente sono diventata insopportabile. Sono sempre irata, irosa e irascibile. Anche rissosa e cerco lo scontro. Non sono mai soddisfatta di loro. Sono polemica, sempre e comunque.Devo sempre e comunque  trovare dei difetti e degli errori in quello che fanno perché sono così, rompo per natura. E loro sono stanchi di sentirmi sempre bofonchiare, brontolare,continuamente a chiedere di mettere a posto, di tenere in ordine, di pulire. Loro hanno bisogno della loro libertà, hanno bisogno di respirare e si sono stufati di dovermi aiutare per esempio nel mettere a posto dopo cena, loro sono S-T-A-N-C-H-I!!!!
Non ho avuto niente da ridire. Proprio perchè devo sempre far polemica e sono rissosa me ne sono stata zitta.
Sono salita in camera, mi sono messa abiti comodi e ho preso la macchina fotografica, un libro e la Holly.  Abbiamo fatto una passeggiatina fra fanghi e erbe, siamo tornate stanchine ma soddisfatte. Ho fatto un po’ di foto che non mi sono sembrate un gran che, guarderò meglio quelle da tenere dopo, ho raccolto bacche di rosa canina e fiori gialli di cui non conosco il nome ma che rallegrano non poco la cucina.

Ci siamo poi messe a goderci gli ultimi spiragli di sole in mezzo all’aia sulla sdraio da mare, io a leggere e lei a poltrire ai miei piedi chiedendo coccole ogni tanto: dovevamo sembrare se non altro singolari allo sguardo.
Sarà che invecchiando divento una vecchia signora bizzarra e molto originale? Bah!
Ho sentito aprire la finestra del salotto, quella che da sull’aia ma ho fatto finta di niente.
Al mio rientro ho trovato tutto a posto. Anzi, devo dire che avevano addirittura messo a posto i cuscini del divano che sono sempre e comunque in uno stato patologico, tolto tutti i bicchieri e tazze usate con avanzi di latte e cereali e sacchetti di biscottini che stazionano da una settimana all’altra fino a che la sottoscritta si stanca di vederli in giro e li butta. Non solo, avevano anche messo a posto sommariamente le loro stanze e il loro bagno. Morale della favola:

IL SILENZIO E’ D’ORO and…. the  show must go on!

Mi sono consolata, per cena, con il poco ma buono secondo la nuova regolara alimentare: polpettine di ceci e insalatona mista.
Le polpette le avevo preparate qualche tempo fa e surgelate per l’occorrenza. E l’occorrenza è arrivata

ingredienti per 4 bocche, anzi no, 3 e 1/2

400 gr. di ceci lessati
aglio e prezzemolo
formaggio grattugiato
olio sale e pepe
1 albume d’uovo
pangrattato

Sgocciolate i ceci e metteteli nel frullatore con una bella manciata di prezzemolo, il formaggio grattugiato e uno spicchieto d’aglio (facoltativo). Togliete l’impasto che sarà compatto e aggiungeteci l’albume d’uovo. Amalgamate il tutto e fate delle palline che passerete nel pangrattato prima di metterle in forno dentro una teglia foderata di carta da forno con un filino-ino-ino di olio extra vergine di oliva. 180° per dieci minuti, una giratina e altri 5 minuti dovrebbero bastare. 
Le donne a dieta 4 polpettine e una capiente ciotola di insalata. Ahi ahia  ahiaiaiaiai!!!
Niente pane, niente dolce, niente…..sorridete bambine che facciamo un club: il club delle donne allegre in regime alimentare…..

Unica consolazione: è arrivata la lavastoviglie nuova

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

41 commenti

  1. ti adoro amica bella….hai fatto il meglio del meglio….il silenzio non ha dato eco ai loro suoni e loro hanno sentito il rumore del vuoto…che come vedi fa pensare!
    Mizzega che polpettineeeeeeeee…e che sai che ora ho una cognatina di Firenze….:)

  2. Sandra.. fantastica Sandra :)… Io invece oggi ho pootato pazienza per un'ora col figlio grande (10 anni) e mettici pure che sono anche uscita con il più piccolo per lasciarlo solo a concentrarsi su due fantomatiche risposte da combinare con 15 parole in tutto. e quando sono rientrata non era ancora "in linea". Altro che silenzio… non è che per caso hai sentito una voce che tuonava nell'aia, mentre in silenzio ti riposavi? Ecco, quella ero io che urlavo 🙂
    Polpette fantastiche queste con le lenitcchie, io non le congelo perché vanno via come pane!

