Schiacciata semiintegrale all’aglio fresco

 

 

 

 

DSC_9383 bn_aglio

Luigi Marchitelli, Tra tre anni , Marika e l’Estate

 

non mi dite “io non digerisco l‘aglio “, non esiste, qua si fa in modo che l’aglio sia digerito e digerito bene, si sbollenta e poi si cuoce in forno  quindi non avete scuse.

vogliamo poi elencare alcune delle proprietà dell’aglio?  delle sue molteplici proprietà benefiche per il nostro corpicciuolo?

antibatterico naturale, antibiotico naturale, antitumorale, ottimo per tutto il sistema circolatorio, ricco di vitamina C, B6, selenio…. ancora? quindi smettete di storcere il naso e cominciate ad usare l’aglio in tutti i modi possibili ed immaginabili.

e poi? e poi è anche un ottimo ammazza-vampiri, annulla le fatture e il malocchio…. dimenticavo di dire che l’aglio è anche buono!!!!

schiacciata integrale all’aglio fresco

 

DSC_9378_aglio

ingredienti:

  • 150 g. di li.co.li al secondo rinfresco
  • 150 g. farina integrale macinata a pietra
  • 150 g. semolato di farina di grano duro Senatore Cappelli
  • 150 g. farina di grano tenero  tipo 0 macinata a pietra
  • 400 g. c.ca di acqua a temperatura ambiente
  • 8 spicchi d’aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • cristalli di sale dolce di Cervia

 

DSC_9374_aglio

  • in una ciotola sciogliere il li.co.li con 200 g. circa di acqua
  • in un pentolino fate bollire per pochi minuti 8 spicchi d’aglio sbucciati e poi schiacciatene 4 con uno spremi aglio in modo da ottenere quasi una crema e lasciare gli altri per guarnire la schiacciata in fase di cottura
  • aggiungete adesso al lievito le farine setacciate e mischiate, un filo d’olio evo e l’aglio schiacciato
  • impastate per almeno una ventina di minuti continuando ad aggiungere acqua fino ad ottenere un impasto morbido e plastico
  • lasciar lievitare al caldo  fino al raddoppio: ci possono volere dalle 4 alle 5 ore viste le temperature attuali
  • distendere l’impasto in una teglia sulla carta forno infarinata e lasciar lievitare di nuovo per un’ora un’ora e mezza.
  • con i polpastrelli delle dita fate degli avvallamenti sulla schiacciata, condite con un’emulsione di acqua e olio evo e salata con i cristalli di sale dolce di Cervia
  • cuocete per dieci  minuti a 250°C e altri venti  a 180°C – a metà cottura aggiungere sopra la schiacciata gli altri 4 spicchi di aglio sbollentati tagliati a fettine sottili

 

 

DSC_9375_aglio
DSC_9370_aglio
questa ricetta va nelle ricette itineranti, orfane di Panissimo che trovate a questo link

vi aspetto!!!

 

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

6 commenti

  1. ma se lo sbollenti e poi lo inforni che resta delle proprietà dell’aglio?Io la rovo con l’aglio non sbollentato, quando si fa una cosa la facciamo tutta fino in fondo 😀

  2. ..stavo giusto x farti quell’osservazione 😛 ma se dici che sbollentato e poi cotto diventa tollerabile, bè, non mi resta che provare 🙂 sai che di te mi fido ciecamente ^_*

  3. Aglio mi piace lo metto in.po ovunque o fresco o secco granulato dipende dal piatto. Ottima la schiacciata ma non ho licoli ecc.non sono una panificatrice. Mi inviti. … ciao buona serata 😚 😚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *