BARCELLONA

Barcellona è una grand bella città.
Ci siamo vissuti per una settimana girovagando in lungo e in largo per tutte le vie e le viuzze, per il centro e per la periferia.
Città imponente, grandi viali, traffico smaltito nelle vie di comunicazioni enormi e ben considerate.
Divisa in quadrati dalle strade principali è facile da visitare e ricca di vegetazione.
Nonostante i 30 gradi noi ce la siamo cavata benissimo arrivando a percorrere, a piedi, anche più di 10 km al giorno senza soffrire troppo nè il caldo nè la sete (è ricca di alberi e giardini e di fontane pubbliche con acqua fresca). Ricca e piena di architetture, incrocio fra il liberty e il modernismo, una città da visitare con il naso all’insu: balconi, decorazioni, cornicioni, terrazze sui tetti.
Senza alcun dubbio, il Re in assoluto dell’architettura di Barcellona è lui: Antoni Guadi.
Forse era un alieno, di un altro mondo di sicuro.
Opera prima la Sagrada Familia, imponente e incompiuta cattedrale.
Si rimane senza fiato.

 Qui sopra alcuni scorci mentre si scende dal campanile più alto. Incredibili le sculture, i particolari, gli incastri. Veramente da rimanere senza fiato. Si scende per una scala a chiocciola doppia che già di per se è una meraviglia.

L’interno lascia letteralmente ammutoliti per la grandezza, la maestosità e si ha l’impressione di essere nel centro di un alveare o comunque qualcosa di progettato nei particolari  per l’insieme di colonne e di decorazioni.

Luci, ombre, colori e vetrate. Giochi di luci in cui niente è lasciato al caso ma tutto è studiato da Antoni Guadi per glorificare la sua fede.

 Nidi d’ape, alveari, colonne, colori, luci e ombre…..

L’esterno appare di una bellezza travolgente nonostante non sia completato e siano visibili le gru.
Mancano  ancora il campanile centrale e altri campanili minori……

E poi la Boqueria, il più variopinto mercato di frutta e alimentari di una Barcellona vecchia, antica, di quella Barcellona che accolse Colombo e lo spedì in cerca delle Indie facendolo invece imbattere in un enorme continente, il nuovo mondo, le Americhe….

La crisi si sente e si vede, con dignità, ma si vede….

Il museo Nazionale di Catalogna

 La discesa dal parc Guell  e i suoi giardini  e giochi d’acqua

 Verde!!!!

E i guardiani-camini di Antoni Guadi nella sua casa più famosa, la Pedrera (la cava di pietra)
costruita per una delle più ricche famiglie di Barcellona dell’inizio del XX secolo…. anche qui si nota il genio….

 Casa Milà

E poi il cibo, le famose tapas. Abbiamo spelluzzicato tutto, assaggiato quanto potevamo, pranzato nel barrio gotico con cibo asiato, argentino, tunisico e turco, abbiamo assaggiato tapas in tutti i modi, abbiamo bevuto e gozzovigliato lasciandoci travolgere dai ritmi della città: si cena dopo le 10 di sera, mai prima!!!! E’ stato bello, emozionante come tutti i viaggi lo sono.
E poi si torna, si torna….
E si rientra nella normale normalità (e viene da dire meno male), si ricomincia con il tran tran della spesa, della cena, la colazione il pranzo……. sono ancora in ferie fino a domenica….. questo caldo mi costringe a starmene nella mia piscinetta per lunghe ore…..

Ma sabato arriva Beatrice che scaccerà Lucidfero, infernale settimo anticiclone di questa calda estate, e con lei un po’ di fresco. Si spera che piova, qui siamo in emergenza acqua già da tempo, i nostri fiumi sono diventati ruscelli, i nostri bacini idrici quasi completamente asciutti…..
E allora, aspettando l’inverno che verrà e il suo freddo, mi accingo a godermi questo strascico di ferie che mi rimangono…… vado a fare un bagno!

Alla prossima!!!!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

21 commenti

  1. Barcellona ma manca, purtroppo non ho ancora avuto il piacere di visitarla ma spero prima o poi di rimediare;-)! Splendide le tue foto;-), un abbraccio Cinzia

    1. C'era di che fotografare!!! Barcellona, secondo me, è una città in cui si potrebbe vivere e vivere bene, nonostante tutto!

  2. Grazie Sandra, mi hai fatto sognare di essere a Barcellona, posti meravigliosi, foto bellissime. E hai ragione quel Gaudi è geniale.
    Speriamo che questo Lucifero vada via presto, un po' di fresco ci vuole. Baci e a presto.

  3. Ciaooo cara Sandrina bentornata a casa! La tua vacanza è stata breve ma intensa, quante belle cose che hai visto, che spettacolo! Foto bellissime complimenti, hai proprio l'animo d'artista!
    buona giornata stella:))

  4. Quando l'ho vista io La Sagrada aveva solo la facciata 🙂 allora sì si poteva dire incompiuta, mi sono fatta tutti i 365 scalini (più uno piccolo di ingresso per entrare) e pareva già incantevole così.
    Ben tornata!

    1. Io ho preso l'ascensore per salire…. pigra? Naaaa, la scusante era che il 10 di agosto farsi tutti quegli scalini a piedi…. lo spettacolo, comunque, vale la fatica…..

  5. Che bel post, quante fotografie e che bei dettagli!!! Slurp al mercato degli alimenti, con quella frutta e i dolci cosi ben presentati!!! Interessanti i ritratti dei barcellonesi che si guardano attorno.. 😉 Complimenti per l'impegno nel proporre le tue foto raggruppate a temi, fanno un'ottima impressione. Sono contenta che siete stati bene, e spero che il fresco arrivi presto anche da voi! Il mio forno è attualmente a riposo per ferie.
    grazie per essere passata e per il tuo commento, mi ha fatto moltissimo piacere cara Sandra! ciao e a presto

    1. Le foto sono opera congiunta di tutti e tre noi, il raggruppamento è mio. Le foto dei bercellonesi…. abbiamo visto persone che chiedevano elemosina con una dignita e una vergogna negli occhi da farci piangere…. la crisi…. la finanza… che siano tutti maledetti, ci prendono l'anima e il sangue e non sono comunque contenti…..
      forno chiuso per ferie, aperta la piscina! :O)

    1. Pasquale, la prima cosa che io e il mio compagno abbiamo detto insieme quando siamo entrati nella Sagrada Familia è stata:
      questo è un extraterrestre, ci ha fregato tutti……
      si ispirava alla natura per le sue case e le sue opere…
      Comunque è bello anche tornare a casa!

  6. che bello! mi piace essere il primo commento su Barcellona!!!
    Ci sono stata diverse volte, ogni volta è un'amore che si rinnova.
    Barcellona ti strega con il fascino pieno di bellezza, cultura, colori, profumi e energia.
    Belle foto, voglia di ritornarci appena possibile.
    Ciao e buon bagno in piscina 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.