    1. E mi sembrava di sentir tuonare in lontananza!!! Eri tu allora, bah, Cinzia ci sono momenti per tuonare e momenti per restare in silenzio, bisogna capire quello che serve al momento ma noi ormai abbiamo una certa pratica, no? Buona giornata!

  3. ma sei stata bravissima… si vede che il tuo silenzio li ha pietrificati… brava!!! e buone buone le polpettine… ho una passione per i ceci e qui la soddisfo alla grande!!!

  4. Le polpettine sono fantastiche, ho un'amica quì in questi giorni e credo proprio che farò anche le polpettine con quella bella insalata ^_^
    Alla fine il silenzio paga, HAI VISTO! Sembra che ce la prendiamo,e magari è proprio così, ma poi alla fine sentendosi in colpa per quello che dicono e fanno… Ascoltano le nostre "suppliche" di collaborazione e aiutano… Io ovviamente parlo del mio pigrone che non è da meno!

    ps. Ottimo per la lavastoviglie ^^

  5. Ah che bella soddisfazione, Sandra! 😀 Hai fatto bene ad uscire, ti sei rilassata e hai allontanato la negatività.. e così tutto si è sistemato! 🙂 Queste polpettine sono deliziose, le proverò! 🙂 Un bacione e buona serata!

    1. No, le polpettini le ho fatte io, loro hanno solo pensato di pararsi il c…. visto la mia reazione…
      comunque, intanto prendo questo! Ciao Tina!!

  6. Sicura che sono i tuoi quei ragazzi lì??? Lui è bruno e lei è bionda?..sembrano facce conosciute 😉
    …ah, Sandrina mia…ma che donnino saggio sei, la prossima volta che mi fanno
    inca..volare me ne vado pure io per i campi! E quando torno mi preparo quelle polpettine che mi ispirano assai!
    Tanti baci , Sandra.

    1. Lui bionda lei bruna ma sono due sconosciuti davvero a volte! Comunque merita Sandra, prendere e partire per i campi: ti eviti l'inc e ti rilassi, meglio di così!
      Baci

  7. Ciao mia bella susina….ma quanto mi piaci così? e se ti dicono che sei stramba chissenefrega!
    Le tue polpette di ceci saranno buonissime :')
    Un abbraccio forte

  8. ahahahahah…ma che scrittice che sei! Io ne ho due piccolissimi, giochi dappertutto,ormai cammino in casa con i paraocchi per non guardare il caos. La mia casa è in ordine solo di notte. Ricetta da provare ora e tattica un pò più in là!

    1. Ida: da piccoli sono controllabili, casinisti ma controllabili…. ricordati di me fra una decina d'anni.
      Diventano grandi rompiscatole! Mia nonna diceva: bambini picci problemi piccini, bambini grandi problemi enormi…. sagge le nonne!
      Baci

  9. Ohi Sandra, mi hai fatto quasi sentire in colpa verso mia mamma, chissà che razza di adolescente sarò stata? Bisogna che glielo chieda e semmai mi scusi 🙂

    Polpette meravigliose, assolutamente da copiare!
    Firmato: una giovane (?) signora bizzarra e molto originale
    (si, perchè mi ci sono vista, quando torno a casa con i miei bottini campestri, felice del raccolto di finocchietto, o di corbezzoli, ed il mio fidanzato che scrolla il capo però intanto sorride!)

    1. Il buondì si vede dal mattino… attenta Roberta, se prendi quella piega poi diventi davvero eccentrica…. me lo dicono spesso a me, dicono anche che sono un po' strana…. sarà!
      Vai per prati e boschi, vai che è la cosa più bella del mondo!
      Baci

  10. Hanno un aspetto golosissimo!!!! Adoro le ricette con i ceci e ultimamente mi sembra siano la tua specialità!!!! Brava!!! Ma posso chiederti come mai metti l'albume? Grazie!!! Un salutone!!!!

  11. le faccio anch'io però ci metto il prosciutto cotto così diventano piatto quasi unico!!!!!!! devo provare anche le tue:-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.