Zuppetta di polpo

Zuppetta di polpo

una zuppetta di polpo, diversa dal solito, un piatto unico molto gradevole e veloce.

comunque sono arrivata alle ferie, credevo di non farcela quest’anno.

che fatica ragazzi: il caldo, la stanchezza, i milleeuno problemi, le minchiate, le interferenze e le cose di tutti i giorni.

via, vado un minuto in Sardegna e poi rientro, mi ricarico lo spirito nelle acque del mare e torno.

veniamo a noi, alla zuppetta.

zuppetta di polpo, legumi e pasta. la ricetta la trovate leggendo sotto.

Musica consigliata per l’ascolto:

Let’Em in , Paul Mc Cartney

“open the door let em in”
apri la porta, lasciali entrare

Zuppetta di polpo

Zuppetta di polpo

Zuppetta di polpo
Stampa ricetta
5 from 1 vote

Zuppetta di polpo

Portata: Portata principale
Cucina: Italiana
Keyword: zuppetta di polpo

Ingredienti

  • 500 g polpo già lessato
  • 100 g piselli
  • 150 g fagioli borlotti lessi
  • 150 ceci lessati
  • 2 patate medie
  • 1 cipolla rossa
  • 1 carota
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 200 g di mezze maniche fresche o altra pasta a piacere vostro
  • 50 dl latte
  • peperoncino piccante, curry piccante, paprika, curcuma, pepe nero, sale e olio extravergine di oliva

Istruzioni

  • Taglia le patate a cubetti, la cipolla ad anelli, la carota a rondelle.
    Soffriggi in una pentola con un filo di olio, aggiungi i piselli, i fagioli e i ceci con l'acqua di cottura, le spezie (quelle che preferisci, io abbondo) il peperoncino abbondante, il concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere di acqua, sale e un pizzico di pepe.
  • Lascia andare a fuoco veloce per qualche minuto e poi aggiungi il polpo tagliato a tocchetti e il latte e chiudi con il coperchio.
    Lascia bollire dolcemente per una ventina di minuti-
  • Butta la pasta e lascia cuocere ancora fino a cottura, se necessario aggiungi un pochina di acqua.
  • Servi calda magari accompagnata da un giro di olio e pane arrostito.
Zuppetta di polpo

ora però vi metto uno dei miei soliti pipponi, sarà nostalgico ma sono stanca, perdonatemi

mi dicono spesso che devo riprendere un cane.

io che il mio primo cane l’ho avuto che avevo 5 anni ed era il cane da caccia di mio babbo

io che quando mi sono morti in quindici giorni i due Golden Retriever più belli del mondo ho resistito due mesi e poi sono andata al canile a prendere la Holly, una palla di pelo con una ridicola coda a cavatappi, occhi languidissimi ed energia da vendere.

non ce la faccio, non lo posso fare. sono ancora a leccarmi le ferite perchè lei se ne è andata troppo presto, non ero pronta, non avevo ancora cominciato a pensare di perderla, credevo di avere più tempo

questa cosa che si crede sempre di avere tempo per fare le cose, per dire le cose, per vivere insieme e poi invece la vita di frega e ti sbatte in faccia la fine

e io non ce la faccio a prendere un altro cane, mi sembra di fare un torto alla mia Cana.

perchè come lei mai nessuno. sarà che invecchiando ti affezioni di più o capisci meglio il rapporto che si crea. io ero orgogliosa quando mi zampettava avanti, quando ce ne andavamo a giro insieme, quando mi guardava con quegli occhioni e pretendeva una carezza. una, ne bastava una, per non essere troppo appiccicosi, lei era così, presente ma non opprimente. era una simbiosi, lei sapeva quando venire ad affacciarsi alla porta di camera la notte, sembrava sentisse che doveva venire a controllare, mi guardava faceva il giro del letto e poi se ne ritornava sul cuscino suo.

non lo so ragazzi, non lo so, non ce la posso fare però, questo lo so.

ricette simili suggerite:

Print Friendly, PDF & Email

ti potrebbe interessare anche

2 commenti

  1. 5 stars
    Sandrina come ti capisco, solo il cuore ti dice cosa fare quindi non badare a chi da consigli non richiesti, scorri e vai per la tua strada.
    Tornando alla zuppa, la trovo molto intrigante, polpo e legumi mi sembra un’accoppiata vincente ma non scontata e poi con la pasta o dei cereali un piatto unico gustoso e nutriente !

    1. che bello il tuo commento Laura, un attimo di gioia in questa epoca dove non vanno più di moda….. siamo vecchio stile io e te, siamo le antenate dei blog e ci possiamo anche permettere queste cose demodè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.