sabato 27 aprile, ovvero il ritrovo delle bloggalline….

lo so, lo so. UFFA.
per questo sono qui, triste e sconsolata. UFFA.
sono qui da sola. mi hanno lasciato sola. UFFA.
quelle galline impazzite. UFFA.
non sono potuta andare a Roma, ma avrei voluto. ci sono tutte le mie bloggalline preferite oggi a Roma. UFFA.
ci sono proprio tutte, tante bloggalline. e non ve le sto a nominare perchè se me ne dimentico qualcuna chi le sente poi?
io sono una persona tranquilla (?), non sono vendicativa e nemmeno porto rancore.


MA COME SI FA A LASCIARE A CASA UNA COME ME?

befane, altro che galline!!!
……come mi piacerebbe essere con loro adesso: belle gallinelle, bambine meravigliose ridete anche per me!!!

 a parte la “parte” comica, ma voi lo sapete che non sarà più la stessa cosa per noi che non siamo venute?
si creerà fra voi che vi incontrerete,  quell’energia naturale che in rete rimane molto “latente”: si, perchè in rete non sai che hai davanti e l’altro non sa chi sei tu, veramente. potrebbe essere tutto un gioco, e a meno che,  non intraprendiate una lunga chat sarà difficile sapere chi è la persona con cui state parlando. si va a orecchio, si va a intuito, si seguono le stelle insomma.  siamo tutte in second life sui blog, io sono in incognita, il mio blog è off-limits per i normali cooinquilini della mia vita. e voglio sia così. perchè qui io sono io. per parlare con voi  non ho bisogno di accomodarmi i capelli o di sentirmi inadeguata perchè non sono Marilin Monroe. qui sono io. io dentro. e a volte ho detto -scritto- cose che non ho mai detto a nessuno.  e dico che NON ho mai detto a nessuno. che ci vuole, alla fin dei conti, a sbandierare quelle sensazioni che ti porti dentro e che non vuoi o non puoi dire a chi ti vive quotidianamente accanto. 
perchè la vita è dura, quasi sempre. 
perché a volte vorresti sbagliare strada mentre torni a casa, vorresti sbagliare strada e ….
a volte è faticoso accollarsi la vita di tutti i giorni.
e allora cerchi un modo per evadere. c’è chi va in palestra, chi legge, chi cuce, chi si fa un amante: io mi sono fatta un blog. anzi due.  uno più ciociaro con cui sono partita, questo, e uno un po’ più ibrido, nuvoleabassaquota, venuto poi. ho cominciato per sbaglio. per gioco, per scherzo. vado a vedere che cos’è sto’ Blogger e mi ritrovo con un blog. il mio primo post è …..uno sbaglio. il secondo peggio. ma poi mi sono evoluta. mi è piaciuto scrivere ed enteragire con voi. e qui posso essere io, senza filtri. non posso e non voglio fare finta.
poi ci sono le volte in cui invece non vedi l’ora di tornare a casa. e quella è un’altra vita.
e allora ti metti a cucinare perchè cucinare è un’arte e io adoro cominciare a cucinare un piatto. a volte lo faccio quasi come un rito: musica, buon vino versato, il grembiule. mi accendo una sigaretta, con il pensiero, e comincio a sbucciare la cipolla, a scegliere il coltello, a tagliarla, affettarla. e poi metterla nell’olio, in padella.
e non mi arrabbio nemmeno quando  devo tenere premuto il bottone del  fornello del gas  per almeno 7 secondi per impedirgli di spegnersi.
e poi mi piace sentire i profumi di cottura. mi piace guardare la cosa che prende forma. e scelgo le erbe aromatiche, foglia per foglia e le lavo, le aggiungo.
e poi mi piace preparare la foto, adesso che arriva il sole la mia cucina di inonda di luce che d’inverno è scarsissima.
e  scegliere il piatto, sempre quello, il legno giusto, un fiore, un fruttto.
mi piace, mi dà piacere, mi acquieta l’anima.
e poi mi piace raccontarvelo e infilarci dentro un sacco di bischerate, perchè raccontare un piatto in un post è come ricamare storie di vita  con le amiche sedute su una panchina nel parco con un gelato in mano: intimo.
intimo e nelle stesso tempo sotto gli occhi di tutti.
e poi ci sono i commenti di ritorno e lì cominci a sentire l’empatia, la forza di aggregazione, la gemellitudine-divisa-alla-nascita o qualcosa gli assomiglia. e ti ritrovi a leggere i post di questo e quello, perchè non ne puoi fare a meno, o ad andare a vedere quella ricetta perchè lei è sempre un passo avanti a te.
ecco,  io non ci sono a Roma, ma ci vorrei essere..
io vorrei essere a Roma con voi invece mi devo accontentare di sapervi a Roma e essere felice per voi. posso essere anche un po’ malinconica e invidiosa?

vi aspetto  lunedì mattina, voglio le foto, voglio le risate, e poi  voglio il racconto di quello che avete fatto da ognuna di voi.
baci a tutte le mie galline.

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

37 commenti

    1. alcuni problemi in famiglia non mi hanno permesso di organizzarmi per tempo, ho preso il biglietto del pullma il giorno prima e sono passata a salutare, non potevo lasciarmi sfuggire una così bella occasione per abbracciare carissime amiche
      baciiiiii

  1. carissima, condivido appieno il tuo post.. anche io non c'ero e un pò d'invidia ci è concessa!! facciamo che la prossima volta non possiamo mancare!! un bacione

  2. Non ne sapevo assolutamente nulla di questo raduno!!!
    Oddio come sono tagliata fuori ultimamente!
    Ma avrei potuto partecipare anche io?????
    Anche io mi sento un po' malinconica e invidiosa: UFFA!

