Colazione sotto al moro per “Salutiamoci” di Agosto

Musica assolutamente consigliata
se non ora quando – massimo zamboni feat nada

Colazione sotto il moro, seduta con la Piera, la mia gatta, composta di pesche e  zenzero   appena fatta e ancora calda, caffè d’orzo macchiato e la brezza delle otto di mattina….. se non ora quando?
Siamo alla fine delle ferie, ultimi giorni, lunedì si ricomincia a lavorare…. mi sono concessa una colazione in silenzio e pace, io e la Piera che mi ha amorevolmente fatto compagnia seduta sulla sedia accanto a me strofinandosi di tanto in tanto e leccando con piacere l’assaggio di composta che le ho concesso……

Finite, anche per questo 2012 le ferie se ne sono andate.
E sono state piacevoli, rilassanti ma non troppo, per non perdere il vizio….
Ultimi giorni di Agosto, ultimi giorni per partecipare al “SALUTIAMOCI” da  Brii,  mese di agosto a tutte pesche e invio quindi il mio  contributo alla giusta causa del mangiar sano per vivere sano….

e poi mandiamo la composta anche da Cinzia e Valentina per  di Color & Food  di agosto

Ingredienti:

2 pesche bianche mature
4 pesche noci mature
1 limone e il suo succo
1 cucchiano minuscolo di agar agar
polvere di cannella
zenzero fresco 
Mi capita, ieri sera, di aprire il frigo e di sentire profumo di frutta matura. 
Vedo le pesche che mi aveva portato mia mamma, colte direttamente dall’albero qualche giorno prima, belle bianche e polpose ma un po’ mature. 
Le ho sbucciate e le ho tagliate a piccoli pezzettini dentro una ciotola di ceramica. 
Ho lavato e tagliato sempre a pezzettini anche le pesche noci ben mature, ho aggiunto il succo del limone, la polpa (senza il bianco che è amarognolo) e ho anche aggiunto qualche filo di scorza tagliato fine. Ho amalgamato il tutto e coperto con un piatto lasciando in fusione per tutta la notte.

Stamani mi sono alzata presto insieme al 12 pompelmo che, povero, è andato a lavorare con questo caldissimo. Le ore della mattina sono quelle che mi piacciono forse di più di tutto il giorno.
Si sente ancora il profumo della notte che svanisce, il cinguettio dei passeri, i grilli che cantano e la brezza mattutina che ti promette fresco anche se poi non mantiene mai la promessa…..
Mi sono fatta coraggio e ho messo sul fuoco le pesche dentro una pentola di alluminio. Dopo 5 minuti la frutta ha cominciato a fondere rilasciando l’acqua contenuta e allora ho aggiunto una noce di zenzero grattugiata, i due cucchiai di malto e una bella  spolverata di polvere di cannella.  Ho fatto bollire il tutto per una ventina di minuti e poi ho aggiunto 1 cucchiaino di agar agar che avevo fatto sciogliere sul fuoco con  un po’ d’acqua  facendolo bollire per i 5 minuti canonici.
Ancora 5 minuti di bollitura e la composta era pronta. Ho invasato in due barattolini che avevo precedentemente sterilizzato in lavastoviglie e poi passati con un goccio di grappa. Ho chiuso i barattoli e li ho capovolti per fare il sottovuoto. Con quella che era rimasta fuori dai due contenitori ho fatto quello che sapete, pane integrale abbrustolito e caffè sotto il moro con la Piera…… una colazione da signori!
Il sapore della composta non è zuccheroso logicamente, si sente per intero il profumo della pesca e non risulta particolarmente aspra ma, anzi, dolce come frutta matura …..
Vi ricordo la tabella degli alimenti consentiti e non per partecipare alla raccolta  di Salutiamoci.

Si può vivere senza zucchero, che sia buono nessuno lo mette in dubbio, ma nessun può mettere  in dubbio che non è la cosa migliore per il nostro organismo. Siamo,   sono abituata ad usare lo zucchero fin da piccola, e, mia mamma mi racconta che quando lei era piccola lo zucchero era un lusso per la domenica. Disabituarsi non sarà poi così difficile, spero. Piano piano, un passo alla volta. Comincerò con il fare i dolci senza lo zucchero bianco ma usando dolcificanti naturali come l’uvetta o la frutta secca, sentirò di sicuro i mugugni dei miei abitutati allo zucchero ma resisterò, o almeno ce la metterò tutta!!! Ringrazio Brii, Lorenza, Stella e Roberta per aver “inventato” questa meravigliosa raccolta!!!!

p.s.             la    Piera ringrazia sentitamente perchè ha potuto assaggiare anche lei la composta di  pesche  SENZA zucchero, per lei assai velonosa…..

