Sagittario ascende leone ….


… e pasta matta!

 Musica consigliata
Calling all angels, Jane Siberry

Ho spulciato e rispulciato, non essendo io una accanita consultatrice di oroscopi o tarocchi vari,  una serie di siti che Google mi ha proposto in risposta alle parole

calcolo + ascendete + zodiaco

Una selva! Per i non praticamenti, come me, una selva! Ho cominciato con un sito e ho calcolato l’ascendente, poi, curiosa come una scimmia mi sono detta: facciamo la riprova? E ho provato un altro sito… non è uscito lo stesso ascendente….. il terzo, ancora diverso… oooooh, ce ne fosse stato uno uguale!

Ho cominciato a perdere la pazienza, stavo accarezzando l’idea di barare e di tirare a caso quando il telefono squilla  e riconosco il numero di mia mamma. Mi si è accesa una lampadinan nel cassetto memoria lontana. Mi sono ricordata di quando, appena finiti 18 anni  (una vita fa!!!!!), il mio babbo fu ricoverato in ospedale per un presunto infarto. Passata la fase della paura e accertato che infarto non era stato,  lo pseudo-malato fece amicizia con il compagno di stanza che però l’infarto lo aveva avuto davvero. Insomma, il signore infartato era un ex-parroco che aveva deciso di lasciare i voti e cambiare  vita quando aveva conosciuto una signorina olandese e si era innamorato. All’epoca vivevano in un casale nelle campagne fiorentine, sperso nel nulla senza luce elettrica, riscaldamento e a momenti neanche l’acqua corrente, lui, lei e due figli piccoli.Vivevano da contadini nel XX secolo, ripensandoci adesso avevano trovato la via giusta e, ….che coraggio!
Siccome il mio babbo è uno di quelli che potrebbe parlare anche con i sassi se preso dalla disperazione, logicamente fecero amicizia. Venne fuori, nel corso dell’amicizia durata qualche anno, che il tipo aveva la passione dell’astrologia e faceva le carte del cielo con relativa lettura. Tutti in famiglia hanno avuto la sua carta astrale e logicamente anch’io. Ripensandoci adesso a distanza di tanti anni devo ammettere che ci aveva anche azzeccato! Morale della favola, sono andata a casa di mia mamma e ho scartabellato un bel po’ per ritrovare la carta astrale su cui era segnato in bella vista l’ascendente. Posso dire con orgoglio e sicurezza che sono Sagittario ascendente Leone! Tieèèèè!!!!

    “E’ impazzita, questa volta è impazzita…”

Vi sento che lo pensate, mascherine! No, non sono impazzita: tutto questo prologo mi serve per   partecipare ad un contest e mi serviva l’ascendente! E che cosa avevate pensato, creauture con poca fede!

Allora, allora spedisco questa ricetta sotto a Raffaella per il suo L’oroscopo nel piatto  che mi ha stuzzicato la fantasia.

Ma veniamo ai sagittari…. segno affascinante, brillante, estroverso e vulcanico…. vi sembra poco? Mi sono descritta in 4 parole, modestamente.
Descrizione scentifica del segno:


Sagittario: segno mobile, è l’ultimo segno di Fuoco dopo Ariete e Leone.
 

Secondo l’astrologia occidentale, il Sagittario è un segno zodiacale mobile e di fuoco. È governato da Giove. È opposto al segno dei Gemelli. In questo segno Mercurio è in fase di esilio.
Il Sole si può trovare nel segno del Sagittario circa nel periodo che va dal 22 novembre al 21 dicembre. Il periodo esatto varia di anno in anno e per stabilire la sua posizione nei giorni estremi è necessario consultare le effemeridi.

Il metallo del segno è lo stagno, l’animale è il cavallo, la pietra associata è il turchese, il colore il blu, le specie vegetali sono la rosa rossa e il garofano.
Nell’anatomia umana il segno del sagittario governa i fianchi, le cosce e la zona sacrale.

