Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio

Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio

Per la seconda volta partecipo al contest LATTI DA MANGIARE 5.0 della storica Fattoria IL PALAGIACCIO

Con quest’anno siamo arrivati alla quinta edizione (5.0) e la sfida diventa dura: c’è stato da divertirsi!

La parte più difficile per me è stata quella del dolce a cucchiaio, questo richiedeva la sfida, oltre alla pizza gourmet o al risotto, il tutto cercando di esaltare i formaggi della Fattoria.

Alla fine ho optato per due abbinamenti classici, il “cacio” con le pere per il dolce e fichi, salame e formaggio per la pizza.

La parte più ardua è stata quella di pensare di accendere il forno con queste “miti” temperature estive! Una volta superato il blocco mentale del forno però è stato divertente, impegnativo ma divertente.

La scorsa edizione, quella del 2018, è stata fortunata per me, ho vinto il premio come MIGLIOR SECONDO PIATTO, con i dumpling al tonno Firenze, e sono stata premiata durante l’evento di chiusura del contest, nel magnifico palazzo Comunale di Scarperia, dentro la cornice medioevale arricchita dal corteo storico in abiti d’epoca: sarà difficile fare il bis ma la speranza è sempre l’ultima a morire, io ci provo!

iniziamo con le ricette?, io direi proprio di si, cominciamo dal salato:

Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio

Pizza Gourmet: fichi, salame, Blu Muuugello e Fior di Mugello

Print Recipe
Pizza gourmet: fichi, salame, Blu Muuugello e Fior di Mugello
Istruzioni
  1. Setacciate un paio di volte le farine in modo che si mischino completamente. In una ciotola capiente versate l'acqua e scioglieteci dentro il sale. Aggiungete 100 g. di farina e, quando questa sarà liscia e senza grumi, aggiungete il lievito di birra sciogliendo bene anche quest'ultimo.
  2. A questo punto cominciate ad aggiungere la farina e impastate fino a che non otterrete un impasto liscio e morbido e ben idratato (eventualmente aumentate l'acqua secondo la necessità di assorbimento delle vostre farine). Fate delle pieghe circolari e lasciate riposare per la prima lievitazione coperto e al caldo.
  3. Al raddoppio dell'impasto, ci vorranno circa 2 ore e mezza, ribaltatelo sulla spianatoia e fate un giro di pieghe circolari senza sgonfiare troppo la massa. Dividere l'impasto in 5 parti di circa 250 g. ciascuno e formate delle palline di impasto sempre facendo le pieghe circolari. Lasciatele sulla spianatoia infarinate e coperte con un canovaccio per la seconda lievitazione.
  4. Dopo un paio di ore la lievitazione dovrebbe essere al punto giusto. Scaldate il forno al massimo del calore, il mio non va oltre i 250° C ma se il vostro arriva a 300°C sarebbe meglio. Su un piano di lavoro appoggiare una pallina sopra la farina e distendetela con le mani dal centro verso l'esterno picchiettando con le dita: la pasta si distenderà agevolmente e in questo modo il bordo rimarrà più alto (il famoso cornicione).
  5. Sulla pizza spianata appoggiate delle scaglie di FIOR di MUGELLO, un filo di olio ed infornate: infornate una pizza per volta, purtroppo i forni casalinghi non hanno la potenza per poter cuocere due pizze insieme. Dopo 4 o 5 minuti, quando i bordi si saranno alzati e il formaggio sarà sciolto aprite il forno e mettete quattro fichi aperti in 4 e lasciate cuocere per altri 3/4 minuti.
  6. Nel frattempo preparate la prossima pizza da infornare formandola, mettendo sopra il formaggio e conditela con l'olio. Quando sfornerete la prima infornerete la seconda e così via.
  7. Tagliate la pizza in quattro spicchi e sbriciolate qualche grammo di BLU MUUGELLO sopra ogni spicchio, aggiuntete una fettina di salame e un paio di gocce di estratto di fichi, un filo di olio extravergine di oliva e servite.
Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio

Bavarese al Gran Mugello e pere caramellate

Print Recipe
Bavarese al Gran Mugello Ubaldino e pere caramellate
Istruzioni
  1. In un bicchiere mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda. Sbattete i tuorli con lo zucchero semolato utilizzando le fruste elettriche fino ad ottenere un composto bianco e spumoso in una ciotolina. In un pentolino portate quasi ad ebollizione il latte insieme alla bacca di vaniglia incisa a metà .
  2. Filtrate il latte con un colino a maglie fitte per eliminare i semi di vaniglia e versatelo a filo sul composto di tuorli mescolando continuamente con una frusta. Rimettete il composto nel pentolino e mettetelo sul fuoco a fiamma bassissima.
  3. Cuocete il composto portandolo alla temperatura di 82° (misurando spesso con un termometro da pasticceria) e mescolando continuamente con una frusta. Una volta arrivati a temperatura spegnete il fuoco e aggiungete la gelatina ben strizzata dall'acqua, il formaggio GRAN MUGELLO grattugiato finemente e scioglietela completamente con la frusta. Mettete la crema dentro una ciotola capiente e fatela raffreddare a bagnomaria.
  4. Montate la panna a parte e una volta che la crema si sarà raffreddata aggiungetela con un cucchiaio di legno con movimenti lenti e dal basso verso l'alto. Quando la crema sarà ben amalgamata versatela dentro un anello da pasticceria o dentro uno stampo che avrete bagnato precedentemente.
  5. Nel frattempo preparate le pere candite: lavatele, affettatele molto sottili. In un padellino aggiungete l'acqua e lo zucchero e lasciatelo sciogliere, poi aggiungete le pere affettate e lasciate caramellare a fuoco bassissimo. Quando lo zucchero cambierà di colore diventando marrone togliete le fettine di pera e deponetele su un foglio di carta forno ad asciugare.
  6. Lasciate riposare la bavarese per almeno 5 ore o una intera notte. Togliete l'anello, passate una lama sottile umida fra l'anello e la bavarese in modo da staccarla dalle pareti.
  7. Sbattele leggermente l'albume d'uovo, passateci le foglioline di menta e poi appoggiatele sullo zucchero per ottenere l'effetto ghiacciato. Mettetele su un foglio di carta forno e lasciatele per qualche minuto nel surgelatore.
  8. Guarnite la bavarese con le pere caramellate e le foglioline di menta e servite ben fredda.
Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio
Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio
Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio
Latti da mangiare 5.0: due ricette per il contest de Il Palagiaccio
Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.