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

28 commenti

  1. e perché non dovrebbe essere valida?
    con una mise così rilassante, vacanziera e per di più corredata di una ricetta piena di buoni propositi, mandacela e saremo felicissime di prendere spunto anche per considerazioni salutistiche e non solo di forma o colore!!
    Cara Sandra Grazie, non senza una punta d'invidia per quel terrazzo con vista Paradiso!

  2. La tua Piera e' dolcissima come questa delicata composta di pesche 😀
    Somiglia, essendo tigrata, al mio topo-gatto-Romeo 🙂
    Rinnovo i complimenti e ripeto che son certa che i tuoi nuovi propositi potranno essere portati a termine alla grande! Io non preparo mai dolci, proprio di rado e in quelle rare occasioni impiego zucchero integrale di canna biologico del commercio equo solidale 😉
    Ma il miglior dolcificante naturale e' la frutta ^^ oppure malto di riso, mais etc, succo d'agave o dattero… Insomma le alternative dolci ci sono! Non mollare!

  3. Bruna, il malto di riso o di mais è veramente un ottimo sostituto dello zucchero e non è dannoso per il nostro corpicciuolo….. e poi, a me MI piace un sacco questa compostina poco dolce ma piccantella! Ciao Brunina, buona notte cara!

  4. Favolosa Sandrina, questa marmellata, lunedì scenderò a Genova e compererò da Naturasì tutto il neccessario per farla! Ti saluto caramente e un baciotto sul nasino alla bellissima Piera!
    ciauuu e buona serata <3<3

    1. E allora prenditi qualche bella colazione sotto il moro o sotto qualcos'altro, basta sia rilassante! Buone ferie Francesca, che siano belle e serene!

    1. Sai Annarita, la composta è già quasi finita….. mi toccherà fare un altro esperimento in settimana! La Piera ringrazia!

  5. che bel post (cosi' evocativo!) e che bella ricetta. questa non solo la segno ma la faccio possibilmente in settimana. fantastica. anche perche' senza zucchero e senza peccato. un bacio e grazie mille per essere passata dalle "mie parti". e se ti capitasse di passarci davvero, mandami un segnale di fumo.

    1. Come mi piacerebbe passare davvero da te! Qui ancora siamo all'inferno con Lucifero….. 44° percepiti ieri…. senza parole…. se fai la marmellata dimmelo, per favore"! A presto, baci

  6. tesoro grazie a te e come sono contenta….le marmellate senza zucchero sono buone, sanno di frutta vera…la tua è speciale, un bacio a te e uno a Piera…io parto domani mattina ma appena rientro….ci abbracciamo…uno dei nostro abbracci a distanza ma forti e intensi

  7. La tranquillità e la Pace, due tasselli che ci fanno vivere davvero bene, il problema che questi momenti a volte durano poco.
    Che bella la Piera e la composto.
    Goditi quest'altro week end, prima che si ricomincia ……………….
    A presto

  8. Ciao cara. Sono arrivata per caso nel tuo blog, curiosando qua e là… ho visto che anche tu, come me, ami marmellate (composte, confetture…) particolari. Mi sono iscritta tra i tuoi followers e verrò a trovarti spesso. A presto.

  9. Grazie per la visita al mio blog, così ho scoperto il tuo!
    Bellissima la composta, il piccantino dello zenzero deve starci benissimo!
    Però dimmi una cosa…questa stupensa vista è quella di casa tua???Tutti i giorni puoi fare colazione con una vista così????Che bellezza!!!!

  10. A parte che da conservante puo' fungere anche il malto, ma l'agar agar oltre che addensante riesce anche a dargli un po' più di durata. Comunque si, ha scadenza breve non essendoci addititivi o vari…..ma che vuoi, a me piace talmente tanto che due barattoli mi dureranno si e no un mese!

    1. non ho mai usato il malto, leggo sul tuo link che non si trova al supermercato (nemmeno all'esselunga, che ha parecchi prodotti bio?) … devo acquistarlo in forma liquida? in polvere non va bene?
      domani farò impazzire mio marito alla ricerca del malto sconosciuto, perchè voglio proprio assaggiarla questa tua marmellata!
      … scusa, ma perchè tuo marito lo chiami mezzo pompelmo?

    2. Io posso assicurare che le confetture si possono fare anche senza nessun tipo di dolcificante ma solo frutta e si mantengono anche per un anno, ad esempio ne ho una di cachi e cardamomo che non si e' rovinata affatto! Si segue la stessa procedura per le consuete confetture solo che nn si aggiunge dolcificante di nessun tipo al massimo l'agar agar per addensare un po' 🙂

    3. Grazie carminia, grazie per la certezza. Ho adesso sul fuoco una marmellata di frutta mista con un esperimento in corso… poi vi faccio sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.