Secondo l’astrologia occidentale, le persone il cui tema natale
contiene questo segno zodiacale in posizioni di rilievo sono estroverse e
dotate di uno spiccato sentimento comunitario, secondo le
caratteristiche del pianeta Giove, governatore del segno. Proiettate
verso l’esterno, hanno una mentalità aperta che le spinge a viaggiare e a
dedicarsi agli altri, sui diversi piani dell’impegno sociale e politico
o dell’attività religiosa. Vivono con entusiasmo (segno di fuoco) ma
senza troppo radicarsi nelle loro esperienze (segno mobile).
Sagittario ascendente Leone
dall’unione di questi caratteri ne emerge una personalità che ama
il contatto umano e sa infondere negli altri calore e sicurezza: ottimi
amici, compagni di vita e colleghi di lavoro.
Io sono una personcina complicata, lo sono sempre stata e mi è sempre sembrato riduttivo riportasi a un oroscopo generalizzato e a caratteristiche uguali per tutti, eppure… eppure confermo di essere un segno mobile 

 “Nel Segno Mobile del Sagittario, è energia che si prepara ad affrontare un lungo inverno”

io sono in movimento sempre, il mio cervello non smette mai di pensare se non quando dormo, forse, e quindi la mia energia è in continua evoluzione e cambiamento, …. mutevole. Ho sempre detto di essere curiosa, io ho bisogno di fare e conoscere cose nuove o mi spengo, mi annoio, mi ingrigisco.

L’Elemento Fuoco indica invece
l’energia vitale che ha irrefrenabile bisogno di uscire fuori. L’azione
istintiva, generosa, passionale: in una parola l’INTUIZIONE. 

Allora, con tutta questa energia, che cosa mi poteva venire in mente se penso al Sagittario un po’ pazzerello, volubile, lunatico e mobile…. la pasta matta?

Dice l’Artusi ( LUI, Pellegrino Artusi)

Si chiama matta non perché sia capace di qualche pazzia, ma per
la semplicità colla quale si presta a far la parte di stival che manca
in diversi piatti, come vedrete. Spegnete farina con acqua e sale in
proporzione e formate un pane da potersi tirare a sfoglia col
matterello.

La preparazione della pasta matta è davvero semplicissima.
Vi occorrono per una tortiera di 28 cm. 400 gr. di farina tipo 0, un pizzico di sale da mischiare alla farina e acqua q.b. per rendere la sfoglia morbida ma non troppo. Non importa che riposi, si tira benissimo con il mattarello, non si rompe facilmente. Distendere la sfoglia rotonda dentro la teglia scelta (come misura per  lo spessore della sfoglia usate quello della sfoglia delle  tagliatelle, quindi sottile ma non troppo) sopra un foglio di carta da forno in modo che rimangano fuori dai bordi almeno un paio di cm. di pasta per poterla ripiegare su di se. Per il ripieno vi potete sbizzarrire, io ho usato un po’ di verdure miste:

un bella cipolla rossa di Tropea
cavolo verza tagliato sottilmente
1 peperone rosso
1 patata 
1 carota
1 costa di sedano
basilico fresco 
zenzero fresco 
olio extra vergine di oliva
sale e pepe 
1 mozzarella di bufala 
Tagliate la cipolla  e cominciate a metterla a soffriggere in una padella antiaderente con un filo d’olio, aggiungete via via tutte le altre verdure tagliate a listarelle sottili a cominciare dalle patate, poi le carote, il sedano, il peperone ecc. ecc. e una grattatina di zenzero fresco. Aggiustate di sale e lasciate cuocere per una decina di minuti almeno aggiungendo dell’acqua secondo la necessità. Versare le verdure dentro la teglia su cui avete adagiato la pasta, aggiungere la mozzarella di bufala sbriciolata e ripiegare  i bordi della pasta come nella foto sopra. Spennellare con un po’ d’olio e una spolverata di pepe nero.  Infornare a 200° per venti minuti. La pasta non si colora molto, prende solo un leggero color oro per l’olio ma rimane croccante e briosa anche sul fondo nonostante l’acqua delle verdure.

 La pasta matta si presta a qualsiasi tipo di ripieno, anche dolce, e…. Pellegrino non delude mai!

