Pane di farina di semola di grano duro

Ormai lo sapete, io quando ho qualcosa che mi rode faccio il pane……
E sabato era proprio una giornata no. Notizie terribili dalla tv, tempo autunnale= impastare.
Io quando metto le mani in pasta mi perdo, mi rilasso e mi ritempro.
C’è che corre, chi guarda la televisione, chi legge, chi mangio: io impasto… dopo  mangio quello che ho impastato

  • Farina di semola di grano duro 600 gr
  • Farina di farro 300 gr
  • Farina integrale 100 gr
  • Lievito madre secco 100 gr. (molino  Rossetto)
  • Germe di grano gr. 25 (molino Rossetto)
  • Acqua q.b.
  • 1 cucchiaio di miele d’acacia

 Ho mischiato le farine insieme al lievito e ho cominciato ad impastare con energia. Ho impastato le farine con l’acqua per circa 10 minuti o forse di più. Ho fatto una biga, l’ho messa a riposare in una ciotola di plastica e dentro al forno con la luce accesa (solo la luce, mi raccomando). E ho aspettato.
Ho aspettato che il pane lievitasse e dopo 3 ore era più che raddopiato.
Ho diviso la forma in due panini e li ho messi sulla placca del forno infarinata e insilata dentro. Con il rimanente ho fatto una schiacciata, ho cosparso la superficie con abbondante olio extra vergine di oliva, sale marino e ancora infornato.E ho lasciato lievitare ancora per circa un’ora.
Ho però commesso un’errore: ho aperto il forno per controllare invece di farlo partire direttamente con il risultato che il pane si è abbassato per non riuscire a rialzarsi oltre quello che vedete qua sopra. Invece la schiacciata ha continuato a gonfiarsi….

Una volta cotto, dopo circa 25 minuti di forno a 180°, ho guarnito con cipolla fresca affettata, erba aromatiche tritate e ancora olio per mangiarla.
A parte l’aspetto bassotto del pane il risultato è stato ottimo: crosta croccante, mollica ben areata e ben cotta, sapore proprio di pane…..
La schiacciata era addirittura croccantissima fuori e soffice dentro….
Abbiamo pranzato con schiacciata e pane e pomodoro….. e  qualche timido raggio di sole…… poi, purtroppo, siamo ripiombati in autunno e ci siamo ancora: tempo grigio e piovoso…..
Un pensiero ai nostri concittadini terremotati: forza ragazzi, siamo tutti con voi….

Ho colto l’unico raggio di sole di sabato…. saluti!!!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

17 commenti

  1. Ciao! piacere di conoscerti, mi sono unita ai tuoi lettori perchè fai delle cose molto interessanti come questo pane che io non trovo mai il coraggio di fare!Ho il terrore che venga duro o che puzzi di lievito!

  2. ci credo che impasti quando qualcosa non va!!! ti viene così bene che poi vedi tutto da un' altra prospettiva.. quella del successo appagante…. eheh…. :O)
    io quando mi rode metto in ordine. tipo che tiro fuori tutto quello che ho negli armadi e nei cassetti e comincio a piegare tutto meticolosamente…. e ordino tutto per colore….. O_O considerando che mi rode spesso…..
    smaaaack

    1. Metti a posto fuori quello che è in disordine dentro: un dott. ti direbbe così…. beh, intanto mi immagino che cassetti belli colorati e ordinati!!!!

  3. Ma che bontà il tuo pane! Io l'ho fatto stamattina perchè i bimbi vengono in trasferta qualche giorno e allora…sai com'è…loro vogliono il panino di nonna!!!belli i miei tesori!
    ciaoo e buon pomeriggio ::)))

  4. Anni fa ho provato a fare la pizza e al mio moroso che sente odore di lievito ovunque non è piaciuta quindi non ho mai provato a fare il pane… ma la voglia è sempre forte , chissà che letta la tua ricetta mi venga il coraggio di riprovarci!

    1. Non HAI MAI FATTO IL PANE???? Ma devi farlo subito immediatamente!!! Il pane non è detto che venga sempre bene ma è comunque sempre "pane"… devi farlo, subito, subitissimo, subitissimamente subito! Stasera per cena: pane caldo e pomodori con olio extra vergine: niente di più squisito….

  5. eccolo il pane bassotto…però è proprio fragrante…secondo me nel tuo forno c'era troppa promiscuità e la schiacciata ha fatto il pane e viceversa 🙂
    p.s. un pranzo così è fantastico 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.