Scrivere per passione fa dimagrire: anche se scrivo del timballo di riso?


Ok, non avete più speranza…. questo articolo vi condanna! Dovrete sorbirvi le mie “scritture” ancora di più, perché visto che scrivere per passione fa dimagrire (?) io mi butterò a capofitto nella scrittura……
Si è capito che vorrei dimagrire?
Come tutti, il lunedì mattina parto con tutti i buoni propositi e il martedì mi sono già infognata con sfogliatine, millefoglie e ciambelline….. per me, e lo dico davvero, mangiare è una passione.
Io adoro sentire il burro che si scioglie fra la lingua e il palato, assaporo ogni frazione di quel sapore, di quel profumo. I miei sensi si risvegliano se entro in una panetteria e sento il profumo del pane caldo: mi si accendono ricordi di bambina o di cene allegre con amici. Se parliamo di spaghetti o di pasta mi viene l’acquolina in bocca, mi si illuminano gli occhi e mi torna il buonumore.
Ho provato di tutto per dimagrire qualche kg ma per me è una Mission Impossible!!!
Io perdo l’appetito solo quando sono depressoincazzatofuriosa e … veramente triste. Devo avere un motivo serio, che mi coinvolge tutta insomma. Allora mi scordo del cibo per giorni, se non per settimane. Ma non sono certo una buona compagnia, meglio girarmi alla larga. Poche volte in vita mia è successo questo per mia fortuna: l’ultima volta qualche anno fa sono dimagrita qualcosa come 10 kg abbondanti in 2 mesi e mezzo…. Fisicamente ero uno schianto ….. emotivamente una pezza da piedi. E poi, come tutte le donne di questo pianeta, faticosamente mi sono rimessa in piedi….

Ma, giusto per non dimagrire troppo, vi propongo una ricettina leggera leggera…. si fa per dire!
Timballo di riso alle verdure saltate

Vi occorrono:

  • 300 gr. di riso avanzato (io “mi sono fatta avanzare” del riso con zucchine e pancetta l’altra sera togliendolo innanzi tempo dalla grinfie dei miei coabitanti) 
  • 100 gr. di prosciutto cotto affettato fine
  • parmigiano grattugiato e anche un po’ di gouda sempre grattugiato
  • 1 mozzarella
  • 1 uovo intero 
  • 1 fettina di ginger 
  • 1 cipolla rossa
  • 1 peperone di qualsiasi colore
  • 1 patate bianche
  • un po’ di cavolo verza affettato sottile
  • 3 o quattro pomodorini 
  • qualche oliva denocciolata sminuzza 
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe 
  • pan grattato

Cominciate col disporre in una teglia della forma che più vi aggrada il riso tenendone un po’ da parte per coprire il tutto. Fate aderire anche alle pareti il riso e poi foderate il tutto con le fette di prosciutto cotto.
Intanto avrete affettato la cipolla e messa a rosolare nell’olio in una padella larga, aggiungerete poi 1/2 peperone affettato a piccoli quadrettini, il cavolo verza (la quantità decidetela voi, a seconda di quanto vi piace) tagliato a listelli, la patata tagliata a cubetti piccoli e lavata nell’acqua fredda, il ginger tritato e i pomodorini tagliati a pezzettini piccoli piccoli. Aggiustate di sale e cuocete aggiungendo acqua. Le verdure dovrebbero rimanere croccanti, ricordatevi che  hanno anche la cottura nel forno insieme al riso.
Versate le verdure in una ciotola e aggiungete la mozzarella tagliata a cubetti, i formaggi grattugiati, le olive sminuzzsate e l’uovo. Amalgamate bene il tutto e riempite il riso. Coprite con il rimanente riso e cospargete il sopra di pan grattato, formaggio e un filo d’olio extra.
25′ minuti di forno ventilato a 220° e il gioco è fatto. Dovete farlo raffreddare un po’: risulta non caldo, appena tolto dal forno, ma  incandescente!

Noi ce lo siamo goduto con un bianco siciliano molto corposo ma che si sposava perfettamente con il sapore del timballo: un sapore importante!

con questo timballino partecipo al meraviglioso contest di Nella cucina di Ely

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

22 commenti

  1. Io direi che è perfetto!!!!! Mi piacerebbe quella fettina nel piatto! Grazie per aver partecipato e aggiungo subito!!!! Baci

  2. Da una che è a dieta da una vita e che ben comprende quanto sia difficile buttare giù anche solo un chilo, i più sentiti complimenti per questo timballo… sto letteralmente sbavando sulla tastiera.

    Io oggi minestra di verdura 🙂

  3. dici? diciiiii? DICI???? no perchè io NON me ne sono accorta….mannaggia…cioè scrivo un post e mi posso fare e mangiare una fetta di timballo????….guarda che la gallina crede in gnomi fate e folletti e quindi anche a queste cose
    (oggi mi sono comprata un paio di pantaloni arancioni e ho fatto giurare alla commessa che non avevo le gambone..ti rendi conto?????)

    1. E la commessa sicuramente non ha commesso spergiuro perché nessuna di NOI HA LE GAMBONE! Abbiamo solo un po' di carne sopra le ossa…..la gallina può continuare a credere negli gnomi, nelle fate e nei folletti dimagranti…. volere è potere!

  4. Tseh! Con la solita scusa della dieta lanci le tue trappole golose! E qui tutti a cascarci! Ma finiamola! Ogni lasciata è persa….e poi se c'è tempo per ammirare, preparare, mangiare….c'è tempo anche per smaltire! Su con la vita gente, che Sandra è invidiosa delle linee….. altrui! Ma chi la ferma un'artista come te? Ciao!

    1. Ma chi l'ha detto che devi dimagrire? Non saranno mica belle quelle cose tutte ossa come le modelle? Le famose taglie zero!!!!

  5. Io non riesco a non mangiare con gioia, mi prenderò con qualche kiletto in più, in fin dei conti non ho mica 20 anni, sono una signora ormai! Ridi Viviana, ridere è curativo!

  6. Questo timballo mi ha aperto una voragine nello stomaco….
    Per mia fortuna non ho problemi con la bilancia, ma apprezzo comunque tantissimo chi riesce a capire, anche se a scapito di qualche chiletto in più, che mangiare bene ci rende felici! Insomma, meglio gustarsi un buon piatto ed essere un po' più "soft", invece che sopravvivere con una carota ed essere perennemente tristi!!! Buona giornata!

  7. ciao Sandra, sono Ale, mi sono inserita tra i tuoi sostenitori…se vuoi passa da me e sostienimi anche tu!!!! Mamma mia come mi sono ritrovata nelle tue parole anche io ho dei kg da smaltire ma al momento ancora allatto (la mia piccola bimbetta ha 8 mesi) e ho sempre una fame da lupo…ma quando non ero ancora mamma era lo stesso!!!!! 🙂 Mi piace mangiare e soprattutto cucinare e cio' mi rende felice, non sai come ti capisco…perché dobbiamo intristirci con rigide diete???? Io mi considero carina anche con qualche chiletto in +…tu fai lo stesso!!!! Ciao e passa a trovarmi sul mio blog dolcementeinventando.blogspot.it Ti aspetto. Ale.

    1. hai ragione,lo siamo! che forte devi essere dal vivo…sei toscana, giusto???chissà che accento fenomenale….io sono calabrese espatriata al nord da 11 anni! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.