Pane brutto semintegrale

pane brutto semintegrale

il rientro….. il rientro dopo le ferie è sempre una spina nel fianco, per me come per tutti penso, questa volta arrivare al lavoro è stato durissimo, ahimè, sarei voluta rimanere a girarmi nel letto e invece la sveglia inclemente non mi ha dato pace!

per alleggerire la giornata del rientro mi sono concentrata sulla mia nuova macchina fotografica, comprata a Luglio e non ancora presa in considerazione, quindi mi sono armata di pazienza, libretto di istruzioni e mi sono buttata a capofitto nell’uso dell’ultima arrivata…… e gli obiettivi? visto che devo assortirli di nuovo, non essendo compatibili con la vecchia, mi sono fatta una cultura sul web, per esempio, la lunghezza focale dei diversi tipi di obiettivi : un obiettivo a focale fissa o un grandangolare? inutile dire che me li comprerei tutti ma per adesso mi dovrò accontentare di una focale fissa, un 50 mm o un 35 mm, visto che le mie foto sono in maggior parte fatte a soggetti fissi e molto ravvicinati, tipo il pane che vedete sopra e poi vediamo se per il mio compleanno riesco a regalarmi anche un bel grandangolare per i paesaggi… non mettiamo limiti alla provvidenza divina!

comunque, benrientrati a tutti! io come sempre, nonostante le temperature, ho panificato perchè senza pane non so stare, e mi sento orgogliosa di mostrarvi questa ultima creatura, il pane brutto semintegrale, che era stupendisssimo: profumato, croccante e saporito.

pane brutto semintegrale

Pane brutto semintegrale

adoro i pani rustici, quelli brutti ma buoni, soffici e profumati, questo è proprio uno dei miei preferiti!

pane brutto semintegrale
Print Recipe
Pane brutto semintegrale
Istruzioni
Impasto e lievitazione
  1. Cominciate con il setacciare un paio di volte tutte le farine insieme in modo che si mischino molto bene. Sciogliete il lievito di birra in 100 g. di acqua e versatelo sulle farine cominciando ad impastare ed aggiungendo, via via, la restante acqua. Non mi stancherò mai di ripetere che ogni tipo di farina ha un suo assorbimento e che quindi la quantità di acqua è indicativa: con le mie farine sono stati sufficienti 650 g. di acqua, con le vostre potrebbe volercene qualche grammo in più o in meno, sta a voi valutare mentre impastate.
  2. Impastate, a mano o con la planetaria, per circa 20 minuti aggiungendo acqua a seconda della necessità: l'impasto deve risultare morbido ed elastico, meglio un po' più appiccicoso e difficile da maneggiare che troppo duro. Lasciate lievitare l'impasto in una ciotola coperto con un canovaccio fino al raddoppio, a me ci sono volute circa 4 ore viste anche le temperature estive.
  3. Ribaltate l'impasto sulla spianatoia e fate delle pieghe circolari: dall'esterno dell'impasto portate al centro il bordo e ripiegatelo per diverse volte in modo da ottenere una sfera. Adesso formate il vostro pane, io ne ho fatto uno solo ma niente toglie di dividerlo in due e fare due forme più piccole. Formate una specie di cilindro e attorcigliatelo su se stesso, come se lo doveste strizzare, e lasciatelo sulla placca del forno per la seconda lievitazione, sempre coperto e al calduccio lontano da spifferi.
  4. Dopo un paio di ore il vostro pane sarà bello sofficce e lievitato: adesso lo dovete fare "BRUTTO". Pizzicatelo e arricciatelo sulla superficie, cercate di fare dei rilievi in modo che la crosta si formi bitorzoluta e rimanga così in cottura.
Cottura
  1. Riscaldate il forno a 250°C e una volta raggiunta la temperatura mettete la leccarda con il pane nel forno. Cuocete per 15 minuti a 250°C, poi abbassate la temperatura a 180°C e cuocete per altri 35 minuti (se il pane è uno solo) per 25/30 minuti se sono due filoni. Dopo 35 minuti fessurate il forno con un mestolo e cuocete per altri 5 minuti.
  2. Sfornate il pane e lasciatelo raffreddare su una griglia, in modo che sia areato anche la parte sotto della crosta.
Recipe Notes

Ottimo, veramente ottimo, ancora calduccino con un filino di olio extra vergine di oliva!

se volete vedere altri pani integrali o comunque particolari potete guardare

questo pane a spirale integrale con farina di canapa

Pane a spirale integrale con farina di canapa

oppure questo pane bianco alle noci e miele

pane brutto semintegrale

e con queste foto mi sono divertita, con la macchinetta nuova, a trovare la lucce, a cercare i colori, a inventare forme!

pane brutto semintegrale
pane brutto semintegrale
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.