sarde pomodori e “pan grattato”,… profumo di autunno

dedicato alla mia amica Isabel,  La cucina teorica
che oggi compie gli anni

secondo me si sente già nell’aria
si vede nei colori
nel calore del sole che non è più così diretto
nei profumi e anche nei fiori
nel giardino ci sono i crochi gialli fioriti sotto il fico d’india
la bouganville continua imperterrita con le sue foglie fucsia
le ultime rose continuano a sbocciare, rosse
il gelso comincia a lasciar andare le sue foglie gialle,
quasi arancioni
ma nell’aria della mattina si sente il profumo di terra umida,
di foglie perdute,
si sente la luce diversa
i gatti cercano il sole anzichè  le ombre per dormire
li vedi  brillare con i riflessi del sole sul pelo, sornioni,
stirarsi lenti, come se sapesero che tutto sta mutando
io adoro l’autunno

tortino di sarde e origano

 per 4 persone 
400 g. di sarde eviscerate
pomodorini maturi
olive nere sotto sale
origano fresco
pangrattato casalingo**
olio extra vergine di oliva
sale e pepe 
lavate le sarde eviscerate 
disponete un filo d’olio in una teglia da forno
adagiateci sopra le sarde, i pomodori a fettine, qualche oliva e 
un filo di olio, ripetete ancora una volta e 
sopra l’ultimo strato aggiungete poco sale, 
un po’ di pepe,
abbondante pangrattato e tanto origano
condite con olio e infornate per10 minuti a
180°C e altri 5 minuti a 220°C per gratinare

*** non buttate il pane che avanza, la prima volta che accendete il
forno mettetelo in una teglia e fatelo asciugare bene. sminuzzate con le
lame e non lo fate troppo fino. potete usare varie tipologie di pane
mischiato, il pane integrale per esempio dona alle panature un profumo
molto buono.

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

21 commenti

  1. Mimma, sono bellissime queste sarde, un'ottima idea per consumare pesci che vengono ingiustamente snobbati.. Bravissima e creativa come sempre la mia tesora

  2. Poesia e piatto che tanto si somigliano.Io personalmente adoro le sarde, le compro spesso e comunque me ne faccio una riserva sotto sale per l'inverno.
    Si somigliano per la semplicità, dietro uno scritto c'e' sempre un anima , è la tua Sandra e' angelica !!!!!
    A presto

  3. Adoro i colori dell'autunno. Viaggiando per la strada tortuosa che mi porta in quota sull'Altopiano di Asiago, ci sono già le prime sfumature gialle e rosse dei carpini: fra qualche settimana sarà un vero spettacolo!
    Anche il mio piccolo Joy, sta scoprendo il tepore del sole di settembre: se ne sta in panciolle tutto il giorno sul vialetto d'ingresso a godersi le belle giornate settembrine.
    Piatto appetitoso! se pur mi verrebbe da sostituire le sarde con le ultime zucchine di stagione. Lo sai che sono fissata! baci! 🙂

  4. gli scorsi anni accoglievo l'arrivo dell'autunno con impazienza: ne avevo due pelotas così di afa, sudate (io sudo) ed eau d'ascelles dell'umanità incontrata sui bus. Quest'anno pensavo che sarebbe andata diversamente, vista l'estate atipica, ed invece no!!! contenta anch'io di riscoprire i colori, i profumi, ritrovare le mie adorate castagne ed un po' di torpore….e poi torte, tazze fumanti di thé o cappuccini. Che meraviglia!!!!
    Carissima Sandra, ti scrivo per darti un mio cenno di vita (latito un po'…tante cose da fare e preoccupazioni a cui pensare) e dirti che ho sempre lì pending il tuo bellissimo post sul lievito cui però voglo dedicare la giusta attenzione…spero di riuscirci questo w.e.!
    Ti bacio!! A presto

  5. Ciao Sandra!
    Leggo il commento che mi precede di Itinera De Gustibus e concordo pienamente! Meraviglioso passare da te ogni tanto …questa ricetta posso farle anch'io!!!… ……il pane non di butta MAI!! e passa da me …
    Un abbraccio!

  6. Sandra sei proprio una poetessa! Meraviglioso leggerti, ammirare le tue bellissime foto che fanno da cornice alla tua sapienza culinaria!

  7. Caraa!!! Sono davvero commossa! Grazie per la dedica, per esserti ricordata di me, della tua ode all'autunno, della tua ricetta (adoro!!)! Mi piace essere nata proprio alle porte dell'autunno e alla fine dell'estate. Adoro questi giorni, descitti così bene da te!
    Ti abbraccio forte
    Isabel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.