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

27 commenti

  1. Ma lo sai che in questi giorni avevo proprio in mente di fare la pasta matta? Che per altro hai farcito egregiamente!

    Riguardo la ricerca dell'ascendente e tutto il resto che dire… Marò che pazienza 😀 !!! Curiosa l'illustrazione del tuo segno e la tua posizione, perche' anche se ci accomuna il segno zodiacale, ognuno di noi e' diverso e unico!
    Tu sei una personcina speciale ed interessante! Mi piace come ti racconti, come interagisci con chi ti legge e mi piace questa tua straordinaria energia e vivacità che esprime anche attraverso la scrittura e i racconti!
    Un abbraccio
    Amica d'autunno ^_^

  2. In effetti ti si addice proprio…e con questo non voglio dire che sei matta ;-)Bè forse un pò si, ma nel senso buono come questa pasta.
    Ci sto pensando anch'io ma sono in alto mare, per fortuna che il termine è stato spostato. Baci

    1. C'era una certa affinità fra me e te…. sagittario… siamo un po' complicati?
      Consoliamoci con la pasta matta che è meglio! ciao Ari! :O)

  3. Non sono fissata con l'oroscopo, ma quando si parla di segni zodiacali, sto ad ascoltare perchè mi incuriosiscono molto. Il sagittario è considerato il miglio segno per antonomasia poi se sei ascendente leone, è il massimo. Il tuo carattere dovrebbe essere, e lo è sicuramente da quello che scrivi, molto brillante. Complimenti alla tua persona(il tuo post è fantastico, sei molto simpatica) e complimenti alla torta rustica che è molto invitante. Ciao.

    1. Giovanna, cara Giovanna, ti ringrazio per tutti i complimenti… dovresti vedermi.. ho fatto la ruota come i pavoni!!!
      Grazie tesoro, a presto!

  4. mmh, a tavola con una fettina della tua torta di pasta matta, e un bicchiere del vostro buon vino, mi piacerebbe chiacchierare di segni zodiacali.. Con il sagittario vado d'accordo, ne ho uno caro come amico ed ex colleghi. Come li conosco io, sono persone che hanno bisogno di nuovi stimoli, odiano la ripetitivitâ e la monotonia. Ma stanno bene anche con le persone calme come me. Sono pesci, ascendente cancro o gemelli a dire il vero l'ho dimenticato, l'avevo fatto fare anni fa.. 😉 Fortissimo tuo padre, ammiro le persone socievoli come lui. forse perchè sono il contrario di me.

    1. Dovresti conoscere la mia mamma: lei riesce davvero a parlare anche con le panchine del parco! Quando esco con lei metto in conto una mezz'ora in più minimo per i saluti e le chiacchere: conosce tutto il mondo! Ciao pesciolino!

  5. te sei matta. Ho riletto due volte per capire come i sassi con cui parlava tuo padre si sono trasformati in una carta astrale….e io che sono una gallina matta che posso dire…solo che a me teeeeeeeeeeeeeee mi piaci assai

    1. ma mi ci sarei giocata i gioielli di famiglia che era un sagittario, i tuoi post li trovo sempre interessantissimi…. e poi, si, siamo le meglio!

  6. ohhh Sandra mi hai fatto ridere tanto,importante che alla fine ci sei riuscita a trovare il tuo preciso ascendente,io invece sono Scorpione ascendente Scorpione,ti lascio immaginare…scherzo :D..la ricetta mi piace molto,in bocca al lupo per il contest:)

  7. Cara Sandra,
    che divertimento leggere questo tuo post! Devo farti i miei complimenti, ma ho un problema… non so da dove iniziare! ^_^
    Hai fatto un lavoro di ricerca davvero prezioso, e l'entusiasmo con cui l'hai "impiattato" rivela quello che, con mia somma gioia, il gioco ha effettivamente suscitato in te!
    La ricetta è meravigliosa, infatti te la "copierò", perché è da tempo che voglio provare la pasta matta… il mitico Pellegrino abita anche la mia libreria, quindi presto l'onorerò anch'io!
    E concludo dicendoti semplicemente GRAZIE, per il tuo generosissimo contributo e la tua coinvolgente simpatia!
    Un abbraccio, buona settimana e in bocca al lupo! :*

    1. Troppa grazia Raffaella!!! Quanti complimenti, sto sorridendo anch'io! Mi sono divertita un sacco a pensare a questo post, il tuo contest è divertente e diverso dal solito, grazie a te per aver avuto questa bella "pensata"!!!!
      Ahhh, … CREPI IL LUPO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.