Crostata decorata con frolla Milano, marmellata di limoni e crema pasticcera

ovvero la “crostata fiorita”

Crostata decorata con frolla Milano, marmellata di limoni e crema pasticcera

4 Non Blondes – What’s Up

Musica per la preparazione: da ascoltare a volume altissimo e con gli auricolari

questa crostata decorata con frolla Milano, marmellata di limoni e crema pasticcera è nata in quarantena.

sissignori, durante un dei giorni più uggiosi, uno dei pochi giorni in cui non c’era il sole e stare a casa diventava ancora più uggioso.

mi decido solo adesso a pubblicare, ho avuto il blocco dello scrittore, non riuscivo più nemmeno ad aprire il blog.

sarà che ci siamo stati talmente tanto negli ultimi due mesi che mi sembrava di sprecare tempo, mi sono data alla “bella vita” (rispettando le regole rigorosamente: distanza sociale e mascherina) e sono uscita spesso e volentieri e quindi non ho avuto tempo/voglia di scrivere.

ma le foto erano pronte, la crostata era già finita da un pezzo e vi volevo raccontare del perchè come sotto titolo ho usata “crostata fiorita”: mentre sistemavo le foto chattavo con la mia amica foodblogger Elisabetta, ovvero il mio guru in fatto di dolci e da cui ho attinto per la frolla Milano, e nel parlare chiedevo come potevo intitolare il post.

Le mi ha semplicemente risposto: crostata fiorita come te, togli il come te e il titolo è perfetto…. perchè si sa ormai da tempo immemorabile che io sono fiorita come zucchine 😂

e così sono a scrivere questa ricetta mentre sto cuocendo il pane e il profumo che esce dal forno mi fa venire l’acquolina in bocca…. ma questo è un altro discorso.

Crostata decorata con frolla Milano, marmellata di limoni e crema pasticcera
Continue Reading

Torta agli albumi e farina di mandorle con glassa al cioccolato amaro

Torta agli albumi e farina di mandorle con glassa al cioccolato amaro

Crash Test Dummies – Mmm Mmm Mmm Mmm

vi siete mai ritrovate con un’esubero di albumi? io spesso e ne ho studiate di ogni, credetemi.

questa volta mi sono inventata una torta, la torta agli albumi e farina di mandorle con glassa al cioccolato amaro, lo so, le torte non si inventano, la pasticceria non è un’arte approssimativa, quindi so anche che io ho rischiato di fare un mattone, ne sono cosciente. invece no, è andata miracolosamente bene!

qualche cosa ormai l’ho imparata, come c’è bisogno di un grasso per fare la sofficità per esempio, o che lo zucchero non deve essere troppissimo e che il lievito va aggiunto alla fine, pochi minuti prima di infornare…..

comunque, per questa volta è andata bene, e io mie ero segnata scrupolosamente tutti gli ingredienti e le grammature, quindi si puo’ rifare tranquillamente.

questa puo’ essere tranquillamente una torta da colazione ma anche da merenda con un tè o anche un bel fine pasto: deliziosa la consistenza della pasta.

Torta agli albumi e farina di mandorle con glassa al cioccolato amaro
Continue Reading

Frollini ai cereali e fiocchi di avena

in tutti i posti, in tutti i tempi

This must be the place, Talking Heads

devi fare attenzione. devi stare attenta ma non devi aver paura. sii quella che senti di essere, non censurarti, mai, non preoccuparti di quello che gli altri potrebbero vedere, sii te stessa e basta. non aver paura di sembrare strana, oppure diversa, non aver paura.

devi solo camminare, a testa alta, guardando avanti che tanto dove metti i piedi lo sai, lo senti, dentro la pancia e nella testa. cammina, avanti, sempre avanti e non voltarti indietro che dietro c’è solo il passato e non puoi cambiare niente, puoi solo accettarlo e dimenticarlo.

brucia tutti i ricordi che non vuoi, tieni solo quelli buoni, quelli che ti accendono il fuoco dentro. guardati intorno e cammina, spalle dritte, schiena inflessibile, alza il mento e guarda. guarda tutti negli occhi, che non abbiano a pensare che hai paura perchè tu non ne hai, non ne puoi avere.

tu hai me, io sono qui per te, in tutti i posti e in tutti i tempi. per te, solo per te. e finchè saremo insieme le brutture del mondo non ti scalfiranno, io raccoglierò il male davanti ai tuoi passi e lo distruggerò, per te. io lo afferrerò con tutta la mia forza e lo spingero lontano, lontano da noi. perchè io sarò la tua spada, il tuo scudo, il tuo cuore pulsante e niente e nessuno potrà mai fare del male al tuo cuore. non lo permetterò. mai più. adesso che ho imparato, adesso che so come fare, so come tenerti al sicuro in questo mondo disonesto, confuso, disordinato, immorale, scandaloso, sporco e vergognoso. perchè io ti farò vedere solo la parte bella, onesta, pulilta, perbene per non contaminarti. lascia che sia a prendere quest’infezione perchè io so come bruciarla e tu no, tu rimarresti annientata da tanta cattiveria.

lasciami fare, fidati di me, affidati a me, io sono te e ti porterò lontano, in un mondo imperfetto ma reale. perchè io saprò sempre prendermi cura di te. in tutti i posti, in tutti i tempi.

Per tutte le mie “sorelle”

Frollini ai cereali e fiocchi di avena
Continue Reading