Schiacciata di farina di farro e semi

Bentornati cari,
com’è andato l’ultimo giorno del vecchio anno?  Avete archiviato tutto? Rancori, bugie, sotterfugi, insofferenze….vi deve essere rimasto solo gioia e amore! Archiviate i brutti ricordi, le cose spiacevoli e i sentimenti brutti, si sta meglio senza odio, lo sapete anche voi….

Per non perdere l’abitudine, io e la mia adolescente, per il primo giorno dell’anno abbiamo fatto una schiacciata lievitata con farine miste. Avevamo in casa una farina integrale con semi di girasole, semi di miglio e semi di sesamo che era rimasta li, sola soletta in attesa di essere utilizzata. Così, nel primo pomeriggio ( la mattinata ce la siamo passata a letto come sempre per il 1° dell’anno per il recupero del “bagordo” dell’ultimo giorno dell’anno vecchio) ci siamo messe con le “mani in pasta” ……
Abbiamo usato 3 farine diverse.

  • 350 gr di farina integrale con semi 
  • 400 gr di farina integrale di farro
  • 150 gr. di farina tipo “O”
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • acqua quanto basta 
  • un pizzico di sale
  • olio extra vergine di oliva
  •  

Abbiamo mischiato tutte le farine e il sale e sciolto il lievito in una tazza di acqua leggermente tiepida con un 1/2 cucchiaino di zucchero per aiutare la lievitazione. Girate il lievito con un mestolo di legno e non con il metallo,secondo me viene meglio: i miei mi dicono che sono superstiziosa……però, ragazzi, io con il tempo ho scoperto che in cucina è soprattutto un’insieme di particolari e di accorgimenti che fanno la differenza….e poi, a usare il legno o il metallo si spende uguale!
Abbiamo impastato bene la farina con l’acqua tiepida e abbiamo aggiunto un filo d’olio e acqua via via che serviva. L’impasto deve risultare morbido e fluido per lievitare bene. Abbiamo messo la “palla” dentro un canovaccio di lino infarinato che era dentro un contenitore di plastica, abbiamo inciso il sopra dell’impasto con un coltello e abbiamo messo ancora un po’ di farina e coperto tutto con lo stesso canovaccio. Il tutto in forno spento con la luce accesa a lievitare per circa 1 ora. Quando abbiamo ritenuto pronta la lievitazione abbiamo tagliato in due l’impasto e diviso in due teglie da forno. Sotto olio di oliva extra vergine, spianate con le mani la schiacciata – prima sulla spianatoia e poi sulla teglia per modellarla – olio abbondante, sale e ….amore…
Ci sono voluti c.ca 20? a 200°, poi dipende da come vi piace la cottura. Il risultato è stato che, intorno alle 17.00 sono arrivati tutti i nostri vicini a salutare e la schiacciata  se n’è andata quasi tutta fra chiacchere e risate
ma meglio di così non poteva andare!

con questa ricettuola partecipo al contest di Montagne e biscotti 

che scade il 10.01.2012
…. un sacco di ricette carine carine, andate a controllare …

buon appetito, buon anno nuovo e soprattutto,  buona vita!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *