Search results

2 results found.

Il salmone, la mela verde , la creme fraiche di Laura Ravaioli e la terapia per quando sono triste …..

Ho imparato che quando sono triste se vengo  sul blog e cerco i miei amici, che anche se loro non sanno di essere miei amici, loro  mi tirano su la giornata con mille e mille post tutti diversi e curiosi.
Mi sono fatta la lista, seguo i blog che più mi hanno attirato l’attenzione come ognuno di noi fa, adesso so dove andare a cercare allegria o ricette serie, dove cercare la fantasia e dove posso trovare umanità. Ho cominciato a scrivere su questo blog quasi per caso, per sfida. Tutte le volte che mi sbizzarrivo nelle ricette per le mie cene con gli amici il giorno dopo arrivavano valanghe di complimenti che mi piacevano un sacco e mi gratificavano assai. Era diventata la battuta: fai le foto per il blog? Allora, questo blog? Alla fine mi sono ritrovata con una chiavetta da 4 gb piena di scatti, non c’era davvero più posto, dovevo cominciare  ad  eliminare il superfluo, ma,  soprattutto dovevo decidermi a fare questo blog.  Il mio blogghino è piccolo, poco invadente e non mi piace la pubblicità. Ma sono contenta di quello che ho per adesso, è tutta ROBA MIA!!!
Sono contenta degli amici che ho sul web, pochi ma buoni, sono contenta di aver trovato delle “persone” con cui poter discorrere amabilmente del più e del meno, sono contenta di aver imparato tanto da voi.
Ho allargato i miei orizzonti scoprendo un mondo, quello dei blogger, che mi piace.
Torno a ripetere che i miei amici non sanno del blog, conosce questo blog solo il mio fiorellino 15enne che mi aiuta e collabora con consigli e grandi incoraggiamenti, quindi: che rimanga un segreto fra me e tutti voi e il …web: possiamo chiamarlo il segreto di Pulcinella?
Quindi i miei amici continuano a mangiare di gusto le mie ricette e continuano a prendermi in giro con le foto per il blog: tutte le volte una sottile soddisfazione mi illumina lo sguardo e sghignazzo sotto i baffi…… come mi piace fargli credere che mi prendano in giro! Ho deciso che quando arriverà a 10.000 contatti (il blogghino)  manderò una mail a tutti con il link del blog e aspetterò sulla riva del fiume con il sorriso sulle labbra per veder passare il cadavere del mio nemico….. ancora ho un po’ di tempo per godermi l’anonimato, sono solo a 3486 visualizzazioni….
Ho trovato, nel corso dei miei scorrazzamenti sul web, tanti blog interessanti e spregiudicati. Ho trovato ricette sopraffine, ricette vere e sincere, cultura e cucina, gola e ricercatezza. Per non parlare dei pdf dei contest, c’è da svenire da quante bellezze ci sono! Soprattutto ho trovato un altro pezzettino di me, quel pezzettino che non era ancora mai venuto a galla…..
Quindi, VI RINGRAZIO, vi ringrazio per passare a trovarmi e fermarvi a leggere le mie sciocchezze, vi ringrazio per condividere con me questo spazio con i vostri commenti, vi RINGRAZIO e basta, e lo faccio con un antipasto della grande Laura Ravaioli che ho proposto tante volte con successo ai miei amici dopo averlo visto eseguito da lei per il Gambero Rosso Channel:

Salmone affumicato, mela verde e creme fraiche 

Vi dovete procurare:

  • almeno due fette di salmone affumicato per persona
  • pane integrale (il mio era fatto da me con farine integrali miste e chicchi di pepe nero)
  • burro 
  • 2 mele Grammy Smith
  • 250 dl panna da montare
  • 125 gr.yogurt greco al naturale 
  • cipolla rossa possibilmente fresca
  • il succo di 1 limone 
  • sale e pepe 
  • bacche di pepe rosa per la guarnizione 

 Preparate la salsa fraiche (comunemente detta anche panna acida): in una ciotola mettete la panna e lo yougurt, sminuzzate finemente la cipolla e aggiungetela con un pizzico di sale e il succo del limone. Mischiate il tutto e lasciate la ciotola coperta con un canovaccio fuori dal frigorifero: ottimo sarebbero dalle 8 alle 9 ore per far fermentare il limone ma ci si può accontentare anche di qualcosa di meno.
Tagliate il pane a fette sottili, imburratelo abbondantemente, appoggiateci sopra una fettina di salmone e una mezzaluna di cipolla affettata finissssssima e fate un tramezzino a diversi piani. Incartatelo stretto nella pellicola e mettetelo nel frizeer per un decina di minuti. In alternativa potete fare il tramezzino solo con pane e burro.
Lavate la mela, sbucciatela o anche no se vi piace di più, tagliatela al fiammiferini e per non farla annerire passateci un po’ di limone. A questo punto potete condire le mele con la creme fraiche.
Veniamo al pane: toglietelo da frizeer e tagliate via tutte le croste, formate i quadratini o dei triangoli con il tramezzino e mettetene uno per piatto. Aggiungete le due fette di salmone affumicato e le mele condite con la creme fraiche, abbellite  con le bacche di pepe rosa e accompagnatelo con un bel vino bianco secco secco…
la dolcezza delle mele si fonde in maniera meravigliosa con la creme, e il burro e il salmone non ve lo devo certo raccontare io ….

.

Quindi, ringrazio di cuore i miei meravigliosi sostenitori, i visitatori “pilotati” che arrivano dai contest, gli amici che arrivano per sbaglio cercando qualcosa……. buona giornata passerotti!

Continue Reading

Rana pescatrice con salsa alla panna acida

Rana-pescatrice-con-salsa-alla-panna-acida

 

Noemi, Porcellana

 

 

 

una ricetta facile e veloce, con poca cottura per contrastare la calura estiva.

la rana pescatrice, o cada di rospo, ha una carne leggera e saporita che non ha bisogno di ricette elaborate, molto meglio cucinarla semplicemente, arrosto?

in questo caso lessa, con aromi e condita con una salsa alla panna acida, una simil creme fraiche

la rana pescatrice alla salsa con panna acida sarà una piacevole e veloce solizione per una cena leggera ma gratificante.

se cercate le mie solite farneticazioni le trovate più sotto…..

 

Rana-pescatrice-con-salsa-alla-panna-acida

Continue Reading