Torta di rose e un viaggio con gli occhi della mente


Gli occhi vedono solo cosa la mente è preparata a comprendere
E noi cosa siamo pronti a vedere? Ve lo siete mai chiesto quello che vorremmo vedere?
Io avrei voglia di vedere bancarelle di Natale davanti a me, vorrei vedere la festosa armonia di colori e suoni del Natale, vorrei sentire nell’aria profumo di festa. Quest’anno invece sarà un Natale diverso. 
Niente viaggi, niente spostamenti. Siamo qua, piantati a casa. Non importa, sono pronta a vedere tutto quello che la mia mente vorrà farmi vedere, spero solo cose belle e piacevoli.
Per adesso quella cosa sopra la mia mente la riconosce bene, anzi se la ricorda proprio, anche tutti i profumi e i sapori. 
L’idea era di fare una torta di rose con la pasta lievitata fatta con il licoli, queste le dosi:
400 gr. di farina tipo 0
100 gr. di farina di farro 
250 gr. licoli attivo  
1/2 bicchiere di latte 
acqua q.b.
1 uovo
5 albicocche secche
5 datteri
1 pugno di uvetta sultanina 
marmellate di albicocche, di mela e di frutta mista 
senza zucchero 
1 arancia spremuta e la sua scorza
olio extra vergine di oliva 
1 cucchiaio di malto di mais 
zucchero a velo per guarnire
 
Ho setacciato le farine e ho impastato con il li.co.li., ho unito la frutta secca tritata per dolcificare e aggiunto l’uovo all’impasto. Ho continuato ad aggiungere  un paio di cucchiai di olio evo  e il latte mentre impastavo. Ho utilizzato il succo di arancia per finire l’impasto che deve essere morbibo e elastico come sempre. Ho messo l’impasto a lievitare dentro un  panno, in una ciotola e nel forno con la luce accesa per tutta la notte. 
La mattina dopo ho tagliato a pezzetti l’impasto e ho fatto delle striscie alte 5 cm e lunghe una quarantina. Le ho cosparse con le marmellate e prima di arrotolarle ho messo dei filetti di arancia senza la buccia dentro. Le ho messe in una teglia di vetro foderata di carta da forno e ho rimesso tutto in forno per una seconda lievitazione di un paio di ore. Intanto ho preparatto le scorze di arancia candita: ho tagliato le scriscioline dalla buccia dell’arancia e le ho messa in un pentolino con un pochino d’acqua e un cucchiaio di malto di mais a bollire dolcemente. Quando il liquido è stato completamente assorbito ho spento e disteso le scorzette su un piatto per non farle attaccare fra di se. La torta è stata in forno per 30/35 minuti a 200°, fate la prova stecchino altrimenti cuocete ancora.
La forius ha voluto spolverare con lo zucchero a velo, io che avevo fatto i salti mortali per non usare lo zucchero ho dovuto piegare la testa e inchinarmi all’ormone emergente della bambina……
Aggiungete alla fine le scorzette per guarnire.
buon fine settimana a tutti!!!!
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

30 commenti

  1. …vorrei avere il tempo di starmene a oziare al tepore di una coperta, con una tazza di te e magari una fetta della tua torta….
    Quest'anno mi sembra di essere sempre in ritardo, sempre a rincorrere il tempo….
    Buona settimana

    1. fermati un attimo Loriana, fermati un minutino e prendeti quella tazza di te: mezz'ora di tregua ti rigenera e non sarà certo la … fine del mondo!
      baci cara!!!

  2. Ciao Sandrina…altro licoli…leggo spesso di questo magico prodotto e vedo meraviglie su meraviglie…dovrò provare!!!
    Complimenti per questa bellissima torta!

    1. Elena, il licoli è una meraviglia, fidati, prova a farlo nascere e vedrai che soddisfazioni!!!! baci tesoro!

  3. va bene partiamo…andiamo lontano con la mente….io però ti avviso dopo la prima bancarella di Natale…svicolo e vado al mare….quindi porta asciugamano e infradito 🙂

    1. Mi porti al mare? Io vengo, metto i miei piedoni nell'acqua e mi lascio trasportare oltre l'orizzonte, verso felicità da scoprire! facciamo un film Lo: due galline in viaggio….
      baci, abbracci, baci e ancora abbracci!

  4. Ciao Sandra! 🙂 Io vorrei vedere sempre e solo cose belle e buone… è possibile? 😉 😀 Questa torta di rose mi sembra una di queste, ehehehehe… splendida e golosa! 😀 Complimenti e un grande abbraccio, buona serata! 🙂

  5. Io in questo momento più che di vedere ho voglia di sentire: vorrei sentire silenzio (dopo troppe parole) e ascoltare buona musica, vorrei stamparmi nella mente le risate di mio figlio che gioca nella neve, vorrei sentire ,nel silenzio, il rumore della neve che scricchiola sotto gli scarponi, vorrei ricordare i suoni di tutti i Natali felici…
    Claudette

    1. Ascolta bellezza: non puoi mica fare coalizione con lei? già che sono in minoranza dalle amiche mi aspetto sostegno!
      BACI!!!

  6. E' bellissima. Deliziosa e poetica. Hai ragione, sai.. gli occhi vedono ciò che la mente è pronta a vedere.. chissà. Mi fido di loro. Sperando che mi mostrino cose meravigliose. Un abbraccio forte.

  7. Deve essere veramente squisita, zucchero o non zucchero! Tutta quella frutta la rende sicuramente dolce e festosa!Buon weekend
    Isa

  8. Mi hai fatto tornare in mente quella frase del Piccolo Principe che dice: "Non si vede bene che col cuore.L'essenziale è invisibile agli occhi".
    Torta favolosa, un abbraccio Sandra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.