Tortellini in brodo di funghi porcini

musica per l’ascolto

Scala & Kolacny Brothers – Nothing Else Matters – YouTube

Totellini in brodo di funghi porcini

ogni tanto mi prende la smania della pasta fresca e la devo fare, in assoluto. questi tortellini in brodo di funghi porcini (per l’appunto) ne sono la prova.

che la pasta fresca sia lunga da preparare secondo me è una falsa idea, per fare una semplice pasta fresca non ci vogliono più di 30 minuti, fra prepararla, stenderla e tagliarla. cosa ci vuole a fare due tagliatelle fresche? niente, basta averne la voglia.

certo, se apri un pacco di pasta e la butti nell’acqua bollente fai prima ma vuoi mettere la soddisfazione?

la pasta fresca….. con l’uovo o senza, con farine diverse, la pasta ripiena, i formati strani: troppo divertente!

questi sono piccoli tortellini di pasta all’uovo, rigorosamente stesa a mano, con il matterello grosso, con il disco di pasta che esce dalla spianatoia: proprio come faceva la mia nonna.

il brodo di porcini è la novità deliziosa.

Tortellini in brodo di funghi porcini
Continue Reading

Cappellacci al manzo su crema di peperoni e caprino

Cappellacci al manzo su crema di peperoni e caprino

Invisible Dress, Sanah

di pasta fresca ci vivrei se non fosse che a volte mi faccio prendere dalla pigrizia e mi pare troppo mettermi a prepararla.

invece quando sono li che impasto mi do della bastarda perchè in mezz’ora si possono fare miracoli e meraviglie, basta averne voglia.

in trenta minuti, sissignori, in trenta minuti si puo’ fare la pasta fresca: dieci minuti per impastarla, mezz’ora di riposo in cui potete mettervi sul divano a leggere o a guardare la tv, altri venti minuti per riempirla e chiuderla o per stenderla in spaghettini, tagliatelle, maltagliati.

e quando la scoli e la senti, perchè la pasta fresca si sente mentre bolle, quel profumo di farina di semola che entra nel naso e non lo lascia, il profumo che accarezza l’anima e la pancia, la scoli e la adagi con amore sul suo fondo o la condisci anche semplicemente con un filo di olio buono e formaggio…. ecco, in quel momento si scorge la bellezza del mondo.

questi cappellacci sono particolarmente buoni, e non lo dico io, ho gli assaggiatori preposti che sono rimasti molto molto molto soddisfatti e hanno detto che questa è una ricetta da replicare senza indugio.

protagonista l’olio bono, l’olio extravergine di oliva IGP Toscano perchè per il buono con il buono fa buono per forza.

Cappellacci al manzo su crema di peperoni e caprino
Continue Reading

Fagottini di farina di castagne e zucca gialla

Fagottini di farina di castagne e zucca gialla

i fagottini di farina di castagne e zucca gialla sono un piatto autunnale, ricco di sapori tipici delle colline fiorentine: castagne, pancetta, zucca gialla e pecorino.

tempi duri, senza dubbio, questo 2020 è una tortura. io mi rifugio in cucina quando le cose non vanno come devono andare e, a parte il fatto che lievito anche io insieme ai miei pani ma ci prenderemo grassini grassini, mi invento sempre qualcosa.

questi sono fagottini di farina di castagne ben guarniti sia dentro che fuori.

voi che formato preferite di pasta fresca? cosa vi piace? io cerco sempre nuovi formati, il classico raviolo quadrato mi annoia, devo inventare qualcosa di diverso per perdere la testa, per arrabbiarmi fino a che non mi viene come dico io….. così intanto non penso alle cose peggiori!

qui siamo sul classico, a parte la forma non proprio classica, ma siamo anche sul buono, sul toscano riveduto (ma non corretto che la cucina toscana non ha bisogno di correzioni) e arricchito.

nel ripieno trovate patate, prezzemolo, “bruciate” ovvero le caldarroste in toscano, pancetta e l’immancabile formaggio.

quel tocco in più è la vellutata di zucca gialla su cui galleggiano conditi con olio buono, fili di pancetta e pezzettini di castagne.

Gli accessori per la cucina e per la casa che vedete in foto li trovate da Luigi Fantechi Home a Pontassieve.

Stars, Simply Red

Musica consigliata per l’impasto

Fagottini di farina di castagne e zucca gialla
Continue Reading