Vogliamo parlare di riso venere, di Autunno e di Insonnia?

ok, parliamone.

per le vostre orecchie 
per gli occhi: 
Arriva, arriva l’autunno. E con l’autunno arrivano le castagne, le zucche gialle, i cavoli viola e….. l’Insonnia.
Io sono sempre stata una di quelle che poteva dormire anche in piedi, anche su un piede solo, appena appena appoggiata a qualcosa. Sono sempre stata famosa per questo. Io mi addormento pardon, io SVENGO in 30 secondi appena appoggiata la testa sul cuscino (e puo’ essere anche quello del divano), perdo conoscenza e piombo in un sonno ristoratore profondo come un buco nero. Temporali, crolli, fuochi d’artificio: non sento un bel niente. Quando ero incinta di sua maesta il  principe ereditario (il mio primo “bambino”) il mio terrore era quello: e se non lo sento piangere? Invece non solo li sentivo piangere, sentivo addirittura il respiro se nel corso del sonno cambiava…. eeehhh le mamme! 
Insomma, io dormo, svengo, vado in catalessi, piombo in uno stato di letargia inebriante che stacca la spina al vorticoso pensare del mio cervello. Io sento la necessità di dormire per NON pensare coscientemente e per lasciar riordinare l’hard disk in santa pace ai miei neuroni. Ma crescendo (invecchiando mi sembra brutto) ho cominciato a dormire sempre meno. Vado a letto a mezzanotte, guardo un po’ di tele, leggo qualche pagina e poi crollo. Il problema non stà nell’addormentarsi, il problema è nel durare! Ultimamente mi sveglio intorno alle 4.00 e comincio a “dimenarmi-come-una-posseduta” (parole testuali del 1/2 pompelmo). Perché pensavate che una come me potesse stare ferma immobile a letto senza dormire per più di cinque minuti di fila? Il 1/2 pompelmo ha il sonno leggero leggero, sente anche le pulci saltare, e dopo un po’ che passeggio per il letto girandomi e rigirandomi mi dice: che c’è Sandra?
Onde evitare di svegliare anche lui allora da qualche notte, quando mi accingo a partire per la ottocento metri a ostacoli  mi alzo cercando di far poco rumore: sono un elefante in una cristalleria, haime!
Stamani è toccato alla tisana calmante davanti alla televisone, programmazione tragica a quell’ora, altre notti leggo o scrivo per i blog o semplicemente per me stessa. 
Passerà? Ditemi che passerà, ditemelo anche voi che è solo un periodo e che tra qualche giorno torna tutto come prima e ronfo e russo disturbando tutti e tutto!!!! 
Ma ho pronto il piano B: se non passasse (l’Insonnia)  la voglio prendere con calma e concedermi delle belle ore tutte per me, e se sono notturne meglio assai, tutto silenzio e nessuno che ti sbraita contro qualcosa.
Si, e che c’entra tutto ciò con il riso venere? 
C’entra, c’entra eccome! Due notti fa, mentre non dormivo come al solito, colta da un raptus, che mi ha anche fatto un po’ preoccupare,  mi sono messa a mettere a posto la credenza della pasta e delle farine….. ho unito l’utile al dilettevole, e,  metti a posto qua, metti a posto là ho trovato una rimanenza di riso venere. Appoggiato nella sua scatola, nella sua busta trasparente chiusa con un pezzo di nastro adesivo, mi guardava solitario e ramingo…. mi ha fatto tenerezza,….. la sera stessa l’ho salvato e l’ho cucinato.
Eccolo, qui sotto in pompa magna sul suo bel piatto!
Vi dovete procurare – per 4 personcine:
250 gr. di riso venere
500 gr. di gamberetti
funghi misti freschi 500 gr. 
la scorza di un limone non trattato
aglio e prezzemolo
olio extra vergine di oliva 
sale e pepe
1 bicchiere di vino bianco 
Mettete a cuocere il riso venere. Mettetelo in un tegame con  il doppio di acqua leggermente salata e fatelo cuocere a fuoco lento. Appena il riso avrà assorbito tutta l’acqua,  la vostra cucina sarà piena di un profumo meraviglioso come di pane appena sfornato, spegnete la fiamma e coprite il riso con il coperchio.
Fate un bel trito abbondante di prezzemolo con un paio di spicchi di aglio. In una grande padella antiaderente fate soffriggere gli odori in un giro di olio. Aggiungete i funghi puliti e tagliati a pezzetti piuttosto grandi. 
Premetto, io sono forturnata, adopero sempre funghi freschissimi e profumatissimi perché  mio babbo pensionato di lavoro fa il cercatore di funghi. Dico di lavoro perché per lui la passione travalica il buon senso: si  potrebbe metterci una brandina, nel bosco, e dormirci direttamente.  Comunque, io ho usato due bei porcini sodi e tosti, una bella manciata di chiodini e una mezza dozzina di gallinacci appena colti. Fate cuocere piano piano i funghi aggiungendo un po’ di brodo vegetale leggero o semplicemente un po’ di acqua secondo la  necessità. Aggiustate di sale e di pepe e quando i funghi sono cotti aggiungete i gamberetti sgusciati. Ancora un paio di minuti, saltate il riso, che nel frattempo sarà rimasto asciutto e profumato,  nella padella e preparate i piatti cospargendo con un filo d’olio buono, la scorza del limone grattugiata e un pizzico di prezzemolo tritato. Il gioco è fatto, non vi rimane che sedervi e assaggiare il profumo del riso, del mare e del bosco che si incontrano, alla faccia dell’insonnia!!!!
con questa ricetta ho il piacere di partecipare  al contest di    Vincerice
che scade il 30 settembre 2012: che vinca il migliore!!!!
Buona vita a tutti! 
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

31 commenti

  1. Anch'io dormivo come un ghiro, ho battuto il record di 16 ore di fila dopo una notte in bianco ma ora è tutto cambiato, dormo poco e mi sveglio spesso. Funziona un pò andare in palestra perchè mi scarico e riesco poi a dormire un pò meglio. Magari io avessi la forza di alzarmi e sistemare gli armadietti! Complimenti al riso e in bocca al lupo. Ciao a presto.

    1. Sistemo gli armadietti perché sono disperatamente sveglia alle 4 di mattina…. sto pensando di ritirare fuori cavalletto e pennelli e di mettermi a dipingere…. dico sempre che non ho tempo, vuoi vedere che il tempo trova me?
      Buona giornata cara!

    1. No no Pasquale, io sono ancora come le bambole: mi butto giù e svengo… il problema è perseverare…. mi sveglio alle 4 e mi par giorno!
      Saluti e baci!

  2. cara amica mia…eccomi qui alla fine di una settimana frullata e che quasi non respiro…ma mi sono messa quasi in pari…e avanzo il tempo almeno per leggerti. Io ti dico che passa…è il cambio di stagione. Però non stare troppo al pc, non aiuta molto il sonno, anzi….
    ti auguro una dolce notte allora con il cuore
    un bacio

    1. Lo, bentornata! Lo so, lo so sei tornata da un po' ma manchi spesso dai nostri blog…. il pc non aiuta, la televisione neanche… ho un libro sul comodino che mi pareva un mattone dalle prime pagine che ho letto…. userò quello come sonnifero se mi si ripropone lo svegliarsi presto: svengo dalla noia e non se ne parla più!
      Bella la tua scelta di andare a scuola, brava la mia gallinella piumata!

    1. Vanno bene anche le buste surgelate di funghi misti, al super….
      Si, stanotte vado a letto e dormo come un sasso…. però mi sono alzata alle 5 anche stamani…. speriamo passi presto!

  3. Ho il riso venere, mi mancano giusto i funghi. Appena avrò tutti gli ingredienti proverò assolutamente, questa fantastica ricetta. Mi sa che stanotte non dormirò io al pensiero di questo risottino. Complimenti, ciao.

  4. Cara Sandra, quel che so per esperienza personale ê che il pc non concilia il sonno (a volte neppure la tv), troppe informazioni si accumulano nel nostro cervello. Io spesso faccio fatica ad andare a nanna, ma una volta addormentata poi solitamente non mi sveglio. Hai già provato con una doccia fredda alle gambe? dal piede al ginocchio (movimenti sali-scendi)io lo trovo molto rilassante.
    grazie per questo bel riso, me lo papperei x cena che non ho voglia di cucinare stasera!!!
    bacioni

    1. La notte alle 4 non sono tanto in forma per farmi le docce fredde… ho il cervello ingarbugliato!
      Se stessimo più vicine ti inviterei volentieri a cena spesso spesso! Ciao Dany :O)

    2. prova a farlo allora prima di coricarti, dovrebbe funzionare lo stesso 😉 e fammi sapere!!
      Verrei volentieri anche io a trovarti, se fossimo più vicine!! sicuro potremmo chiacchierare di tantissime cose senza annoiarci! 🙂
      Buon fine settimana

    3. Sarebbe bellissimo chiaccherare e ciarabattolare insieme di foto e di cucina…. e anche di un po' di vita!
      Buona domenica delizia!

  5. Ultimamente invece io non prendo assolutamente sonno… Sono le 2 e mi giro ancora nel letto come una trottola, supina, a pancia in sotto, lato destro e poi sinistro… Ma gira che ti rigira… I miei occhi rimangono spalancati come fanali e anch'io penso al cibo e a cosa preparare XD
    Spero davvero che passi questo momento perche' la mattina quando mi devo alzare non ho proprio voglia =}

    Il risottino ti e' venuto proprio bene, la notte insonne porta consiglio 😉 per me senza gamberi che lascio felici nel mare ^^

    Un bacio da una Topina elfica 😀

  6. Yummmmm, che ricetta! Se non fossi enormemente solidale e partecipe del tuo problema (io sono una dormitrice professionista ed ogni volta che mi capita una minima alterazione nei miei stati di OFF entro in crisi mistica!) ti augurerei qualche altra notte insonne visti, i risultati!!

  7. …chissà che altre leccornie troverai nelle tue scorribande notturne!:D
    Passa, passa…vedrai che passa e, se non passa, la melatonina l'ho provata anche io, aiuta! Bacio, Sandra.

  8. idem,idem,anch'io e la mia amica mi8 ha detto che e il cambio di stagione e se non passa di provare con la melatonina pura,che e naturale..bla bla bla….me lo auguro che passi se no come facciamo?non dormono nemmeno i nostri boy…
    per quanto riguarda la ricetta ti dico che e una ricetta lodevole,adoro il riso venere:)bacetti,buona giornata*_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.