Mele cotogne caramellate

Mele cotogne caramellate

una bella mela cotogna caramellata: sono tornata bambina facendo questa ricetta.

Per le vostre orecchie mentre cucinate

Penguin Cafè Orchestra, Music for a found harmonium

sono tornata a quando mia nonna mi caramellava la frutta per farmela mangiare, perchè si, sembra impossibile ma dice che ero una bambina inappetente!

comunque, quando Fulvio mi ha regalato una scatola intera di mele cotogne mi si sono illuminati gli occhi.

oltre alla normale marmellata, a mangiarla affettata fine fine condita con zucchero e limone ho provato a caramellarla.

mi sto divertendo a provare a fare video: aspetto le vostre “critiche costruttive” nei commenti per favore!

Mele cotogne caramellate
Continue Reading

Torta d’uva fragola

Torta d'uva fragola

con uva rigorosamente colta dalla vigna!

Torta d'uva fragola

Colonna sonora per l’impasto:

I Feel Free, Brittany Howard

io non la chiamo speranza, li chiamo sogni. e i sogni, se ci credi davvero, si avverano. ma ci devi credere. devono essere parte di te, devono diventare un pezzettino di dna, devono essere “te”.

ti ci devi buttare in un sogno, lo devi accarezzare tutti i giorni non lo puoi tenere chiuso al buio. i sogni hanno bisogno di vivere, di respirare, di sperare. perchè sono i sogni che sperano e non viceversa.

il sogno è potente, sprigiona la sua forza e ti fa suo, ti incita, ti spinge, ti manda avanti con il cuore, acquieta la mente, ti fa vibrare come una nota musicale, ti pentra dentro e ti fa risplendere di luce propria, ti fa fare i miracoli.

lo so, sono romantica, forse oltre ogni ragionevole dubbio ma non posso essere diversamente. sarebbe come chiedere a un cipresso di essere una quercia: non si puo’.

quindi mi tengo la mia idea, i miei sogni, il mio essere fuori dal mondo, il mio vivere fra le nuvole con tutte le conseguenze del caso. a volte è più difficile sognare che vivere, ma invece, a volte, essere incoscientemente leggeri aiuta a sognare meglio.

ho voglia di buttarmi in qualcosa di bello, in qualcosa di grande e di potente. ho voglia di

Aaaaaah: in tutto ciò vi informo che ieri è stato il nono compleanno di uno dei miei sogni, il mio blog.

Torta d'uva fragola
Continue Reading

Pain au chocolat

ovvero

“Ricette per la lietezza dello Spirito”

perchè di ricette per la lietezza dello spirito si parla quando si nominano i pain au chocolat!

musica per l’impasto

Pusceifer, Gran Canyon

un paio di post fa trovate i croissants sfogliati, quelli francesi, quelli che scricchiolano: questi pain au chocolat sono i cugini dei croissants ma non i cugini poveri, direi i cugini ricchi visto che sono farciti con il cioccolato….

l’unico problema di queste delizie è che sono “volatili”: una volta usciti dal forno si volatilizzano letteralmente, spariscono in un batter d’occhio, sono altamente golosi ed irresistibili.

Continue Reading