Linguine asparagi e gamberetti e partenza….

A quest’ora sono sul traghetto che salpa verso l’Isola d’Elba.
Sentite il profumo del sale e del mare? Il vento che vi spettina i capelli dolcemente e l’acqua che vi culla?
IO SI…..
A quest’ora sono a ridere e scherzare con i miei amici, appoggiata al parapetto del traghetto verso la meta…. non vedo l’ora di mettere i miei piedini su quella bella isola piena di mare e di sole!!!
Nel programma c’è la visita alla dimora d’esilio di Napoleone, le visite alle spiagge bellissime dell’isola e qualche museo: il resto tutto divertimento e svago. Siamo in un agriturismo… esperienza nuova ma non tanto perché praticamente io ci vivo tutti i giorni in un agriturismo: per arrivare a casa mia ci vuole il treno, l’auto, dieci minuti di somaro e 5 minuti di aquila…….
Esagerata! Stiamo un po’ in campagna, a 2 minuti di macchina e 15 a piedi alla più vicina frazioncina….
Lo sapete che dalla mia finestra si camera si vede lo sfondo dei paesaggi di Leonardo? Mi ricordo la prima volta che ho guardato fuori circa 18 anni fa: era una giornata nuvolosa e nebbiosa di ottobre e la casa era praticamente un rudere con il solo tetto a posto, il resto era completamente da fare, era rimasto solo lo scheletro (e che scheletro! Abbiamo muri di 60 cm in pietra…) con i buchi per le finestre e una scala arrangiata per salire al piano di sopra. Sono entrata in quella che sarebbe diventata poi la mia camera da letto e ho guardato dal buco di una delle due finestre:

Sono ammutolita tanto era la bellezza … e guardate che per ammutolire me ce ne vuole!
Questa foto l’ho fatta stamani mattina mentre alle 7,00 mentre mi facevo l’aerosol per la maledetta sinusite che mi abbandona abbastanza raramente…. Vi state chiedendo che cosa ci facevo fuori a quell’ora? Beh, ieri sera era la famosa festa dello Studente, di conseguenza stamani quando sono scesa per farmi l’aerosol ho trovato 4 belve avvolte nei sacchi a pelo che russavano in salotto…. ma russavano!!!! La sera leoni e la mattina…. coglioni….. quindi per fare l’aerosol me ne sono andata in  terrazzo per non fare casino…. che mamma! Mi sono ricordata che cosa avrei dato io all’epoca per 10 minuti in più di sonno….. Poi tutti svegli, colazione e accompagnatura alla stazione e noi al punto di ritrovo per la partenza….. sempre di corsa, sempre a fare 3 cose insieme, sempre tutto incastrato al millesimo che se ti succede un imprevisto ti salta tutta la scaletta e addio!, ti si scompiscia tutta la giornata….. Tornando alla foto: lo vedete per rivolo d’acqua dietro il ramo del noce con le fogle nuove?
Quel rivolo d’acqua di questi tempi dovrebbe essere un fiume copioso e invece….. l’Arno è in secca come d’agosto….. bisognerà fare una danza della pioggia quest’anno!!! Comunque vi assicuro che con la nebba è come essere davanti al paesaggio della “Vergine delle Rocce”  o la più celeberrima “Mona Lisa” di Leonardo da Vinci…..e dico poco? Si ipotizza che gli sfondi dei quadri siano paesaggi della valle dell’Arno e io li abito….. fra i calanchi e gli olivi…..

calanchi

veniamo a noi…… le linguine…. 

La spesa:

  • Asparagi 1 mazzetto 
  • Gamberi abbondanti 
  • Linguine a piacere (noi molte)
  • Cipollotto fresco  1
  • 1 cucchiai di passata di pomodoro (facoltativa)
  • Olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe

Al solito, soffriggete lo scalogno nell’olio e aggiungete gli asparagi tagliati e lavati. Dopo 1 minutino aggiungete un po’ di acqua con la passata di pomodoro, un po’ di sale e coprite. Lasciate cuocere gli asparagi per qualche minuto ma lasciateli abbastanza sodi e poi aggiungete i gamberi sgusciati. Appena i gamberi cambiano colore potete scolarci le linguine e saltarle. Una spolverata di pepe e siete già seduti a tavola a puntare il piede  come si dice a Firenze!

Ragazzi, vi saluto e vi auguro una buona Pasqua: lasciate in pace gli agnelli per favore….. niente abbacchio per quest’anno…. bheeeeeeeee!!!!

con questa ricetta ho intenzione di partecipare a  La piccola bottega di campagna di Aprile  di Il gattoghiotto …..

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

18 commenti

  1. …quella foto fatta di mattina presto , tra un aereosol e un pensiero al pianeta , tra ricordi e ragazzi che dormono….che bel mix !

    Ti auguro buona Pasqua , spirito lieto! 🙂

  2. Isola d'Elba…non ti nascondo un po' d'invidia, io lavoro 🙁 bè però le linguine posso sempre farmele 😉 scusa se passo con un po' di ritardo, ma la tua zuppa dell'eremita dove la trovo???
    buona Pasqua
    Valentina

  3. Sandra, un post meraviglioso. Belle le tue parole, le foto, la lietezza che sprigiona. deliziosa la ricetta e commovente la foto dell'agnello col tuo accorato, al quale mi unisco con tutte le mie forze, appello a non mangiarlo!
    Un bacione grandissimo, passa una buona Pasqua e goditi la tua bella isola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *