Filone di pane con farina integrale e di segale

panificare è necessario, per me, è assolutamente necessario

caldo o non caldo il forno si accende e si panifica

perchè altrimenti mi sembra che non sia fine settimana, mi sembra che manchi qualcosa, mi sembra che …..

e un filone di pane con farina integrale e di segale, sciocco, bello croccante non lo vuoi fare? di quello che ci “stropicci” sopra un pomodoro, un filo di olio bono e un po’ di sale: ci puoi cenare, fare merenda, colazione o anche lo spuntino di mezzanotte.

questo è integrale, non completamente, e con la farina di segale. ma ora con questo caldo tutto lievita a meraviglia quindi si possono osare anche impasti importanti.

Filone di pane con farina integrale e di segale

INXS, Need You Tonight

ho molti limiti, sono un essere umano, ma anche ho anche molto coraggio per oltrepassarli, un passo per volta, un limite per volta verso orizzonti sconosciuti

ho mille difetti, sono un essere umano, ma ho anche molti pregi, so amare, so dare, so ricevere

cerco di respirare al ritmo della terra, insieme al suo respiro, cerco di andare all’unisono con lei che mi ha dato la vita, mi ospita, si prende cura di me

a volte inciampo, cado, mi perdo e non ricordo tutto quello che ho imparato vivendo ma basta un attimo, una lacrima di rugiada su una foglia a ricordarmi la bellezza e tutto torna più forte di prima

ascolto il mio cuore, ascolto il mio istinto e cerco di fidarmi anche se a volte ci vuole coraggio a scegliere la via più erta, ma quando lo faccio mi sento in armonia, mi sento parte di qualcosa di più grande, mi sento connessa

sssst, zitta, silenzio: non si possono dire queste cose a voce alta, figurarsi scriverle, che passi per essere quella strana, quella che dice cose strane, che crede alle streghe, alle fate alle cose diverse dal “normale” sentire…. sssst, zitta!!!!

non mi riesce più stare zitta. sono strana.

Continue Reading

Pan d’arancio

di queste 36 ore a Palermo mi è rimasto negli occhi la vita.
esuberante, ciarliera, volitiva e chiassosa di una città antica e moderna allo stesso tempo.
i palazzi antichi del centro storico, uno abbandonato e l’altro perfettamente restaurato, le arancine, le sfince di San Giuseppe, i cannolicchi, i parchi, gli alberi di arancio ai lati delle strade, i monopattini elettrici, i terrazzi sporgenti, le chiese sontuose, Santa Maria dello Spasimo, i teatri imponenti, le cupole strane sulle chiese bizantine, i ficus immensi.

e il pan d’arancio……


seduti a un tavolino a fare colazione, in una delle più belle pasticcerie di Palermo abbiamo assaggiato una carrellata di squisitezze tipicamente siciliane e il pan d’arancio.

e sono rimasta estasiata, entusiasta, stupita e merevagliosamente colpita dal pan d’arancio: una consistenza particolare, nè troppo umido nè troppo secco, un profumo inebriante di arancia, un sapore incredibilmente fresco e gentile.

ho provato tre ricette, questa mi sembra quella giusta

Pan d'arancio

Musica per l’impasto

Florence – The Machine, Free

la ricetta in se per se è facilissima, di una semplicità estrema ma semplicemente fantastica.

Pan d'arancio
Continue Reading

Schiaccia-pane con i ciccioli

Schiaccia-pane con i ciccioli

SCHIACCIA-PANE con i CICCIOLI: la mia nonna li chiamava “ciccioli” e li metteva nella schiacciata all’olio, erano cubetti di grasso di maiale, gli scarti della lavorazione.

io li ho infilati in questa schiaccia-pane, ultimamente faccio questo modello di lievito che è un incrocio fra una schiacciata e un pane. lo faccio perchè in molti lo hanno trovato buono…. pure io per la verità e poi mi lamento che non riesco a dimagrire……

Fasma, Bimbi sperduti

e poi vi racconto dell’Enogastronomica…..

E’ stata una cavalcata lunga 3 giorni, dura ma bellissima.

Dopo aver morso il freno per due anni abbiamo sciolto le briglie e abbiamo corso a perdifiato: abbiamo conosciuto, assaggiato, visto, annusato, imparato, discusso e riso (tanto).

Ed è tutto merito di quella meravigliosa creatura, quel folletto dei boschi, quella forza della natura: la FIAMMA FOLLI.

Certo, una che si chiama Fiamma Folli cosa poteva organizzare se non un evento vulcanico come la tre giorni di Enogastronomica?

Abbiamo assaggiato le eccellenze alimentari toscane preparate dagli chef più belli del mondo direttamente nelle “botteghe” degli artigiani, nel luogo dove nasce la bellezza.

E di bellezza ne abbiamo vista tanta se Dio vuole.

Ne esco stanca, perchè sono stati tre giorni tirati e impegnativi ma così ben organizzati e pensati che sono andati lisci come l’olio.

Un enorme GRAZIE a tutti quelli che sono stati con me in questi 3 giorni, un grazie enorme alla Fiamma per avermi voluta in questo evento (io sono una delle “donne della Fiamma”) un grazie enorme a Firenze, alle sue magnifiche maestranze e anche a chi ha partecipato e goduto di questi giorni.

Vi lascio un po’ di foto in coda al post, dopo la ricetta

Schiaccia-pane con i ciccioli
Continue Reading