    PS Sandra cara ti ho riservato una menzione speciale al contest di Carotina abbrustolita

    1. tesoro mio, certo che potevi partecipare anche tu!!!!
      tagliata fuori? no, indaffarata forse, e…. UFFA: il prossimo non ci lasciano a piedi, vedrai!
      menzione speciale? sono curiosa come una …. carotina!!!
      baci tesoro!

  3. Uh? mi è sparito il commento che ho fatto oggi….bè ribadisco: sottoscrivo in pieno Sandra tutto ciò che hai detto, perchè anche io ho saltato il raduno UFFA! E la prossima volta NOI ci saremo giusto???
    bacione
    Mari

    1. no, c'era anche il primo commento ma io li lascio tutti e due!
      e noi ci saremo, sicuro come il sorgere del sole Marisa!
      baci

  4. La vera rivolta del proprio IO ben fatto e ben detto mi accodo e mi sono goduta come in TV tutte le chiacchere e foto e menu su face meglio di niente dal mio angolino a destra dell'Italia prima del grande EST.
    Conclusione, tante amiche nuove almeno spero ma…mamma mia forse meglio cosi siete tutte giovani che ci facevo io alla mia veneranda età….manco proprio del tutto food ma moderna blogger anche se d'aspetto giovanile….meglio dietro la porta del pollaio.
    Buona serata e buona settimana….la vecchietta si è aggiunta
    Edvige

  5. Nel mio blog io sono io, tu sei tu……non credo di non sapere chi ho davanti, probabilmente se scelgo te e' per quello che dici e non per quello che sei, se vengo a sbirciare tra le tue parole e' perché mi hai trasmesso cose buone ed è qui che nasce la complicità virtuale….io vado ad orecchio, ad intuito e seguo le stelle!
    Io ci credo perché l' ho provata sulla mia pelle….anch'io come te sono rimasta a casa a guardare quest' esplosione di buoni pretesti, di facce sorridenti, di abbracci e scambio di numeri di telefono….veri momenti di condivisione sinceri e spassionati!!!
    Ho ammirato pensando che magari la prossima volta non potrò mancare, anzi non mancheremo cara!!!!
    L' attesa in certi casi giova……anche se rende malinconiche ed invidiose!!!!
    Piacere immenso di conoscerti cara e non ti perderò di vista!!
    A presto.
    Gabila.

    1. no, la prossima volta non mancheremo: ma una magia l'ha fatta comunque questo raduno, anche per quelle come noi che sono rimaste a casa… ci siamo trovate!
      baci Gabila, piacerissimo di trovarti!

  6. Ciao Sandra,
    non ci conosciamo ma hai scritto un bellissimo post. Io sono una delle gallinelle presenti a roma ed è vero..è succesos qualcosa di magico ma non irripetibile..quindi se vorrai, al prossimo incontro, che ci sarà ovviamente, ti prego di non mancare..cosi potrai anche tu godere di quei sorrisi, di quegli abbracci e di tutto quel bene che noi blogger riusciamo a trasmetterci!!

    Se ti va il mio resoconto è nel mio blog!
    Ciao Sandrina..ti abbraccio forte forte!!

    1. Sara, ci conosceremo personalmente al prossimo raduno, intanto ci "prenderemo" sul blog…. bello il tuo blog, bello bello!!
      baci

  7. Non sarà più la stessa cosa??? Ma cosa dici Sandrina, che discorsi mi fai!!! Sei tu per prima a parlare di gemellitudine, di affinità, di spiriti che si incontrano…..stai certa di una cosa, e l'ho imparato in questi giorni…..il volto, l'abbraccio, lo sguardo di chi ho incontrato non è stato che la conferma di quello che sapevo già da prima. Sandrina è Sandrina, con o senza Roma, chiaro???
    Ti aspetto al mare 🙂

    1. e quello mi è mancato: le scintille negli occhi, toccarvi, vedervi, farvi i pizzicotti…. un po' c'ero però, un po' con voi ci sono stata…. oh, ma avete fatto morbido lo chef?
      al mare ci vengo di sicuro, sistemo due o tre impicci e corro!!!
      baci

  8. Ah, come ti capisco! Mi è capitato un sacco di volte di sentirmi tagliata fuori da cose divertenti, ma sono sicura che tutte ti hanno pensato e gli sei mancata e per loro è stato (quasi) come se ci fossi.

  9. Mi sa che io ho perso la strada del pollaio….un pò più a nord! Dalle foto e commenti, l'incontro a Roma è stato un super successo. Speriamo di bissare e di esserci anche noi!
    Il mio blog, è un piccolo piccolissimo segreto…..

  10. Sandra mi unisco al tuo "grido" UFFA, perchè anche io sono qui e vorrei essere Lì!! A Roma….sono verde di invidia, ma so che vi vedrò al prossimo quindi cerco di farmi una ragione!
    Grazie Sandra per questo post!
    buona serata
    Mari

    1. ho scritto quello che sentivo….. a volte sono un po' invasiva ma che vuoi fare, non ho peli sulla lingua!
      baci

  11. oh Cocchina e come te tu hai fatto a non partire? Non potevi mollare al mezzo pompelmo quell'arca di casa che c'hai ed infilarti in un treno? Comunque al primo incontro delle tiffaniane alcuni importantissimi pezzi grossi del pollaio non poterono esserci, ma mica ce le siamo perse per strada ed alla fine le abbiamo recuperate, a proposito sarebbe ora di fare un nuovo coticaioraduno

    1. e non sono proprio potuta andare, ho il babbo all'ospedale!!!! ma sta benino adesso…
      un cotadaraduno? quello potrei cercare di non perdermelo!
      baci passerotta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.